Ho appena finito…

… Finito la prima delle due sessioni del seminario che sto tenendo sulla criminalità organizzata in un quartiere della città di Bari. Non mi ero mai seduto dietro al microfono in una aula universitaria davanti a studenti. Meno che meno nella facoltà dove ho studiato. All’inizio è stato incredibile. Poi tutto è andato liscio… Tutto è andato bene. Certo le facce degli studenti erano spaurite inizialmente a guardare le braccia… Perché per il caldo le maniche le avevo tirate su. Ed erano stupiti a guardare le braccia e sentire dei libri che avevo scritto dal Professore. E poi stupiti dalle mie parole sui miei studi e sulla mia formazione… Poi interessati a quel che dicevo. Tanti prendevano appunti, tantissimi seguivano. Qualcuno si dava di gomito. In tanti sono rimasti sorpresi dal contenitore e dal contenuto. E la curiosità – me ne rendevo conto – era tutta orientata alla mia formazione ed a quella zona borderline in cui i miei studi si sono mossi, a metà tra l’indagine e la ricerca, tra il campo è la scrivania. Quasi tutti lì a guardare i tatuaggi ed ascoltarmi. È stata una esperienza strana ma bellissima. Mi sono sentito ascoltato con interesse ma anche osservato… Studiato con curiosità… È questo che mi ha stranito.
Nel senso sono così strano? Così inusuale?
Credo che in questo momento comunque di grande confusione, di un bel carico di malinconia, di qualche tristezza e più di un problema da risolvere… forse dovrei imparare a ripartire anche da qui… per esempio dal fatto che non sono soltanto – anche se mi piace tantissimo – uno che sa far bene il mastro birraio. Ma sono anche uno che sa leggere, sa studiare, sa fare ricerca, sa trasmettere, sa spiegare, sa capire.
Certo… adesso mi correrebbe l’obbligo di chiedermi dove sono le risposte alle domande che cerco dentro di me… ma fare così la darebbe vinta alla tristezza ed all’incertezza… ed alla benedetta maledetta paura di voler esser solo, di esser solo, di non saper stare con gli altri eppure di volere un abbraccio, di volere gli altri, di cercarli… di riabituarmi ad ascoltarmi.
Ed oggi questa paura non deve partire… perchè se c’è una cosa che sto imparando è che sentire è meglio di interrogarsi, ascoltarsi è il primo passo per capirsi. del resto, si sa anche in criminologia… un interrogatorio ben fatto comincia paradossalmente senza domande… semplicemente raccogliendo stimoli e segnali dal sospettato!
Comunque ora nello stesso treno che mi riportava a casa quando studiavo mi sento stranamente felice, stranamente sereno e contento! Ah benedetta Accademia, che scegli un banale freakkettone per insegnare Rock nelle periferie… Credo gli studenti stessi ti direbbero: NON SAI CHE TI PERDI!

IMG_5761

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

3 thoughts on “Ho appena finito…

  1. ysingrinus ha detto:

    Nessuna paura e ricominciare da qui mi sembra una buona idea.
    Anche la foto mi sembra molto buona.
    Comunque sei inusuale in quanto sei tu e non sei un altro. Chiunque è inusuale.
    E poi è facile che finché sei studente universitario fai ancora fatica a non giudicare un libro dalla copertina (volendo citare uno dei miei films preferiti, The Rocky Horror Picture Show)! 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: