Il casino è che in casa è pieno dei rumori degli zingari della Fox… e davvero oltre agli spari, al rumore educato delle molotov e alle urla strozzate dei vaganti… non senti più niente.

Questo vale più o meno circa dalle dieci a mezzanotte… cioè quando ho finito di scrivere e mi stendo sul divano con la coperta di pile in una oscena versione fantozziana del single medio… e mi impegno in quella che molti considerano una instancabile maratona apocalittica verso “il nulla”. Che tecnicamente si chiama dipendenza da serie televisive.
Quando prima ti dovevi sposare e poi ti scappa da cacare, cambiano un sacco di prospettive nella tua vita. Questo l’ho imparato benissimo. Le prime che cambiano sono quelle riguardanti la whishlist del palinsesto TV. Questa è la prima modifica evidente. I film spariscono e compare il calcio – sabato, domenica e serate di coppa – i canali di divulgazione scientifica spariscono e lo spazio lasciato vuoto viene militarmente occupato dai canali FoxCrime, Fox e SkyAtlantic.
Tengo a precisare che il Signor Murdock non mi paga per la scrittura di questi post e di questo post soprattutto che probabilmente a ben guardare potrebbe essere l’incipit folle di quel curioso libro che si chiamerà “Volevo vivere felice poi m’è scappato da cacare“.

lauren-cohans-maggie-do-the-walking-dead-ensaio-sensual-03

In questi giorni sono molto molto impegnato nella visione delle prime 4 serie e mezzo di The Walking Dead. Sì perchè io sono uno dei fruitori di quella splendida funzione on demand che sceglie per te delle serie, non sempre le più belle, e le mette in blocco a disposizione sul tuo decoder. Io di The Walking Dead ero riuscito ad accaparrarmi nelle vendite natalizie solo il primo cofanetto. Ho cominciato a vederlo e mi è piaciuto da subito. Gorish, cattivissimo, molto diretto. Bene! Dopo aver visto il primo ho proseguito con tutto il resto messo a disposizione da Sky. Ormai sono alla quinta serie, quasi terminate le prime otto puntate-… e quindi sarò tra i tanti che attenderanno l’ìimminente ripresa.

Onestamente la cosa mi sta piacendo, anche se funziona in modo evidentemente e dichiaratamente semplicistico. E non solo perchè si basa tutto quanto su degli assiomi di contrasto quasi banali del tipo “Noi-Gli altri” – “Vivi-Morti” – “Buoni-Cattivi” ma anche e soprattutto perchè, in pieno stile splatter survival, non offre spiegazioni e non cerca il rimpolpamento dell’interesse attraverso l’inserimento di improbabili soluzioni. Dove Lost e Heroes, Flash Forward e Carnivale avevano fallito, The Walking Dead ha successo. La serie non rincorre una soluzione al problema… semplicemente è essa stessa la corsa verso la sopravvivenza.

Death-Metal-Walking-Dead

E quindi, niente, mi ci sono appassionato e consumo una media di 3/4 episodi al giorno. Trovo che la serie abbia avuto qualche calo di efficacia solo nella terza serie… con la dialettica forzata del “Vivi contro Vivi”… ma che questo crollo lieve sia stato subito recuperato dalla quarta stagione, spesso detratta da molti, nella quale – finalmente – molti dei tratti di caratterizzazione dei personaggi sono stati affrontati. Vi dirò della quinta… e credo a questo punto della sesta… a meno che la serie stessa non si interrompa adesso protestando con crassa banalità un finale davvero sciatto e improbabile.

Quel che mi piace, di tutta questa vicenda, è che oramai in casa la colonna sonora è quella dei gracchi, dei mugugni e delle urla strozzate di quelli che chiamo “zingari” ossia dei vaganti zombie. Perchè per il resto… gli umano hanno imparato che l’unico modo per sopravvivere davvero e con certezza è quello di fare silenzio… senza sbraitare, senza gridare, senza produrre inutili rumori.

thewalkingdeadyr2-twd202-esp_subt_vstill

Solo una cosa… molto importante: l’attrice che interpreta il ruolo di Andrea non è e ripeto non è Charlee Chase, noto volto di Brazzers e di Naughty America. Ma le si avvicina in modo clamorosamente fuorviante. Purtroppo “There ain’t no porno zombies round here!”.

600full-charlee-chase

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

One thought on “Il casino è che in casa è pieno dei rumori degli zingari della Fox… e davvero oltre agli spari, al rumore educato delle molotov e alle urla strozzate dei vaganti… non senti più niente.

  1. È riniziata lunedí scorso…devi recuperare . Corriiiii! 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: