… e vai!

Contro ogni pronostico lo mise a terra al la seconda ripresa. Il primo a non crederci era Mimmo. Dopo il primo gong, all’inizio della prima ripresa, Gianni era partito all’attacco. Colpo di cortesia per cominciare e poi subito sotto. L?avversario aveva leve più lunghe. L’avversario aveva braccia che arrivavano più in fondo. L’unica era togliergli il margine per colpire. E così si era fatto sotto. Ed in una ripresa aveva tirato una quarantina di colpi. A segno poco più della metà. Abbastanza da togliere il fiato e toglierselo. Tornato all’angolo col favore di almeno due punti di scarto nel giudizio, le grida inferocite di Mimmo che gli ripeteva in continuazione “Adesso non hai più nulla da dare… adesso non hai più benzina… quello si chiude, ti fa sfogare, ti fa spompare e poi ti butta giù… bravo coglione!”. R lì a ripetergli di chiudersi, contenere, gestire. Non aveva mandato i suoi sì di sopportazione, si era voltato al suo coach e non aveva trovato di meglio da dire che “Lo butto giù…”. Mimmo aveva fissato i suoi occhi in quelli di Gianni: “Tu finisci giù, così… e io non ti alleno più!”. E al suono della seconda campanella, mentre quello provava a gestirlo, fu Gianni a diventare incontenibile. E’ una scommessa, quella che fai in questi momenti: “Se gli rompo la guardia e lo prendo due tre volte per bene, tutta la riserva mi basta e tutto quel che può dire dopo non serve…”: E così Gianni provò il tutto per tutto. Quando vide che la guardia si rompeva forzò di destro, a guardia rotta cercò le energie che erano rimaste nei polpacci e nella suola degli stivaletti… tre colpi: destro destro e montante sinistro scompostissimo sotto. Bum, Ko. Non che gli avesse spento la luce… no… quello da terra si stava facendo i suoi calcoli: gli serviva un Ko vero e proprio per vincere… ed aveva sempre meno tempo sulle tre riprese. Restò a terra, mentre Gianni non stava fermo un attimo all’angolo, con Mimmo che gli urlava “Recupera, non hai finito, recupera…”. Poi la campanella, il verdetto… e la risata di Mimmo, isterica, arrabbiata: “Tu se non mi ascolti, con me finisci male!”.

One thought on “… e vai!

  1. chezliza ha detto:

    destro destro e montante sinistro scompostissimo sotto….
    che cialtrone ha ragione Mimmo
    😀 😀 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: