Letterina a Babbo Natale. Della incomunicabilità tra uomo e donna in sindrome pre-mestruale o durante le mestruazioni. Che poi potrebbe anche sintetizzarsi dove tutto questo post è iniziato ossia: Vorrei per un solo giorno la fichetta… ma non dovrebbe saperlo nessuno.

Caro Babbo Natale,

si avvicina il fatidico giorno dei regali sotto l’albero. Da ormai 30 e qualcos’anni ti scrivo ogni Santo Natale perchè, in ricorrenza della nascita di quel Biondoddio che secondo le regole della Trinità che ancora non padroneggio correttamente è assieme bambinello, Biondoddio e quella specie di evanescenza inspiegabile dello Spirito Santo, pare si ricevano regali se si è stati bravi.

Io, caro il mio Babbo Natale, lo so che non solo sono stato bravobravissimo tutt’attaccato… ma l’ho anche presa nel culo una serie di volte (non arrabbiarti, culo si può dire, sta scritto anche nel vocabolario Treccani). Credo quindi di avere diritto per quest’anno ad un regalo speciale. Tutto mio e solo mio… magari in anticipo. Magari domattina, che è già tecnicamente oggi ma io me ne accorgerei solo domani al risveglio.Domani che è lunedì… cominciamo bene la settimana!

Featured image
A parte il benedetto Amiga 500 con Street Fighter II per far fare i “millecalci” a Chun Li e mettere in pausa quando dovrebbero – e dico dovrebbero – vedersi le mutandine o quel che porta lì sotto… regalo che ti sto chiedendo da qualcosa come 22 anni, come sempre e come al solito senza giovamento e che continuo a chiederti per ricevere la benedetta dimostrazione che la favola è quella del papà che mette i regali sotto l’albero e che la verità è che li porti tu (tu non me lo stai portando per convincermi che sei una favola e che Babbo Natale è mio padre… infatti ti stai comportando come farebbe lui che “L’Amiga 500 è una stronzata colossale che adesso non va bene nemmeno per farci antiquariato!” e che i primi anni, quando l’Amiga 500 era ancora il top dell’intrattenimento computerizzato casalingo, diceva “Cazzo vuoi l’Amiga se abbiamo il Macintosh a casa?!”)…

Featured image

…avrei in mente un regalino da avere in anticipo.
L’Amiga 500 a Natale, cioè proprio il 25. Domattina un regalo che io uso un giorno e poi ti restituisco. E che quindi tecnicamente non è un regalo! Ma è una cosa complicata… una specie di magia. E posso chiederla solo a te…
Che ti costa una magia? Devo togliermi una curiosità! Dai… sono stato buono e l’ho preso al culo l’ennesima volta… su, almeno tu fammi felice.

Il regalo in sè è semplicissimo: voglio la fichetta! Solo per un giorno. Solo per svegliarmi e capire come funziona. Solo per chiudermi in camera, di modo che non lo sappia nessuno e provare e riprovare come funziona l’orgasmo femminile. Non per altro… semplice curiosità!

Featured image

Caro Babbo Natale, cara mamma se leggi (visto che le lettere non s’è mai capito perchè le si consegni alla mamma e non ci sia una cassetta di posta dove imbucarle… magari anche per finta con un omino del Comune che poi le ritira e con la scusa di inviarle a Babbo Natale le porta tutte alla carta riciclata o qui al Sud direttamente in discarica anche e soprattutto nella Puglia Peggiore… e questa è una splendida metafora che dice tanto di dove finiscono i sogni), cari lettori affezionati che state leggendo questa lettera… questo non è un outing. Non fate come le donne – tutte non appena l’ho detto così per scherzo stasera soprattutto quelle che poi hanno candidamente ammesso di essere in sindrome pre-mestruale – che subito ti dicono: “Scusa e le tette non le vuoi?” No, caro Babbo Natale… le tette non mi servono. Io non voglio essere donna per un giorno. Voglio essere maschio e da maschio capire come funziona una cosa. Nemmeno per capire come fare io domani che mi ritornerà il pisello… no! Voglio solo capire come funziona, che si prova, se è uguale – visto che tutte le donne, soprattutto le pre-mestruate – definiscono ogni loro emozione e sensazione come radicalmente diversa dalle nostre.

Me lo fai sto regalo Babbo Natale? Quest’anno l’ho presa al culo l’ennesima volta… e non avevo chiesto di provare quel tipo di discorso. Per una volta che voglio provare e capire, per una volta che sono io a chiedere… posso essere accontentato? Prendila come una minaccia ma giuro che se domattina non trovo questo regalo ti rovino la piazza! Dico a tutti che esisti ed hai la fichetta. Dico a tutti quella cosa che tu sai… e che non vuoi che altri sappiano… ossia che sei anche la befana e che quindi tecnicamente sei un “travestitodimmerda”… categoria un po’ bistrattata di questi tempi in Italia.

Featured image

Mi sa che l’hai capito che non scherzo… quindi…
Caro Babbo Natale, come si dice dalle mie parti “mettiti come ti devi mettere” e fammi trovare la fichetta al posto dell’uccello domani. Cari tutti, siccome Babbo Natale potrebbe scegliere di collaborare, è possibile che domani io resti un po’ assente… sappiate che sto lavorando per voi.

Oh, ora qualche riflessione sulla donna in sindrome pre-mestruale, scaturita dopo quella mia frase che è passata per outing proprio per colpa della Sindrome Pre-Mestruale di qualcuna. Che poi adesso qualcuna che passa di qui penserà che ce l’ho con lei… No! Tu non c’entri. E’ un discorso generico maturato in anni ed anni di osservazone assolutizzante.
La donna in Sindrome Pre-Mestruale è Il Male! Soprattutto e vive a stretto contatto con altre donne, influenzando il ciclo altrui e sincronizzandolo con le altre per rompere i coglioni tutte assieme che non si sa mai!
Tu butti lì una cosa tipo “Vorrei vedere che si prova per un giorno ad avere la fichetta” e si ficca subito in mezzo. Ti chiede se vuoi le tette perchè assolutizza una tua curiosità sublimandola a modo suo. Poi ti pianta un pippone. Poi si rimangia quel che ha detto per anni sull’orgasmo femminile che “voi uomini non capirete mai” affermando che “è lo stesso vostro”. Poi mette a parte il mondo del fatto che ha le tette che stanno per esploderle – cosa che al partner medio potrebbe anche fare piacere ma prova solo a sfiorarle e vedi che succede. Poi è gelosa. E’ scontrosa. Ritardataria.

Featured image
C’è solo una soluzione, con la donna in Sindrome Pre-Mestruale.
Aspettare muto e prono che la tempesta passi, subendo davvero ogni nefandezza…
Toglierti la fichetta e restituirla a Babbo Natale se te la sei tenuta per qualche giorno fidando sul fatto che comunque non si poteva far nulla…
Rimontarti il pisello e allacciare i pantaloni.
Per poi sfoderare tutta la tua credibilità nel dire: “Non so se ti sei resa conto di cosa hai combinato questi giorni… io ti amo… io ti capisco… però… eccheccazzo!”. La speranza è quella di guadagnarsi una quindicina di giorni di sensi di colpa suoi e benessere proprio. Tanto poi, ciclicamente, tutto torna!
io poi ‘sta cosa la dico ma non l’ho nemmeno mai provata a fare in 35 anni… che mia madre mi ha inculcato dei valori tipo la cannottiera e le scarpe ai piedi… cose che i freakkettoni di merda non capiscono e definiscono retro perchè vogliono sempre fare a cazzo loro ed essere diversi. Non l’ho mai provata in 35 anni ma credo che il giorno che avessi modo di provarla e volessi provarla e la provassi – quanti periodi ipotetici del terzo tipo di ‘sti tempi – boh… ho come il presentimento che “Mamma che Liberazione!”

Vabbè, buonanotte…
Vi faccio sapere se per un giorno mi è venuta la fichetta! Nel caso vi dico anche come è andata!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

20 thoughts on “Letterina a Babbo Natale. Della incomunicabilità tra uomo e donna in sindrome pre-mestruale o durante le mestruazioni. Che poi potrebbe anche sintetizzarsi dove tutto questo post è iniziato ossia: Vorrei per un solo giorno la fichetta… ma non dovrebbe saperlo nessuno.

  1. 321Clic ha detto:

    Sarei curiosa pure io di provare l’analogo, per gli stessi tuoi motivi
    La sindrome pre-mestruale invece non credo di avercela mai avuta, così come certi mal di testa “strategici”. Che poi, mi sono sempre chiesta, strategici per chi? Ma soprattutto, perché?

    Piace a 2 people

  2. 321Clic ha detto:

    Si potrebbe chiedere a una delle tue amiche afflitte da sindrome P.M… Se 1+1 fa 2, saranno afflitte anche da simili mal di testa periodici.

    "Mi piace"

  3. gianni ha detto:

    Mah, in fondo un buon Amiga 500 già che ci sei, con l’espansione…

    Piace a 1 persona

  4. palmabotta ha detto:

    Tutto lo scritto sembra proprio un discorso da esaurita in fase ciclo, perfettamente divertente e stronzo! 😉 Se Babbo Natale non ti esaudisce prova con la befana che lei ha sia la fi.. che la mazza.

    "Mi piace"

  5. Simon James Terzo ha detto:

    Bò, se ti è venuta potresti anche cominciare a risultarmi incomprensibile, quindi piacere di averti conosciuto 😀

    Piace a 1 persona

  6. leonarda ha detto:

    amo leggere i tuoi blog 🙂 grazie

    "Mi piace"

  7. […] Tempo fa fui chiaro nel dirvi che io da Babbo Natale avrei voluto in dono la fichetta… per provare di nascosto e solo una volta l’effetto che fa. Pur avendo il culetto certi esperimenti non li ho mai voluti fare perchè sempre e comunque ci sta […]

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: