Dopo di Noi – 2.1

Quel che dovrei ancora dire

La domanda che viene più facile, mentre pettini i capelli a una vecchia ormai cadavere, sulla barella d’acciaio dove l’hanno distesa e assieme a te l’hanno composta, vestita e preparata, non dovrebbe mai essere: “Stasera che danno in televisione di accettabile per la trasmissione in Sala Cinema?”. Abbiamo protocolli per la scelta dei programmi televisivi da trasmettere: no calcio – sì cartoni animati, no dibattiti di pubblica utilità – sì film per la famiglia; sono ammesse le serie tv che non siano contrassegnate dalla dicitura: “Bambini accompagnati”. Divieto assoluto per tutte quelle trasmissioni, film, documentari che possano stimolare o accendere aggressività o stati di eccitazione superiori al consentito. Tecnicamente dovremmo vigilare e intervenire anche per scoppi di emotività improvvisa, anche se giustificati. Sarebbe bene prevenire anche attimi di sincera commozione: non fanno bene al sonno sereno dei pazienti. Nel dubbio abbiamo il suggerimento di leggere con attenzione il palinsesto di Famiglia Cristiana, ritenuto affidabile nei giudizi e non eccessivamente castrante.

“Dopo di noi” è una serie di racconti che posto su questo blog, nel quadro di un più ampio progetto di blog noveling, tipico della formula della scrittura creativa. In questa serie seguiremo le avventure di Sonia, dipendente della clinica per dabilità psichiche “Dopo di Noi” alle prese con l’invasione dei Morribondi, una forma molto aggressiva di terribili zombie.

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

20 thoughts on “Dopo di Noi – 2.1

  1. kalosf ha detto:

    Questo passaggio così descrittivo mi piace. E, non so, lo sento applicabile alla realtà…

    Liked by 1 persona

  2. lamelasbacata ha detto:

    Io e i mie colleghi appena vediamo un drappo sulla porta della chiesa andiamo subito a vedere chi ci è morto, cinismo, deformazione? Mah!
    Interessante il palinsesto di famiglia cristiana! 🙂

    Liked by 1 persona

  3. ysingrinus ha detto:

    È presto detto come mai sono diventati zombies loro!

    Liked by 1 persona

  4. vikibaum ha detto:

    morribondi…mi piacciono come zombies! ciauuu

    Liked by 1 persona

  5. Tati ha detto:

    …palinsesto utilissimo a spegnere ogni tipo di emozione…

    Liked by 1 persona

  6. chezliza ha detto:

    minchia x forza si azzombano.

    Liked by 1 persona

  7. alessialia ha detto:

    ammazza oh! e che allegria… e ce credo che so diventati morti viventi… quelli si sono ammazzati da soli per fare qualcosa di piu eccitante diventando zombie!
    ah, ma i capelli dei morti non vengono via metre uno li pettina? che schifo!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: