Archivi categoria: Di nuovo che ridi

Tipo quando… quei baci…

Tipo quando ci sono certi baci… e sono belli…
Tipo quando stai da un capo del tavolo all’altro e ti viene male e ti sposti per stare vicino.

Tipo così, che lei non te l’aspetti, ti guarda e ti bacia!

Tipo che poi la guardi e la riguardi e corri a rubartene un altro di bacio.
Tipo quando non riesci a farne a meno.
Tipo quando non è il bacio ma quello che sta dietro, dentro… tipo che senti che c’è qualcosa di più ed è una magia, una cosa che regala quel contatto tra le tue labbra e quelle di lei e solo quelle di lei.
Tipo quando senti insieme al respiro il rumore… ed è un rumore piccolo e dolce, continuo, di una tenerezza che resti lì e ti senti il bambino più felice del mondo.

10519900_f260

E poi però, tipo che ti senti grande. Ti senti fiero, felice e forte… perchè ogni bacio piccolo piccolo che lei e solo lei ti da ti fa bere una medicina nuova, quella del sorriso e della felicità. Perchè non è solo una questione di ricci, capricci, occhi belli e mani da scaldare.

Tipo che ogni momento senti che c’è una cosa bella che puoi fare… te lo fa capire quel bacio… e ogni volta ti ripete che è giusto così, che vai bene così, che ogni attimo fai meglio di prima. Tipo che ogni momento ogni bacio che ti da ed ogni 3 che ricambi… ti senti speciale perchè sai che tutto quello che vuoi è che lei sappia che “Per me sei importante!”. Senza dirlo, che le parole non servono quanto certe cose più belle che sono i gesti.

Dimmelo ogni giorno che vuoi i miei baci… dimmelo ogni giorno e non mi stanco mica!

Tipo così: ogni giorno più o meno ma a cadenza non regolare… dimmi “Ehi ho voglia di vederti, ho voglia dei tuoi baci!”.

Annunci

Tipo quando… i ristoranti

Tipo quando non ti sei mai visto e non ti conosci…
Tipo che non sai come mangia lei…
Tipo che non hai idea di dove ti porterà…
Tipo quando hai fame famissima… e mangiare con lei ti sembra il modo migliore per cominciare e per scoprire…

Tipo che dopo venti minuti c’è l’acqua e non hai bevuto… perchè ti guardi e parli…
Tipo che dopo tre quarti d’ora ci sono gli stuzzichini e sono tutti nel piatto…
Tipo quando arriva il cameriere e dice che l’antipasto dispiace se si fredda e lo sporziona…
Tipo che sono passate due ore e non avete scelto il dolce…

boho-boy-cute-fashion-Favim.com-2245140

Tipo così… che finisce la cena e paghi e ti sembra di esserti appena seduto e chissà se ti ricordi che hai mangiato… sì, proprio così, tipo così.

Ed hai pensato nell’ordine che è bella, che è forte, che fa tanto l’acidona ma è dolce.
Tipo così, come i cuccioli di rottweiller… però a pelo ricciocapriccio. Ed hai pensato che il suo è il sorriso più bello del mondo. Ed hai pensato che non volevi finisse la cena non per fame di cibo ma per sete dei suoi occhi e di come ti guardavano… e di quant0 era bello guardarli.

Tipo così… che è la cena nel ristorante migliore di tutte le Puglie e tu non ricordi che hai mangiato ma su trip advisor gli metti cinque stelline perchè dici: 1 lo ha scelto lei e 2 forse mi sono pure dimenticato la testa da qualche parte!

Tipo quando… quel bacio…

Tipo quando non lo sapevi nemmeno che c’era gente molesta, ma molesta forte.
Tipo quando hai detto andiamo lì a bere…
Tipo quando le hai viste lì a conciliabolare che non si può dire ma rende l’idea…

Tipo così, che ti fermi e ti guardi allo specchio dietro gli occhi e ti parli in silenzio…
… perchè non ti senta nessuno! E ti dici che felice come in quelle ore non lo sei da tanto, troppo, troppissimo tempo. Tipo così!

E ti dici che non baratti una felicità così per nessuna paura. Perchè non hai paure da barattare. E ti dici che ti sei sempre andato a prendere quello che volevi… e te ne sei sempre fregato. Tipo così! Ed è allora che ti dici che lei ha la testa alta e le spalle grandi… e non sta bene nemmeno per un attimo dare l’idea, comunque sbagliata, che tu abbia altro per la testa. Perchè le persone con la testa alta e le spalle grandi ti piacciono perchè sanno dare risposte tipo “Beh, se cerchi altro, lasciamo stare, no?”. E tu non cerchi altro… cerchi i ricci, i capricci, le spalle grandi e la testa alta…

images-1

E lei ti bacia di nascosto, tipo così! Smack… e sembra che nessuno abbia visto e nessuno veda. E tu non ti scomponi… nemmeno ora che dentro c’hai tutto un gruppo tipo i Radiohead che suonano l’assolo prepotente di Paranoid Android! Tipo così, ma proprio così. E tu dici che non basta. E le prendi dolcemente la testa come per abbracciarla. E la baci una, due, tre… mamma quante altre volte.

E senti un sospiro bello che esce dalle sue labbra. E capisci che hai fatto la cosa giusta.

E che non erano le tue di paure a dover andare via con quel bacio… ma forse le sue… non paure ma qualcosa simile al: “Vabbè ma quindi?”

Ed è tutto più bello! Tipo quel primo bacio? Tipo così!

Tipo quando… il profumo…

Tipo quando lo sai che non è un profumo che si compra.
Tipo così, che sai che è una di quelle puzze bellissime che la gente si porta addosso. Tipo che sai che non stai sniffando il profumo di un campioncino, di una bottiglietta, di uno spruzzino… ma è proprio il profumo della pelle… quello unico… quello solo…

Tipo quando sai che con le narici puoi prendere le sue impronte digitali… e sai che saranno solo le sue e che quel profumo lo sapresti riconoscere tra mille…

images

Capito tipo cosa? Tipo così, che non riesci a fare a meno di non sentirlo ogni giorno almeno due volte al giorno… e così corri via ogni volta che puoi. E ti eri detto: solo oggi. Poi oggi e domani… poi ieri domani e sempre. Finchè si può, speriamo sempre.

Tipo quegli abbracci forti forti… che ti regalano calore e di colpo ti fanno sentire che qualcuno si sente al sicuro perchè sei tu che abbracci. E tu dici che gli abbrcci non sono gratis… che bisogna darla qualcosina in cambio. E detta copsì sarebbe brutta… se non fosse che il pagamento è stringerti col naso sul collo, dietro l’orecchio, sotto i capelli ricci e capricci… così inspiri, sniffi… e ti riempi di quel profumo buono che è solo il suo… e fai di tutto per portarlo con te… Perchè sa di felicità e di abbracci!

Tipo quando… le mani…

Tipo quando passi un giorno intero a guardare le mani
Tipo quando ti sembra che siano mani grandi grandi… e ti dici che quelle mani stringerebbero le tue e farebbero polpette.

Tipo quando le prendi tra le tue la prima volta, quelle mani… e scopri che ti sbagliavi, anzi, che avevi avuto l’impressione dall’inizio che fosse forte, che fosse Donna e ti eri detto: avrà le mani gradi, come le spalle grandi… e invece aveva spalle gentili e mani tenere, tenere e più piccole delle tue.Però adesso era ancora più donna!

x_08e9a633

Tipo quando ti ha detto che anche a ferragosto c’ha le mani fredde. Tipo quando ti ha detto “Che calde le mani tue!”. Tipo quando ti sei sentito proprio così… e hai voluto prendere quelle mani tra le mani… ed hai fatto il gioco di vedere chi le aveva più grosse. Ed hai vinto… e per premio le hai baciato le dita, il palmo, il dorso delle mani per mezz’ora meno tre minuti che fa ventisette!

Tipo quando… le spalle…

Tipo quando ti accorgi che tua cugina diceva una cosa vera.

Tipo quando ti accorgi che è genetica!

Tipo quando capisci chiaro e tondo che c’è una tensione… come la calamita magica della gravità che ti tira per terra se voli e fa attrarre le cose belle tra di loro e scacciare via quelle brutte, lontane lontane, prima o poi…
Ecco, così!

images-2

Tipo così: che capisci che ci sono due cose che ti piacciono proprio tanto… la sua testa alta e le sue spalle “larghe” anche perchè sono piccole e gentili. Anche se sono minute e graziose. Perchè non le curva mai… Perchè ti piace tanto vedere che non sfila sulla vita e non si sfila dalla vita. Ci passa dentro senza paura, col sorriso e gli occhi dritti.

Tipo così: che tua cugina aveva ragione, che è genetica e che io, nel sangue, porto dentro una specie di predisposizione… Caratteri forti ne abbiamo? Donne con tre D maiuscole ne abbiamo? Ok, allora, tipo così… che sei felice!

Contrassegnato da tag , , ,

Tipo quando… I ricci…

Tipo quando ti chiedi, no(?), ma se ogni riccio fosse un capriccio?
Tipo così, ogni riccio un capriccio e tu non sai quanti sono i ricci. Si possono contare i capelli? I capelli ricci? Ci riuscirebbe Raimond “Rain Man” Babbitt? Mica lo so! Avrei bisogno di contarli uno ad uno, con le dita.

E so che sarebbero millemilamiliardi. Millemilamiliardi di ricci sono belli. E se ogni riccio fosse un capriccio? Stai mordendo il cuscino prima di prendere sonno. Paura!

1e189534b2c4039f95a833644dabf3deb73424ab

MIllemiliamiliardi di capricci… tanti quanti sono i ricci. Millemilamiliardi sono tanti.

Tipo così e ti immagini bambino ad aprire le braccia fino a farti spezzare la schiena e lo sterno per finta stringendo la smorfia del viso e del muso e strizzando gli occhi.

Che belli quei ricci che non puoi toccare. Che tanti: millemilamiliardi!
E se fossero capricci? Non hai paura. Tutti e millemilamiliardi. Glieli perdoni… e corri a esaudirli? Sì.Uno al giorno, però… e non più di tre! Se ogni riccio e un capriccio uno al giorno, non più di tre!

Tipo così, che parli di capricci, ti sogni contare i ricci… e fu così che Domenico aveva perso la testa! (cit.)

Contrassegnato da tag ,