Vetriolo 02 – Romanzo di azione e fantascienza di Domenico Mortellaro

Si sporse oltre il mobile che fungeva da piano di lavoro, opposto alla zona letto ed aprì il deflettore. Poca roba: era aria calda quella che entrava. Scosse la testa, sbuffò, raccolse la pettorina e la infilò chinandosi per avere più spazio. “Vedi che succedeva se ti compravi l’Alfa Mito?”. Annuì a quel pensiero lasciando scivolare la protezione che strinse in vita richiudendo le due cerniere poco sotto le ultime costole. Sollevò le due spalliere lasciandole scorrere nelle guide finchè non scattarono con un clack di plastica dura quando furono in posizione. Allacciò stretta la cintura sui fianchi, col solito fastidio, lasciando che la conchiglia restasse lasca sotto il cavallo. Solo allora tirò su i pantaloni e sistemò le bretelle elastiche passandole sopra la pettorina ed incrociandole attorno al collo. Lo specchio sistemato poco sopra il banco di lavoro gli restituì la visione della testa rasata di fresco imperlata di sudore nemmeno fosse appena uscito dalla doccia. Una stilla scese veloce a rigargli il viso ossuto, lungo la basetta corta ed ispida, fin giù a bagnare la testa della pantera che si arrampicava sulla giugulare destra. “Te la stai sudando, la cena… – il viso nello specchio gli sorrise di rimando – Tu sei uno che se lo sa sudare il pane!”. Parole a mezzo servizio, buone solo per quella conversazione così intima. Aprì l’anta sotto il mobiletto di fronte al letto, tirò fuori i moonboot neri ed il collo di pile in coordinato. Calzò gli stivali, infilò il giro di tessuto sintetico e sospirò: fatta! Guadagnò l’uscita posteriore e prima di far scorrere il portellone sollevò una delle sedute recuperando una felpa nera con cappuccio, anonima, senza loghi o stampe. La infilò e fece scorrere la zip a serrarsi dentro. Fece salire il cappuccio e scrutò la strada nascosto dal vetro oscurato. Martano dormiva beata in quella notte d’agosto. Mantenne il portellone con la sinistra mentre lo apriva, per evitare facesse troppo rumore. Sgusciò fuori senza far completare la corsa alla portiera, poi la richiuse con cautela. “Tre minuti, non uno di più!”.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

5 thoughts on “Vetriolo 02 – Romanzo di azione e fantascienza di Domenico Mortellaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: