Clockwork Orcas 4.2

Clockwork Orcas 1 – Di Domenico Mortellaro.
Il primo romanzo di una saga a cavallo tra mythpunk, clockpunk e dieselpunk.

Fu una voce altrettanto grave ma pacata a rispondere a quelle parole. “Eppure, vedi Silvia? Vive. Vive ancora. Libero dall’orrore del metallo, quest’uomo ancora vive. Cosa resta, al netto di pistoni e connettori, viti e bulloni? Resta la carne. Ed è carne viva, quella…”. Questa volta i suoni non si muovevano come elastici fendendo l’aria e mutando ad ogni passo. No. Era un’onda lenta e uniforme che arrivava a dilavare le imperfezioni e la confusione scompigliata dei suoni di un attimo prima. Nel tremolare incomunicabile di quel buio squarciato dalle prime parole, un suono tiepido a portare ordine e quiete.

Di cosa parlavano? Della carne e della pelle di chi si contendevano il destino? Sulla vita di chi pretendevano l’ultima parola? Fece uno sforzo, cercò di aprire meglio gli occhi, schiudere le palpebre… ma tutto fu vano. Riuscì a spalancare gli occhi solo per pochi istanti, . Una fitta improvvisa lo costrinse a lasciare che si chiudessero ancora. Faceva fatica anche solo a tenerli aperti. Dovette accontentarsi di una fessura appena dischiusa per cercare di strappare al buio altri dettagli. Fortuna che, lì dov’era, aveva il viso rivolto verso la sorgente di quella voce pacata ed inquietante, quella voce maschile che blaterava di carne viva e di orrori di metallo. L’uomo che doveva aver parlato indossava una lunga tonaca nera. Calzava in testa un cappuccio puntuto. Aveva le braccia conserte poco sopra lo sterno. Immobile, regalava alla sua vista un’orbita unica, nera, sotto le falde lasche del copricapo. La luce gelida e fastidiosa dell’ambiente non valeva a rubare nessun dettaglio del viso. Lo immaginò giovane, comunque, ricordandosi al tempo stesso che una voce poteva mentire. L’onda calda tornò a spandersi aprendo il suo fronte proprio dal fondo di quell’antro di stoffa.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: