Fiducia, ancora un briciolo, nel genere umano: dell’assenza dei filtri vintage nel porno!

Allora.. innanzitutto una premessa. Non è questo il luogo in cui voglio parlarne, ma… scatto foto. E mi piace un sacco. Lavoro con materiale digitale, lavoro con materiale analogico. Lomografia, quest’ultima, la chiamano. Ho cominciato a lomografare quando qualcuno mi disse: “ci sai fare, hai un bell’occhio, componi bene, anche in modo estroso… ma che cazzo smettila coi filtri vintage! Non fare lomografia digitale… è finta. Se vuoi fare lomo… comprati una toycam vera e scatta con la pellicola!”. (cit. uno di quelli che questo blog non lo sopporta perchè dice che potrei fare di meglio che scrivere finte zozzerie tipo “mammaguardaquantosonofigo e monello!”)

E cominciai.
E mi piacque pure un casino! Con discreto successo, pure… eh sì. Poi arrivarono loro!

Featured image

E niente poi sono arrivati gli hipster del cazzo.
Quelli coi baffi alla Emanuele II e la barba lunga. Quelli col distacco nei capelli. Quelli coi jeaggins. Quelli colle scarpe che litigano coi pantaloni. Quelli con la camicia abbottonata tipo cappio all’impiccato. Quelli coi cappellini improbabili. Quelli che ormai sembra che la gioventù sia cieca da quanti occhiali da posa si vedono in giro. Quelli che quando il concetto indie è diventato di moda, lo hanno esportato al mondo del tunzettunz discotecaro (non elettronico) ed all’universo delle droghe sintetiche a basso costo. Quelle che ti fanno ancora più scemo. Ancora più hipster. (e c’ho pure qualche caro amico così… fai tu la vita!)

Gli Hipster!
Quelli che mettono il filtro vintage su tutto! Lo metterebbero pure alla foto del papa (non del papà… forse pure a quella… non so, cominciamo col Santobabbo) morto! Lo mettono al loro selfie sul cesso. E ci mettono sopra una scritta bianca, con scarso rigore calligrafico. Bianca, impattante, poco armonica. Di solito sull’aftersex che si squacciano su Hipstamatic ci sta scritto: “Peace and Love”.

Featured image

(si beh qui la scritta manca ma il cazzo del concetto è questo… depressione!)

Roba da Napalm. Roba da mazza da baseball. Roba da bruciarli in piazza e sperare nella siccità!

E per accontentarli, ormai, il filtro vintage lo mettono dappertutto. Ci girano i video. Ci fanno i film. Canale 707 di Sky. MtvDance. Non solo roba truzza… a volte anche pezzi con una ricerca sonora dietro. Che l’elettronica non è mica solo zozzeria da giostrai! Guardo dodici video in sequenza. 3 sembrano immersi nell’orzata. 4 sono plumbei e terrei, perlatro con l’aggiunta di un effetto mica economico che simula con la videocamera digitale una lomokino (vecchia toycamera che letteralmente fotografa fotogrammi 16:9 in sequenza… tu li acquisisci sul pc facendoti per tre giorni a rullino un mazzo non indifferente – invece gli hipster al lavoro sono indifferenti! – li monti e ti fai il video… oppure ti compri la lomokinoscope e te li guardi!). Altri due usano un antico sistema di invecchiamento digitale noto come infrared. Altri tre hanno più flare del cielo di Gaza!
Sì, purtroppo 12 pezzi da far cagare i cani. Orrendi. Deplorevole assenza di qualsivoglia forma di ricerca. Una battaglia navale giocata col cubase… nemmeno col logic. Merda. Nemmeno d’artista!

Ecco: perchè? Perchè il filtro vintage? Perchè la scritta impattante in sovraimpressione? Perchè la demo della lomokino?
Perchè c’è gente che lo chiede!

Ecco: il porno non è così. Se trovi scritto vintage è perchè stai davvero guardando un prodotto d’annata, di solito primi anni ’80. Coi cazzi che senza viagra e pippotti, in quel mondo molto cavalleresco, andavano pure giù ogni tanto (ne parleremo, di questo fantastico amarcord, oh se ne parleremo!).
Nell’altra roba che trovi online, sempre e comunque… la depravazione gratuita di lattiginare tutto non c’è. Anche quando secondo qualche amico sarebbe anche semioticamente e semanticamente giustificato, oltre che allusivo, lattiginare/orzare un po’ tutto, nel porno. No: l’industria culturale della “carnedentrocarne”si mantiene fedele al suo credo hardcore, noccioloduro, va dritta al sodo e nient’altro che il colore vero. E niente scritte del cazzo. Niente depravazioni… perchè è il filtro vintage la roba da depravati… non il carnedentrocarne! Col carnedentrocarne si nasce pure… e nel porno si chiama creampie (parlreremo anche di questo… visto che le pause produttive servono?)… e quando viene al mondo una vita non c’è depravazione. Col fliltro vintage non nasce niente. E’ depravato!

Se non esiste… non c’è richiesta. Non era questa la regola? Dunque…gli hipster non guardano porno? Sì, sì che lo guardano… ma non lo dicono.  E non chiedono, dunque!
O non se ne accorgono. Probabilmente la scuola di pensiero che sostiene che loro vedano già in filtro, non ha poi tutti i torti.

Io sono tornato ad avere fiducia nel genere umano. Un briciolo… fino a quando il porno non sarà filtrato!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

28 thoughts on “Fiducia, ancora un briciolo, nel genere umano: dell’assenza dei filtri vintage nel porno!

  1. stephymafy ha detto:

    Sei l’unico blogger che si MIPIACIA da solo 😀

    Piace a 1 persona

  2. polverecosmica ha detto:

    Non sapevo che ti piacesse la fotografia,la cosa mi fa mooolto piacere 🙂

    Piace a 1 persona

  3. antipastomisto ha detto:

    Mi son sembrati quasi due post diversi i tuoi, ma ho apprezzato entrambi. Sia perché mi piace da morire la fotografia e cerco sempre di imparare qualcosa di nuovo in merito, da ignorante ma”sei portata, dovresti studiare” quale sono. Sia perché sono una ragazza a cui capita ed è capitato di guardare porno e non ho mai avuto problemi a dirlo, quindi boh, le camicie abbottonate le porto anche io, ogni tanto diciamo che”mi rilasso”, ma gli hipster non mi avranno mai. Mai! 😉

    Piace a 2 people

  4. 321Clic ha detto:

    Sulla fotografia, sfondi una porta aperta. Ma anche su tutto il resto.
    Curiosità da nerd: ce l’hai davvero una Lomo?

    Piace a 1 persona

  5. tuttotace ha detto:

    La Holga l’avevo anche io, l’ho mollata in un bar di un aeroporto, peccato. Bello, tutto Domenico, a me proprio piace leggerti, ero infatti realmente dispiaciuta del tuo stop. Mettici un bel po’ di foto due dai.

    Piace a 1 persona

  6. Lisb3th Salander ha detto:

    Uhm.
    Io monto con AVID o con mutandacorcazzo. Mi piacciono entrambi e richiedono un certo lavoro, impegno e costanza. Ho dovuto cercare un effetto…diciamo “vintage” solo per riprodurre l’effetto di una pellicola anni ’20, ma aveva un senso. Infatti ho anche lavorato di timewarp.
    Poi non so, talvolta monto un hipster: è carino e ha un’ottima agenzia per gli uffici stampa.
    Forse ho fatto confusione con gli argomenti.

    Piace a 3 people

  7. gianni ha detto:

    …Tutto vero! E i testi? I testi? Vogliamo parlare dei testi? No dico!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: