Di samurai, ronin ed altre metafore significative che alle orecchie di tanti appaiono “stupidaggini” (cit.)

E poco importa se il termine stupidaggine è utilizzato in senso materno o maternalistico… stupidaggine con me non si deve proprio permettere nessuno. Con me o con i miei sentimenti. Vabbè… questa cosa l’ho chiarita, però! E’ molto probabile che in assenza di minimi segnali concreti entro e non oltre il 25 aprile, questo blog diventi privato… ossia accessibile solo da chi ha allestito un profilo wordpress ed è stato preventivamente accettato dal sottoscritto. Ho tempo, abbastanza, non solo per rimediare (SE) ma anche per capire come funziona. Sono convinto che qualche caro affezionato o qualche cara affezionata saprà spiegarmi come fare!
Il perchè di questa scelta è presto detto… se non riesco a ritornare agli antichi ed usati lidi della satira… e tutto si riduce sempre un po’ troppo nella introspezione… dedico il momento della lettura della mia introspezione a chi lo merita… ed in buona sostanza a chi mi merita. Meritarmi significa anche accettare di prendersi un pochetto cura di me. E la cura è un sentimento che prescinde la rabbia e prescinde le draconiane punizioni. Se questa cura non arriva… non esiste merito possibile… ora o più tardi, per poter decidere di sapere che mi passa nella vita… e ultimamente grazie a dio i cazzinculogravissimi luttuosi o meno non mancano! Per cui, sì, è molto probabile che il 26 aprile tutto si apparecchi a che questo blog diventi privato. Ma anche no… non lo so. Tutto dipende molto da come continueranno ad andare avanti le cose… perchè se c’è una cosa che mi da fastidio sono da una parte le promesse non amntenute, dall’altro la costante di pruriginare qua dentro per poi non parlarmene e modificare il proprio atteggiamento a seconda degli umori! Ed è chiaro che parlo di questioni e persone diverse che mescolo qui a bella posta… perchè nessuno si senta chiamato in causa ma chi lo è lo sa!
Ovvio, non muterà la programmazione ed i contenuti… semplicemente essi saranno accessibili a chi dico io e basta… a chi decide di prendersi cura di me almeno un po’… a chi non disdegna una buonanotte o un buongiorno… che sono elementi basilari di affetto e buona educazione prima ancora che di altro. Perchè io sono un essere umano, ho diritto di sbagliare, è possibile che i miei errori facciano del male, anche del male cane… lo so e me ne prendo fino in fondo ogni responsabilità… ma l’oblio è forse una punizione troppo grassa grossa e greca per quel che ho fatto.

234678

Ad onor del vero… le cose viaggiano in modo positivo in questi giorni… ma avevo il bisogno di essere chiaro… perchè io che sono una persona che alle promesse ci tiene molto… ho sempre un po’ paura che qualcuno si dimentichi di quelle che mi fa… per questo sono stato molto puntiglioso sopra. Spiegatemi in commento comunque come si fa… spero proprio di dovervi solo ringraziare e di non doverlo fare… sarebe comunque una scelta molto sofferta!
Ciò detto e proprio parlando di tematiche come la cura… torna l’etica del samurai. Il samurai serve un padrone, finchè il padrone non lo rinnega. Oppure finchè il padrone non muore. E quando il padrone è un sentimento… come quello della cura? Beh se il padrone è un sentimento… anche il samurai è un sentimento… sempre lo stesso, quello della cura reciproca! Chi stabilisce se il padrone è morto o se il padrone ha rinnegato? Di solito lo stabilisce il tempo… perchè ai sentimenti è dato ogni potere fuorchè quello della parola parlata o di quella scritta. Ed in questo caso… il samurai deve fae seppuku o diventare ronin? Fino a quando al samurai è lecito, consentito o sostenibile interrogarsi sulla natura della fine di quel rapporto di servizio? Fin dove si spinge un samurai? Il samurai può dirsi semplicemente: qua non è morto il padrone… qua il padrone mi ha rinnegato? O viceversa qua è morto il padrone e siccome il padrone è morto a me sembra che mi abbia rinnegato, ma è semplicemente morto? Perchè la cosa è dirimente: o il samurai muore per sua stessa mano… oppure si mette a servizio di altri dopo un periodo di vagabondaggio in cui cura se stesso e si prende cura di se stesso.

ronin_by_kwang411

Cazzi seri… tutti cazzi che hanno strettamente a che fare con quel SE che io ho messo tra parentesi prima, quella forma dubitativa per cui c’è sempre tempo per rimediare… SE. Metti che il daimo (il padrone) è malato, così tanto malato da sembrare morto… metti che il daimo è così incazzato da sembrare pronto a rinnegare, deciso a mandare a fare in culo il samurai… quest’ultimo potrebbe sempre e comunque rimediare… cercare la cura per il suo padrone, cercare di riconquistare la fiducia dello stesso… provare a rimediare. Quel se io ce l’ho   stampigliato bene sul mio Wakizashi… eppure non ho mai pensato di farlo pesare quando nella mia vita i rimedi dovevano trovarli altri ai cazzi che mi avevano combinato o avevano combinato nella loro vita e implicitamente se ne doglievano con me o chiedevano a me una mano. Io sono sempre stato certo che quel SE non avrebbe mai trovato asilo per gli altri. Tutti gli altri con me hanno sempre saputo che di tempo ce n’era… e che una soluzione si sarebbe sempre trovata. Io ho sempre avuto per me quel SE stampigliato bene di fronte. Adesso credo solo che sarebbe il caso che quel SE fosse esplicitato. Non foss’altro che per insegnare a quel samurai se deve fare seppuku o trasformarsi in ronin! So essere paziente, però… credo molte cose lo stiano dimostrando!

jean_reno

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

3 thoughts on “Di samurai, ronin ed altre metafore significative che alle orecchie di tanti appaiono “stupidaggini” (cit.)

  1. kalosf ha detto:

    Qualsiasi cosa tu compia, realizzerai comunque un se… Buona giornata!

    Mi piace

  2. chezliza ha detto:

    per quanto riguarda la privatizzazione blog leggi qui
    http://www.aranzulla.it/come-creare-un-blog-privato-35466.html
    per quanto riguarda il resto
    sei un ragazzo intelligente,se sarà il caso il Samurai avrà il suo periodo da Ronin,altrimenti lo sai…
    Sono il tuo kaishakunin…due passi dietro di te,ad un tuo cenno ti darò una morte onorevole.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: