I Divi che non sono quelli di Hollywood… sono i membri di quella personalissima teogonia… che regge l’Inferno e tutte le altre amenità che costituiscono l’offerta socioculturale di quel dopolavoro che si chiama Morte.

Voi lo sapete tutti che io c’ho una personalissima Teogonia dove ci stanno Darth Vader, Hannibal Lecter, Gilles de Rais, Biondoddio e Gesummaria. Però ci stanno pure altri simpatici personaggi… e sono venuti in sogno stanotte e mi hanno detto che se non faccio menzione di loro, per me saranno cazzinculogravissimi!

E quindi, niente… ho fatto un accordo: non tutti insieme ma uno per volta. Che senò i post finiscono subito e questo diventa un casino inenarrabile ed un altro – ennesimo – momento in cui mi scapperà forte da cacare perchè avrò finito l’ispirazione e voi leggerete post sempre più brutti e scialbi e ripetitivi.

210316758449f073d03e72c5.36050926-2maradona-e1341923163304

E niente, allora oggi parlo del cattivo per antonomasia degli anni ’80. Quello che tutti conoscono. Quello che se non lo conosci è perchè sei nato o hai vissuto dopo il 1994, cioè dopo che Maradona definitivamente appese gli scarpini al chiodo e si ritirò a fare quel che gli riusciva meglio dopo giocare a pallone ossia tirare di naso, ingrassare, andare a puttane, evadere il fisco ed aggredire i fotografi. Oltre, dopo tempo, a diventare amico di sanguinari dittatori comunisti… lui che a Napoli si faceva il bagno senza mutande nella vasca idromassaggio di un noto camorrista.

maradona-hoiko

E niente, nella mia personalissima Teogonia ci sta pure il mitologico signor Andoni Goikoetxea, al secolo e per gli amici “Il Macellaio di Bilbao”. Sorvoliamo sul fatto che questo signore dal cognome impronunciabile… che quando emigravi tipo in Argentina per fare prima ti scrivevano sull’ufficio anagrafe Goicoicea per fare prima… è basco. E quindi appartiene ad una comunità ed una razza di sanguinari tagliagole che facevano cose pirotecniche come mettere le bombe sotto le macchine di vicedittatori mica male e li facevano schizzare fino al quinto piano di un palazzo. Sorvoliamo sul fatto che a me, quando ero scemo e facevo il comunista non perchè tirasse pelo di fica ma perchè più o meno ero stato plagiato da quel bestseller di fantascienza dove alla fine gli straccioni e gli ultimi del pianeta diventavano i Grandi della Terra, l’ETA mi stava anche più simpatica dell’IRA perchè si appendeva a questioni ancor più preganti, come il diritto di parlare una lingua imparlabile o di diventare autonomi con uno stato che era tipo più piccolo della provincia di Bari – ed era quindi destinato a diventare uno stato fiscalmente canaglia tipo Antigua o Piraten o Liechtenstein (che è impronunciabile e fa traffico di armi e zanne di avorio). Sorvoliamo sul fatto che c’ho tanti amici a Bilbao e Durango e posti simili che mi associano a gruppi di sostegno alla curva degli ultras dell’Athletic Club Bilbao (che è una squadra talmente seria che sembra l’Arma dei Carabinieri… che se non sei basco da sette generazioni puoi essere un campione ma la maglietta non te la metti!). Sorvoliamo sul fatto che a me l’Athletic del Bilbao mi arrapa. Sorvoliamo sul fatto che se sei un centrale di difesa non sei comunque una persona che ha la Torre di Controllo sempre funzionante e la tua vita è fare il lavoro sporco e dirti quotidianamente che il fine giustifica i mezzi er il fine è quello ultimo ed irrinunciabile di non far andare a dama l’attaccante avversario o un suo stretto collega. E quindi mi sei simpatico per forza.

goikomara3

Andoni Goikoetxea a me piace e sta nella mia teogonia perchè ha avuto la fortuna di rompere una cosa bella mettendola a rischio di non esistere più. Andoni ha spaccato l’arto inferiore di Maradona… roba che tra ragazzini pensavamo già all’amputazione. E non ha battuto ciglio. E siccome senza Maradona non avremmo avuto testimoninanza dell’esistenza di dio con l’apparizione della sua Mano, siccome senza Maradona non avremmo avuto dimostrazione dell’estetica del calcio tutta concentrata in un uomo picaresco così piccolo che non si capisce come fece a scendere tutta la metà campo bevendosi la squadra inglese e facendo goal, siccome senza Maradona il capolavoro di Maradona che giocava a pallone non l’avremmo visto… Goikoetxea si assunse sulle proprie spalle come ATlante la responsabilità di privare il mondo di Maradona, cioè di un’opera d’arte contemporanea per una volta davvero bella.

Andoni Goikoetxea è quello che se la vede a rovinare la vita a chi arriva al dopolavoro che si chiama Morte con addosso la responsabilità di averci provato con la donna d’altri non solo in costanza di rapporto (che è gravissimo) ma eventualmente anche dopo che questa è di nuovo single. Soprattutto nella circostanza in cui quella sia la ex di un suo amico stretto, di un suo parente, di un suo compare, di un suo cugino laterale. E funziona così. Tu che hai fatto questa malazione e hai provocato con questa malazione un cazzinculogravissimo a qualcuno ricevi una divisa del Barcellona ed un pallone. Infili la casacca e ti metti davanti ad una porta vuota. E davanti a te c’è Goikoetxea che non deve farti arrivare a dama. E tu non ci riesci. Perchè ti spezza una gamba. Perchè ti rompe una caviglia. Perchè ti fa male. E la caviglia o la gamba tornano a posto subito… ma tu devi rimetterti in piedi e riprovare ad andare a dama. E Goikoetxea ti ferma di nuovo. E ti colpisce. E ti fa male… e ripetere poi sempre tutto da punto uno… cioè da te con la maglietta del Barcellona e con il pallone sotto il braccio… e davanti a te Andoni Goikoetxea.

goikoetxea

Goikoetxea mi è molto amico. Io sono un suo fanatico sostenitore. Lo giustificherei anche se rompesse la testa a Messi, tipo, adesso. Perchè adoro tutti quelli che rovinano le cose belle. Adoro tutti quelli che rompono le cose che tutti trovano belle. Ed è giusto che uno così, nella mia personalissima teogonia, abbia un posto di tutto rispetto.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

6 thoughts on “I Divi che non sono quelli di Hollywood… sono i membri di quella personalissima teogonia… che regge l’Inferno e tutte le altre amenità che costituiscono l’offerta socioculturale di quel dopolavoro che si chiama Morte.

  1. dmitri ha detto:

    Era così bello che non sarebbe stato un problema anche se la vasca del camorrista fosse stata riempita con sangue di vergini.

    Piace a 1 persona

  2. ysingrinus ha detto:

    L’onestà è una grande cosa tu la dimostri con le tue confessioni divine.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: