E niente sappiate che “Era una notte buia e tempestosa” oltre a far cacare come incipit porta una sfiga epocale (cit.)…

Sì, io sono Charlie… ma non Charlie Brown. Io a Charlie Brown lo stimo tanto perchè pure io sono malinconico, metto la coperta di Linus (non è che non c’entri niente… badate bene…), mi faccio le seghe mentali, soffro e mi struggo… cioè mi consumo. Però proprio per questo non sono Charlie Brown… perchè ognuno c’ha i cazzi suoi per cui andarsene in paranoia… e i cazzi miei sono diversi da quelli di Charlie Brown anche se gli effetti poi sono gli stessi.

good-grief-charlie-brown

Proprio perchè non sono Charlie Brown, a maggior ragione non sono nemmeno Snoopy. Io amo i cani… anche quelli da caccia per dire. Ma soprattutto amo i cani “Nondimarca”, i meticci… i bastardi, capito no? La mia cagnolona è una bastarda doc… figlia di mischiamenti di “cani di marca” vari, i più vari. Ma alla fine è bastarda. Questo non mi impedisce di voler bene a Snoopy che è un bracco italiano con tanta dignità. Però non sono Snoopy. E quindi posso criticarlo sapendo che voi siete coscienti del fatto che nella mia critica non esiste nè razzismo interspecifico, nè cinofobia, nè altro. Solo una obiettiva analisi dei problemi.

Draw-Linus-Van-Pelt-Step-7

Ci sono mille modi per cominciare a scrivere un romanzo. Che di solito è la cosa più difficile da fare quando vuoi scrivere un romanzo. Uno non scrive un romanzo con lo stesso spirito con cui va a fare la spesa. Più che altro uno scrive un romanzo con lo stesso spirito con cui invita una strafiga a cena… o uno strafigo… e notate quanto rispetto delle diverse sessualità io abbia che non metto uno maschio o uno femmina che invita… così il mondo resta vario e resta bello.

Snoopy_notte_pag

Insomma tu il romanzo lo scrivi con la stessa voglia di invitare una a cena. Ed è ovvio che la buona impressione starà tutta raccolta nella prima battuta o nel come ti vestirai, che sono più o meno i primi tre righi del romanzo. Ecco…
…strettamente per queste ragioni: “Era una notte buia e tempestosa” non va usato come incipit.

Tecnicamente non saremmo di fronte al plagio o alla violazione dei diritti d’autore… visto che Snoopy quel romanzo non lo ha mai pubblicato. Siamo di fronte all’autotutela di fronte ad un incipit che porta sfiga… infatti Snoopy oltre “Era una notte buia e tempestosa” non ha mai scritto un beneamato cazzo.

119433_cacca_di_elefante

Questo per dirvi che “Era una notte buia e tempestosa” non è e non sarà mai l’incipit di “Volevo vivere felice poi m’è scappato da cacare“. Credo che l’incipit di quel romanzo sarà:
“E niente, sono Domenico Mortellaro ed ho un problema… in ogni momento della mia vita, soprattutto quando mi sembra di essere felice e mi sembra che tutto ma proprio tutto vada bbbene con 3 b… mi scappa da cacare!”.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: