(3/2) Abilità conversazione sopravvivenza ++ lingua francese e Voyager attrezzato caravvaning campeggio cercasi

Tutta questa dotta disquisizione a cosa è servita? Spiego brevemente e molto facilmente. Siamo una società di giovani e “non più così giovani” che si confronta con un mondo del lavoro respingente, nel quale solo pochi ed a gravi compromessi, riescono a fare quel che vogliono. Molto spesso non facciamo quello per cui abbiamo studiato. Molto, molto spesso, quando ne abbiamo la fortuna siamo sottopagati e sfruttati. Capita spesso, spessissimo, che tanti smettano di cercare lavoro e decidano di fare “altro”.

Io, in attesa della concretizzazione di possibilità, nel campo della ricerca, ho deciso di irrobustire la mia posizione di ricerca e nel frattempo tenermi allenato con quel che mi piace fare: scrivere, narrare storie e vicende. In un mondo che si evolve e da a tutti la possibilità di confrontarsi con tematiche come l’autoproduzione e la scrittura artigiana, ho deciso di battere ANCHE questa via. Non ne avevo le competenze? Ho preso ad acquisirle. Non avevo le conoscenze giuste per capire i meccanismi del mondo della editoria self-publishing? Ci sto lavorando, studiando il mercato.

Ne parlavo oggi con un amico che mi invvitava a seguire dei corsi di cucina: ieri impasto, oggi pasticceria. Lui fa l’ingegnere, ha del tempo da dedicare, uno stipendio credo dignitoso ed una bellissima vita LONTANO DA QUI! Gli ho risposto che quel che mi serviva, in cucina, io potevo trovarlo su Youtube, nei tutorial. Ha minacciato di schiaffeggiarmi. A ben donde: che cazzo ti insegna? Puoi fargli domande? Farti venire curiosità sui procedimenti? Ha ragione, non puoi. Gli ho risposto che per quello che serve a me, che non voglio per ora andare oltre, quello strumneto è sufficiente… preferisco investire le mie energie su impegni diversi perchè le abilità di cui ho bisogno nei prossimi mesi sono differenti dal cooking and baking. Ha convenuto che anche il mio punto di vista era saggio.

Cosa vglio dire? Ha senso nel nostro mondo, ricercare programmi ampli per orizzonti lontani? O cambiamo così in fretta da aver bisogno di skill e programi a breve medio termine? Arriveremo anche noi all’host di implemento abilità? Proprio come un “solo of fortune” qualsiasi, anch’io acquisterò a pochi credichip del silicio con su impresse istruzioni e skill nuove per la mia campagna di primavera/estate? Fateci caso… da un po viviamo con questa filosofia. E quando lo facciamo con consapevolezza, ne siamo anche felici!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

34 thoughts on “(3/2) Abilità conversazione sopravvivenza ++ lingua francese e Voyager attrezzato caravvaning campeggio cercasi

  1. ysingrinus ha detto:

    Ne siamo felici perché sentiamo di poterci muovere, di capire come funziona il tutto e riduciamo la frustrazione.

    Liked by 1 persona

  2. rachelgazometro ha detto:

    Non fare corsi di cucina mi sembra un’ottima idea! Cucino per lavoro e tutto quello che ho imparato è stato sul campo (non nego di aver rubato molte ricette su youtube).

    Liked by 1 persona

  3. lamelasbacata ha detto:

    I progetti a lungo termine può permetterseli ormai solo un adolescente e chi ha disponibilità economiche consistenti.
    Per tutti gli altri ben venga l’apprendimento finalizzato a risultati immediati. Non è così male, si tiene viva la mente e si impara ad essere fluidi.
    La felicità nel lavoro ormai è solo utopia.

    Liked by 1 persona

  4. Tati ha detto:

    A volte mi viene da pensare che siamo così concentrati nel trovare la massima soddisfazione con il lavoro da scordarci che dovrebbe essere solamente una parte del nostro tempo… Credo sia importante coltivare ciò che ci interessa e ci soddisfa
    È un lavoro certosino e a tratti sfiancante di incastro tra ciò che piace, ciò che serve e ciò che dobbiamo fare… Ma credo comunque sia importante

    Liked by 1 persona

  5. chezliza ha detto:

    Ho iniziato a lavorare a 15 anni rifiutandomi CATEGORICAMENTE di fare una scuola superiore che nn era nella mia indole…entrando in conflitto coi miei che mi volevano Ragioniera e sposata con un professionista(vedasi dottore/avvocato/manager/etc.etc.
    E per 30 anni il settore alberghiero e’ stato il mio mondo .
    A 41 anni con marito e tre figli mi si volevano imporre condizioni a limite del caporalato e ho semplicemente deciso che NO!Non ci sto’!
    Affrontando le conseguenze e gli scleri personali che ne derivano.
    Quindi ben venga ragazzo ogni cazzo di decisione che ti faccia star bene a livello personale!!!

    Liked by 1 persona

  6. alessialia ha detto:

    ah! e io li ho letti diciamo in fila…
    avevo capito che volevi partire….
    diciamo che fare progetti al giorno d’oggi così a lungo termine non è facile,..
    ideali? boh! sogni? boh…
    Ma quelli pero ce li dobbiamo tenere stretti… che sennò non se vive manco piu per GNente!
    tempo fa mi sarebbe piaciuto partire per del tempo all’estero, meno impegnativo di quello che hai descritto tu…
    persone che conoscevo lo hanno fatto e non sono piu tornati…
    ogni decisione che ci fa stare bene sia la benvenuta, nel limite del possibile, ovvio!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: