Indispensabili accessori per apparire vincente agli occhi di un paese che non è solo un paese ma può essere pure una Nazione o l’intero pianeta, per dire…

Ci sta solo una cosa che distingue i vincenti, quelli veri, da quelli che provano ad esserlo, che ambiscono ad apparirlo… che non lo sanno nemmeno loro cos’hanno davvero per fare i vincenti… ma ci provano comunque.
Quello che distingue i vincenti veri da quelli che vogliono apparirlo ma non ci riescono è un particolarissimo dress-code che è già una divisa per chi sa che quel dress-code distingue i vincenti… ed un gesto, per riconoscersi ra di loro quando si incontrano per strada e non vogliono far sapere che sono entrambi vincenti veri… e non a chiacchiere. Per dire, quella dei vincenti o dei grandi del paese… che non è mai da intendersi solo per paese come piccolo borgo ma può essere Paese come nazione o Paese come pianeta… quella dei vincenti è una vera e propria società segreta. Senza tessere, però. Con un gesto di riconoscimento per farsi riconoscere dagli altri membri… e con una divisa per farsi riconoscere dal mondo. Tipo le SS che avevano il loro simbolo e la loro divisa e si salutavano alzando il braccio destro in un certo modo, no? Tipo, che vi devo dire, i postelegrafonici o quelli della bocciofila sotto casa. I vincenti, però, sono una società ambita quindi custodiscono gelosamente moltissimi dei segreti del loro gruppo. Non tanto sul dress-code che è evidente, quanto sui saluti e ultimamente soprattutto sugli accessori… che sono parimenti indispensabili per farsi riconoscere.

Quel su cui ci concentreremo oggi è l’abbigliamento… ma solo quello mattutino perchè per l’outfit serale ci sono regole differenti. Quello di cui parleremo oggi è solo il vestiario della matina, quello che primariamente distingue il gruppo e la categoria… di modo da avere già uno spunto per cominciare ad individuare da subito chi è vincente intorno a noi, capire cosa ci manca e cercare di uniformarci… quantomeno per cercare di passare seriamente da vincente e provare a beneficiare di un serio, cosciente e dedizioso apparire. Che, voglio dire, a greco e latino scritto io sono rimasto per i 5 anni di liceo una capra… ma ho capito come fare ad entrare tra i vincenti di latino e greco… e cioè con l’orale. E non fate battuttacce!

Allora, l’associazione dei vincenti è riservata ai soli uomini… le donne non ne fanno parte. Questo va chiarito da subito e primariamente… altrimenti adesso che parleremo del dress-code mattutino farete confusione e sarà cosa gravissima…

pantalone-ginnico-bershka

Per individuare un vincente del Paese (sia esso centro abitato, nazione o Mondo) dovete verificare con quanta frequenza, a settimana, lontano da orari ginnici, egli indossa una tuta da ginnastica. Chi indossa la tuta per più di tre giorni alla settimana… è un vincente. Chi indossa la tuta fa parte della setta dei vincenti. Soprattutto se indossa la tuta con nonchalance sotto un giubbone tradizionale non troppo da neve e non troppo sportivo. Soprattutto se la tuta non è di marca, chessò adidas o nike o qualche altra pseudomarca della terra. Le marche dei vincenti sono quelle dell’outlet… perchè i vincenti hanno il gusto del minimal…
Se un tizio indossa la tuta 4 giorni a settimana… tipo Lun-Mer-Ven-Dom… è un pigro che va in palestra e si prepara dalla mattina, non è un vincente. Un vincente vero indossa la tuta nei giorni di Sab-Dom-Mar e Giov… proprio per non far sospettare a nessuno che lui la indossi per andare in palestra la sera. Slitamente, il vincente va in palestra i giorni dispari… come me che studio da vincente.
Nei secoli il vincente ha scelto la tuta ginnica come dress-code occulto della propria setta per alcuni indiscutibili motivi… solo alcuni che vado ora ad elencare: innanzitutto lo ha scelto perchè al vincente non piace e non entusiasma, se è un vincente vero, ostentare il suo potere attraverso dress-code o abiti ricchi e sfarzosi. E’ una tecnica per mettere più a soggezione i non vincenti… fingere di mettersi al loro livello per poi comunque farli sentire delle merde o dei braccianti qualsiasi al loro cospetto… che ti parlano a pari ma tu intimamente sai che pari con quello non lo sei per niente (tipo giardiniere della casa Bianca vs Obama… che a casa indossa la tuta 4/7)…
Ancora, la tuta è stata scelta perchè offre indiscutibili vantaggi ascrivibili alla sfera del comfort: per dire, se ti scappa il durello non dei nasconderti se sei un vincente, anzi lo protesti al Mondo intero il durello che ti è venuto, no? Sì che lo protesti, senò che vincente sei? Se sei vincente puoi permetterti di andare in giro con il durello… chi ti deve dire niente? Un vigile? Ed ancora… siccome “Anche i ricchi piangono” ed anche ai vincenti gli scappa da cacare… la tuta ginnica è un capo di vestiario comodissimo per correre al bagno e sedersi per fare sacco senza dover perdere tempo con bottoni cerniere ed altri ammenicoli della tecnologia amish…

boner1-2yihvpbl2qwl3ju1hfuj9m

Last but not Least… la tuta ginnica è il dress-code favorito dai pornodivi… proprio perchè con il suo essere morbida, non ferramentosa e assolutamente smooth al suo interno, si presta ad essere indossata senza mutande dai pornodivi per essere come pistole cariche già pronti all’uso sul set. Com’è ovvio, in base a quanto ci si senta davvero vincenti e potenti e “grandi della terra” si può scegliere se indossare anche nella vita di tutti i giorni le mutande sotto la tuta oppure no…

Io possied tre tute che alterno con maniacale costanza nei giorni su elencati…
…purtroppo però non sono stato ancora ammesso nel club da Rocco, Barack, Giancarlo e qualche Pino qualunque di cui qui non ho voglia di fare il cognome. Vi saluto semplicemente con il gesto che… ho capito… mi servirà per entrare nella setta… gesto che ovviamente non è proprio quello di Fonzie, perchèci vuole l’espressione ed una particolare coordinazione… ma che è sintetizzabile più o meno con il fatto del “pollice su!”… pollice-su

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

13 thoughts on “Indispensabili accessori per apparire vincente agli occhi di un paese che non è solo un paese ma può essere pure una Nazione o l’intero pianeta, per dire…

  1. ysingrinus ha detto:

    Io solitamente metto la tuta quando devo portare a spasso la cana…

    Piace a 1 persona

  2. rachelgazometro ha detto:

    Questo post mi ha fatto tornare in mente loro

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: