E quindi niente… niente davvero… Pacquiao ha perso ed ha vinto Mayweather… Non si può sempre vincere!

Io continuo a non sapere bene se sia vera e reale l’intuizione che ho del fatto che l’esito dell’incontro avrebbe deciso l’esito delle prossime cose nella mia vita. E’ del tutto evidente che non è così… cioè… non ci sono eventi esterni così lontani che possano influenzare la vita di altri esseri umani. Per dire è come dire: “Se Putin riesce a farsi la nipote di qualche presidente di uno stato africano… io mi laureo”. Non si può pensare davvero così.

Però questo non vuol dire che io abbia smesso di sospettare che la sconfitta – ancora per me inaccettabile perchè davanti ad eventi del genere tutti torniamo bambini ed io come un bambino non voglio accettare che Manny abbia perso sebbene il verdetto sia giustissimo – del mio pugile preferito significhi anche che io stesso sarò sconfitto nella mia prossima piccola enorme epopea. Boh non lo so.

toro_scatenato

Di certo c’è una cosa di fondamentale importanza: quella a cui il mondo ha assistito è stata in modo indiscusso una vera e propria scioccante e distruttiva battaglia. Una battaglia tra due boxe molto diverse, pur se nella stessa categoria. Due modi differenti di vivere la vita e di vivere la nobile Arte. In tutti e due i casi, come nelle splendide storie di boxe, al fondo di tuto c’è un bisogno innegabile di autoaffermazione attraverso i pugni presi ed i pugni dati. Una voglia incredibile di prendere la vita a pugni e sfondare le difficoltà. E tutti e due si sono affermati ed affermati davvero a cazzotti.
Il problema è quando il modo di boxare è il modo di vivere. Floyd Mayweather mette sempre tutto e tutto su una questione di tecnica totale… Floyd è la tecnica in ogni categoria in cui ha militato – perchè chiaramente se cambia la categoria e cambia la struttura fisica cambia anche il modo di boxare. Floyd è il prog-rock della boxe, Floyd è la tecnocrazia totale. E come tutti i tecnici e come tutti i grandi della chitarra prog o della batteria prog… Floyd adora far vedere che lui è “er più”… il migliore nello schivare, il migliore nel combattere in difensiva e ripartire… il migliore nello scegliere quando colpire per essere sicuro di colpire… ed obiettivamente di far male.

r_bleed-for-this_notizia

Pacquiao invece ha una boxe completamente diversa, pur militando nella stessa categoria… e figuriamoci, figuriamoci, è un modo altrettanto giusto e corretto di combattere, sia chiaro. Pacquiao la mette tutta sul confronto fisico. Come negli scachi è abituato a prendere militarmente il centro del quadrato con una velocità davvero incredibile e con una energia che non ci si aspetterebbe comunque da un superwelter. Pacquiao picchia e quando picchia picchia durissimo. Pacquiao è uno che velocissimamente non le manda a dire. Proprio per questo si è trovato a perdere alcuni incontri. A differenza di Mayweather che in carriera non ha mai perso… dico mai.. 48 incontri tutti vinti. Il problema è che quando combatti come Pacquiao devi mettere in conto che un po’ di pugni dei tanti che tiri non vadano a segno e le tue statistiche crollino. Devi considerare che se sei concentrato a colpire colpire e colpire… alle volte un cazzottone lo puoi pure prendere. Se sei lì tutto carico per tentare di buttare a terra l’avversario, beh magari tu non cadi ma ne hai prese proporzionalmente di più… e perdi. E comunque, in tutto questo, devi considerare che chi la mette sulla tecnica e sulla riflessione, sul ghiaccio… col fuoco solitamente il ghiacio vince.

Alla fine nella mia vita va sempre così… ecco perchè io adoro Pacquiao tra lui e Mayweather. Io alla fine sono uno che non ci sta lì a pensare, che parte testa bassa, prova a prendere il quadrato, non si risparmia mai. Certo, è assolutamente vero… io alla fine non mi ci metto mica poi tanto a riflettere. Non mi piace essere “pulito”. Non mi piace essere quello che “io non sbaglio un colpo”. Non mi piace essere quello che “io non sono mai caduto”. Per cui… alla fine, ok… Pacquiao ha perso un altro incontro, Mayweather ha allungato la sua linea di imbattibilità con un incontro che era tutto da scrivere. Ed io?
Voglio cambiare modo di combattere nella vita? Voglio fermarmi un pochetto e diventare quello tecnico? No… non mi ci troverei a mio agio. Io sono quello che il basso lo suona solo con due corde. Io sono quello che adora essere un ariete. Io sono quello che non riesce a giocare in contropiede…

w9XVWsnbk1rhQJORBCqcqqBpp8K

Va bene così… solo, sincermanete… al posto di Pacquiao, quando il match non si capiva se si sarebbe fatto o no, per cinque lunghi anni, per le continue richieste di Mayweather… non lo so se sarei rimasto lì ad aspettare… Per loro è stata anche e soprattutto questione di soldi, tanti, tantissimi… questione che con la nobile arte purtroppo centra ma con lo spirito della nobile arte centra poco…
… io sono anche uno di quelli che… una volta fato tutto… in ginocchio non è che ci posso stare sempre. Se basta poco… se basta poco… se basta un buongiornonotte…    o quel poco c’è… oppure niente… proprio come combatto, con la stessa follia e con la stessa furia, sono capace di andare via.

hurricane

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

3 thoughts on “E quindi niente… niente davvero… Pacquiao ha perso ed ha vinto Mayweather… Non si può sempre vincere!

  1. ysingrinus ha detto:

    Peccato per la sconfitta. Capisco chi nella vita vive per vivere e non per dimostrare che si sa vivere meglio e piú forte degli altri…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: