Ok allora…

8a0889d2ef888558c084eeb48ea8cbbb21

Gesummaria e Biondoddio… ieri ho provato… ma non ci sono riuscito. Me ne dispiaccio…
Non ci sono riuscito per un motivo ed un solo motivo. Io lo conosco e lo valuto e reputo serio.
Per cui ieri il voto del silenzio e del fioretto non l’ho fatto partire. Non me ne dolgo non mi sento in colpa… semplicemente sento di aver fatto qualcosa che il cuore non poteva accettare io evitassi.
Ieri mi appariva sciocco e un po’ crudele far partire la prova del silenzio e dell’assenza… in guerra con me stesso!
Oggi sono stato una persona chiara, sincera, credo di essermi dimostrato partecipe e desideroso di essere il più partecipe possibile. Sono cose che una volta dette, una volta chiarite, non lasciano spazio a dubbi di sorta. Adesso però basta… comincia il silenzio radio su quel fronte. Comincia il silenzio radio anche se la radio poi parla e tra poco parla o ha già parlato che non mi ricordo bene quando l’ho programmata. Da oggi, da mo, vale! Se arrivano le piccole benedizioni avrò un sorriso e dirò che tempo e modo ce n’è… senò la vedrò davvero nera!

Sì oggi doppia radio!
Questa è la canzone giusta per questo momento che io vivo come una prova durissima e profondamente ingiusta!

E vaffanculo ho scelto anche una versione che culla splendidamente… Buonanotte a chi mi vuol bene! E sogni d’oro!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

10 thoughts on “Ok allora…

  1. Lemniar ha detto:

    Fai bei sogni però! Buonanotte 🙂

    Piace a 2 people

  2. chezliza ha detto:

    “Salve tenebra, vecchia amica mia
    Eccomi a parlare ancora con te
    Perché una visione silenziosamente
    Si è intrufolata mentre dormivo
    Ed ha lasciato una traccia
    E questa visione mi si è impiantata in testa
    E lì rimane ancora con il frastuono del silenzio

    Nei miei sogni agitati camminavo da solo
    Strade di ciottoli strette
    Sotto l’alone di un lampione
    Alzai il bavero per il freddo e l’umidità
    Allorchè i miei occhi furono trafitti dal
    Lampo di una luce al neon
    Che squarciò la notte
    E scosse il frastuono del silenzio.

    E nella luce vivida vidi
    Diecimila persone, forse più
    Persone che conversavano senza parlare
    Persone che udivano senza ascoltare
    Persone che scrivevano canti che quelle voci
    Non avrebbero mai condiviso
    E nessuno osava disturbare
    Il frastuono del silenzio.

    “Idioti” dissi, “Non sapete che
    Il silenzio cresce come un cancro
    Udite le parole che potrei insegnarvi
    Prendete le mie braccia con le quali potrei Raggiungervi.”
    Ma le mie parole come silenti gocce di pioggia
    Caddero ed echeggiarono nei pozzi del silenzio

    E le persone chine in preghiera
    Al dio neon che si erano creati
    E la scritta mostrò chiaramente il suo monito
    Nelle parole che si stavano formando
    E la scritta disse: “Le parole
    dei profeti sono scritte
    sulle pareti delle metropolitane
    Negli atri dei caseggiati
    E mormorano il frastuono del silenzio.”

    Questo brano è un chiaro invito a far udire la propria voce, a non rimanere in silenzio o parlare a vanvera, è un monito contro la mancanza di comunicazione….quella giusta…

    notte bello di zia…

    Piace a 2 people

  3. ysingrinus ha detto:

    Gesummaria e Biondoddio sicuramente non hanno bisogno delle tue scuse, loro sanno. Sanno e capiscono.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: