Ci sono nani e nani… e certi nani non vanno confusi con altri nani…

Il gobbo maschio porta bene, la gobba femmina no! Il nano maschio porta bene, la nana femmina dipende. Perchè di nani ce ne sono tanti. La nana femmina non piace a nessuno. Anche se l’adagio popolare dice che son tutte “tane” e lo dice pure un mio amico. “Dobbiamo andare da Decathlon: zainetto, lucetta da speleologo, bastoncini da passeggio e… tutti nella tana!”. Il nano maschio nei film porno sta, la nana femmina no.

1217094382357_f

Però basta zozzerie la faccenda è seria. Quando parlo di nani, sono serio. Come quando vi parlai di Marin, il nano rumeno dimenticato dal circo, quello che volevo adottare perchè danzasse per il diletto dei miei commensali, passeggiasse con me con una comoda pettorina a guinzaglio e la notte dormisse acciambellato nel cestello della lavatrice, l’oblò aperto su mondo e sull’aria da respirare.
Marin era un nano vero. E non esistono nani finti, i nani di sesso maschile sono tutti, tutti quanti veri.

1447336626614.jpg--

Sono le nane il problema. E non è una questione di becero maschilismo. Io non sono maschilista. E le nane non voglio adottarle, lo sapete. Ma so che ci sono nella mia vita e quindi provo a spiegare perchè in alcuni casi mi diano disagio!

Le nane femmine sono di tre tipi: quelle biologiche, quelle mascherate e le follette. Le follette – le ultime saranno le prime – sono donne aggrazziate, piccine piccine, minute… ai limiti delle evanescenze. Per chi è rimasto vergine oltre la data di scadenza a causa di estenuanti partite di D&D… le nane quasi follette in realtà sono le bambine piccoline piccolissime degli elfi. Quelle sono le nane follette. Sono fatime, donnine aggraziate che portano tanta felicità, tanta serenità e tanta fortuna. Io le follette le adoro. Puoi baciarle in testa, puoi poggiare il tuo mento sul loro capo, le puoi abbracciare e sollevare con un braccio solo. Sono leggere come la felicità e la serenità che ti trasmettono. Hanno occhi di bambina e credono sempre che il mondo sia un posto bello, bellissimo, felice. E che nessuno possa nemmeno pensare al male. Le nane follette vanno protette, sono un dono di Gesummaria.

punta-mita-riviera-nayarit-fashion-blogger-she-petite-10

Poi ci sono le nane biologiche – perchè ogni tanto in ordine bisogna andare – e su quelle c’è poco da dire. Sono brutte, sgraziate, non ti si alza nemmeno a vederle anzi muore deficitando, hanno vocioni da uomo e vanno bene solo come contraltare femminino del nano maschio in programmi televisivi shock come “Piccolo grande amore” su Real Time. Le repliche. Loro non hanno una visione reale del mondo. Sanno solo che è un posto troppo complicato per viverci, a meno che non si abbiano quattrini a sufficienza per pagarsi un buon designer, un concreto make over della casa e tanti strumenti per allungarsi rimanendo nani. Tipo le prolunghe dei pedali dell’auto.Se non fosse che ogni tanto le vedi in giro, le catalogherei come effetti speciali.

JenDrPhoto-1F7B3CDA6

Poi – poichè in medio stat virtus – ci stanno le nane mascherate. Quelle che non sai mica poi ben dire se sono nane o no. Ci poggi il mento sul capo per trovar sollievo alla schiena ma quando le abbracci sono tozze. Però non sono alte meno di 1,35 quindi per l’OMS non sono tecnicamente affette da sindrome di nanismo. Guardi il bacino e le cosce e scopri che non sono follette… no, sono sgraziate, vergognosamente sgraziate. Hanno le cosciotte gonfie, i polpacci seri, le ginocchia un po’ torte all’infuori. E camminano con le braccia curvate, a uovo. Ed hanno le mani accartocciate, piccole, con le dita cicciotte. Che il boccale da litro della Hoegarden lo devono tenere con le due mani. Ma pure la pinta di Guinness. Ed al bancone si sporgono con le punte di piedacci a panzerotto o a calzone… quei piedi senza sorte e senza ventura, corti, tagliati con l’accetta di quel fesso di sangiuseppefalegname. Sono genti tristi, le nane finte, le nane Made in China. Perchè non sono nane. Sono follette cattive, che si sono accartocciate fino a somigliare a brutte nanacce – già inutili di per loro – a causa dell’odio che provano per il mondo, per gli altri. E non è misantropia ma certa consapevolezza dei propri limiti. Ed odio per quei limiti. Ed all’odio per il mondo di fuori si assomma l’odio per il mondo di dentro. E ti contorci ancor di più. E di notte piangi e lo sai perchè.

20150127095605931

No… io amo i nani. I nani maschi che come i gobbi portano bene. I gobbi strutturali non gli Juventini, che sono nane finte… ed a differenza delle nane vere, invece di essere indifferenti, al mondo fanno male!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

15 thoughts on “Ci sono nani e nani… e certi nani non vanno confusi con altri nani…

  1. ysingrinus ha detto:

    Metti scene di Twin Peaks, sai ce attirarmi!
    Sangiuseppefalegname è sempre esistito o è un’entità nuova?

    Piace a 1 persona

  2. alidivelluto ha detto:

    Comunque Bridget Powerz il suo seguito ce l’ha. 🙂

    Piace a 1 persona

  3. chezliza ha detto:

    Ah! Mio giovane Padawan
    Bada a Te che le creature piccole a volte sn giganti😡

    Piace a 1 persona

  4. chezliza ha detto:

    tranquillo sn troppo meraviglioserrima x far parte del mazzo 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: