Vetriolo 15 – Romanzo di azione e fantascienza di Domenico Mortellaro

Dopo un’ora di chiacchiere sulla qualsiasi, passate ad infarcire di dettagli d’un grigio slavato tutte le risposte che dava, per provare a non lasciare una domanda inevasa, senza nello stesso momento dire nulla, salutò il terzetto. Una delle tre, forse Rossella, ma sul nome sapeva di non poter essere certo, non riuscì a fare a meno di notare con quanta attenzione lui si fosse perso nel guardare il sedere di Valeria. Gli sorrise complice, ricordandogli che avrebbero passato la nottata in uno dei chioschi con musica sul lungomare opposto, dalle parti del villino che avevano affittato. Vincenzo, di dove fosse sistemato, non aveva lasciato trapelare dettaglio alcuno, glissando con un laconico: “Un bed and breakfast in centro…”. Ammettere che per non lasciare alcuna traccia documentata del suo passaggio dormiva negli uliveti dell’interno, nel retro del suo Voyager, avrebbe voluto dire doversi dimenare tra sperticate scuse per giustificare che, no, grazie, non c’è bisogno alcuno che mi ospitiate. “Dai, sì, magari stasera ci vediamo lì…” e le salutò seguendole allontanarsi con lo sguardo. La vedetta stava ancora seduta lì, sul muretto, novello assistente ai bagnanti lì impalato a fingere di scrutare il mare, torso nudo e muscoli pompati, depilè di fresco ed un po’ troppo olio a far luccicare una abbronzatura eccessiva, da profondo Maghreb. Quando Valeria e le sue amiche passarono vicino al ragazzo, lui spostò lo sguardo su di loro. Si alzò e dopo pochi attimi, quando il distacco fu di una cinquantina di metri, prese a camminare dietro di loro con un passo lento e cadenzato. Vincenzo abbandonò la sdraio dove era rimasto seduto e cominciò a percorrere il bagnasciuga con la stessa lentezza, guardando di tanto in tanto il fronte strada della spiaggia per seguire il quartetto scomposto.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

One thought on “Vetriolo 15 – Romanzo di azione e fantascienza di Domenico Mortellaro

  1. ysingrinus ha detto:

    Povero Vincenzo, costretto dal caso ad intervenire. Se di caso si parla.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: