Il male ha mille facce. Detesto quelle banali! Che poi è un prendersela con una serie di comportamenti che mi sono sempre stati sulle palle!

C’è una metafora per parlare di quello di cui sto per parlare.
E’ una metafora splendida. Però è pure – più o meno – un cit. di un film celebre. Ma in quel film non la usano così. Tecnicamente non sto plagiando nulla… che sarebbe come darmi del copione. E chi copia è banale. E vuoi mai che io possa pensare di fare qualcosa di banale? Tutto quel che faccio è banale ma provo a farlo in modo diverso.

Featured image

E oggi che è martedì mi va di fare una cosa che tutti penserebbero assolutamente impopular… (ci ho ripensato… unpopular che se svrivi in inglese puoi anche provare a scriverlo bene) ma invece è così pop… biondoddio se è pop!

Oggi ho voglia di mandare a “quel paese” – tecnicamente a ‘fanculo che non è un paese ma sta per “fare in culo” e, sì, lo avete capito tutti, ha a che fare con la sodomia non con altro – tutti quei lettori di questo blog che seguono il blog ogni giorno. Nel senso che mettono segui ogni giorno. Nel senso che premono quel tastino, poi lo ripremono per non seguire più, poi lo ripremono domani per seguire di nuovo.

Vorrei andaste a ‘fanculo. E ringraziate che non vi dico: “vorrei moriste”… però forse dopo lo dirò… dipende…
Tenete conto che sono anche molto buono, altruista e gentile… ‘ fanculo dal punto di vista degli attivi pare sia una cosa entusiasmante. Gli attivi hanno qualche problema col p’inculo – se mai esistesse… e se mai si scrivesse così e non p’in culo… ma non è lì che vi ho mandato, per cui non perdiamoci troppo la testa eh…
Capisco che per i passivi ‘fanculo sia una esperienza scialba e monotona… non è colpa mia se al mondo le tutele di genere sono (no, non ci vogllio mettere il congiuntivo perchè sono certo di questa cosa e le cose certe si mettono in indicativo per cui…) già fallaci per le donne… io di solito apprezzo le questioni di priorità.
In buona sostanza, però… e davvero…
Andatevene a ‘fanculo!

Featured image
Qui non si tratta di mettere per sbaglio un “segui” e poi accorgersi che quel che viene scritto e pubblicato non piace, quindi smettere di seguire. Quello è lecito. Purtroppo e ripeto purtroppo, senza scriverlo in stampatello maiuscolo solo perchè urta profondamente il mio senso estetico, siamo “indemocrazia” (le virgolette le ho aggiunte dopo ad evidenziare un refuso freudiano di cui mi sono accorto rileggendo tutto e che non ho voluto correggere perchè se è freudiano un motivo ci sarà… visto che una democrazia che si esercita solo su queste scelte di gusto e gradimento e non incide sulle vite è indemocratica). E tu scegli che cazzo fare finchè non fai del male a chi ti circonda.

Featured image

Il problema è che questo continuo tentennamento interessato del seguo (così mi vedi) non seguo (così domani ti seguo di nuovo e puoi rivedermi) fa male a me. Non perchè io mi strugga di quel cazzo che fate nella vostra vita. A me di chi legge questo cazzo di blog frega un cazzo… mi serve solo a godere del piacere di una scrittura… il mio libro lo avete già comprato, solo che non lo sapete perchè esce a breve!
Mi fa male perchè ho uno smartphone con installato wordpress… ed il numero di molesti tintinnii del ti segue ti segue ti segue (quasi sempre la stessa persona) è snervatnte. WordPress non è il male… voi siete Il Male… e lo preciso meglio qui sotto!

Prima che qualcuno dica una stronzata come “togli le notifiche” o “disinstalla wordpress”… faccio notare che io non devo uniformare al basso i miei comportamenti. Io non devo temere il cicalino di una cosa che serve a dirmi che qualcuno mi ha genuinamente scritto un commento o una gastema (trad. bestemmia per chi vive al di fuori delle province di Bari e Bat)… perchè, a quel qualcuno, in tempi brevi mi piace rispondere. Anche solo per mandarlo a ‘fanculo perchè ha scritto un commento appena per scriverlo e farsi notare… manco fossi Mollica o qualche altro presunto grande di quella Terra che si chiama Cultura in questo paese! Oppure mi piace mettere un grazie se qualcuno mi ha scritto una bella cosa rispetto ad una stronzata che ho condiviso (you call this narcisism… it could be unselfconfidence… shut the fuck up, no matter!).
E’ la regola d’educazione di un social… che è un luogo con dei linguaggi che se ti piace li accetti e li fai tuoi, se non ti piace non rompere il cazzo a chi le cose vuol farle per quel che sono! Oppure se ti piace essere social ma non ti piacciono le regole dell’esserlo… le sovverti in modo genuino, non rompendo il cazzo a me.

Breve inciso a mo’ di similitudine:
Sovvertire le regole è il concetto che sta alla base della lomografia… c’è chi sovverte le regole della composizione in modo cosciente… e fa anche dei bei lavori… perchè conosce bene le regole e le sovverte… e chi dice di sovvertire ma non conoscendo le regole scatta a cazzo e tira fuori delle minchiate che questa maledetta democrazia artistica chiama arte dopo aver abbassato i prezzi delle reflex ed aver permesso che una cosa seria come le reflex finisse in mano a chiunque. Sulle cose serie come la foto/lomografia la comparsa sul campo dei cialtroni (hipster) è la dimostrazione che la democrazia è una gran brutta cosa!

Tornando a noi:
Io non tolgo le notifiche… siete voi coglioni che dovreste smetterla di giocare a “seguo-nonseguo-riseguo”… perchè non si fa!
Soprattutto se pensate che like e follow siano pompini. Qui non ci si scambia un pompino a vicenda. Anche perchè io non faccio pompini. E quand’anche li facessi, sono una cosa che ha a che fare così tanto con l’igiene e col gusto personale che…
“… posso capire che tu abbia una gran voglia di farmene uno…del resto bello come me, bello come lui… ma questo non vuol dire lo farò a te… non sei il mio tipo! Se proprio vuoi, toh… ma non pensare che questo ti regali un buono per un pompino da me!”…

Featured image

Inciso due:
Secondo un mio caro amico detrattore di questo blog… lo scatto qui su e quello qui giù sono dei lavori interessantissimi… io non ho ancora capito se sovvertono qualcosa o semplicemente sono cose da bambini adolescenti con urgenza di dire parolacce davanti alla mamma per far vedere che sono monelli. Nel primo caso me li stampo e me li metto in casa: tra qualche anno varranno un sacco. Nel secondo, devo ammettere che sono un sacco le persone a cui piace. Pure quel mio amico… che però dice che la pornografia qui su è come dire alla mamma… e non mi ripeto…
(quindi non dovrebbe detrarre)
Ma lo adoro!
Però mi sembrava stessero bene per il loro contenuto semantico più che per la riuscita grafica complessiva!

Torniamo ancora a noi:
Io… se lo avete capito siete persone normodotate, viceversa siete dei coglioni e non ho molto da lamentarmi perchè se il mondo non fosse popolato da coglioni sta cosa che chiamiamo “casa” sarebbe un posto migliore, ecco sì: io gradirei immensamente che mi seguiste oppure no… fate una scelta e andate avanti. Anzi… facciamo così… se siete del club sì, no,  sì, così mi vedi… non vi vedo!

(lo capisco che la precarietà ed i genitori ansiosi e protettivi ci hanno trasformato in soggetti perennemente indecisi ed impauriti rispetto al mondo… eh però… e che cazzo… non mi devi sposare, non devi farci un viaggio di 3 anni con me… leggimi, non leggermi… ma non rompermi il cazzo!)

Featured image

(sì, ok… ci stanno i giorni che vuoi programmarti un post e proprio non sai che fare e fuori il cielo è grigio e sei annoiato e c’hai voglia di prendertela con il mondo e ci vanno per sotto i primi che ti passano davanti…)

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

8 thoughts on “Il male ha mille facce. Detesto quelle banali! Che poi è un prendersela con una serie di comportamenti che mi sono sempre stati sulle palle!

  1. Papillon1961 ha detto:

    Io non sono seguito da molti. Tra essi ce ne sono di quelli ambigui con palese secondo fine – tipo renderti adepto ad un qualcosa – dietro i quali sembrano esserci più persone. Ecco questi mi danno fastidio. Chiaro che un po’ li segui, per curiosità, poi la mancanza di identità te li fa abbandonare. Chissà se si incazzano come te… 🙂 mi sa di no, quindi non mi cruccio.

    Piace a 1 persona

  2. ladykhorakhane ha detto:

    Anche a me è successa la grande rottura di palle del “seguo-non seguo-riseguo”. Poi, per fortuna, si è stufato/a.

    Piace a 1 persona

  3. lindae ha detto:

    che poi che palle di gioco è seguinonseguiseguinonsegui. meno male che a me non mi seguono direttamente che se no mi veniva la schizofrenia e gli davo dei farabutti a tutti. mi sono innervosita fortissimo per sto seguinonseguiseguinonsegui come per le cose che non comprendo come la vascorossifilia e il significato della parola taumaturgia.

    Piace a 2 people

  4. EdFelson ha detto:

    Hai, penso io, l’incredibile qualità di riuscire a rendere interessante qualunque argomento (e qui puoi lasciar decollare il tuo ego nell’iperuranio, se la spinta è sufficiente).
    Puntuale, preciso, scorrevole. Ti confesso che vorrei averlo io il tuo stile.
    E quando esce il tuo libro fatti pubblicità (scrivilo sul blog!), così posso entrarne in possesso. Giuro che non lo rubo e lo pago.
    Sul segui/non segui/segui, parer mio, il problema è che le persone non sanno nemmeno cosa gli piaccia e cosa no, cosa abbiano realmente voglia di sentirsi dire e cosa no.
    Ne deriva una schizofrenica indecisione che si ripercuote in una compulsiva pressione del mouse.
    (Sì, ho scritto un commento un po’ in stile groupie numero uno senza tette, però è la verità)

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: