Archivi tag: Bellucci

Rubo giochi e tag qua e là…

E ora non ricordo nemmeno a chi ho rubato queto tag e questo gioco, ma, tipo, ho trovato in giro uno di quei tag a catena di santantonio dove ti invogliavano a fare il nome di sette invitati sette del mondo del cinema per il cenone di Capodanno, motivare la scelta e parlare anche del menù, motivandolo! E allora andiamo, con la precisazione che non troverete sotto tag a guastarvi la giornata…

  • Monica Bellucci, non nella versione banalissima e scontatissima de “La Riffa” che sicuramente sarebbe ispirata, visto il contesto, ma quella molto più pazzerella e scialba e ochetta de “L’Ultimo capodanno!”. Solo che potrebbe star certa, non la tradirei con una racchia come quella del Film. Ah sì, con lo stesso vestitino rosso. E lo stesso intimo sotto, merci..lultimo-capodanno
  • Stacy Martin così come ce l’ha regalata Nymph()maniac parte 1. Possibilmente nel periodo che va sotto il nome di Capitolo 3, quello in cui lei felice e spensierata dice “Ti amo” a tutti mentre viene e dice a tutti: “E’ stato il primo orgasmo!”. Così, per ricordarmi che ho ragione a non fidarmi mai troppo di certe affermazioni sugli ex! E poi perchè mi ricorda una storia in cui sbagliai tutto… e stavo con una ragazza che le somigliava moltissimissimo!
    stacy-martin-nymphomaniac-part-1
  • Iwan Rehon… che è il mio personaggio preferito in “Game of thrones” per il suo fare assolutamente psicopatico e per la sua propensione alla cattiveria immotivata. Ovviamente non posso accetare la sua presenza da solo quindi, si lasci pure accompagnare da…
    latest
  • Alfie Allen, perchè non può esserci vera cattiveria e vreo sadismo di Iwan se manca Theon Greyjoy, il piccolo Rick, che per quella serata mi sarà prestato e potrò portare al guinzaglio senza temere di passare dei guai per questo.
    Reek
  • Mohinder Roy per la sua somiglianza così efficace ai nani de noantri. Un nano non poteva mancare al mio banchetto sontuoso. No, non poteva di certo e di certo non mancherà. Una sedia con tre cuscini per lui che stasera non deve temere d’essere schernito. Ho chiamato Rick a bella posta!
    220px-Deep_Roy_2014
  • Valentina Nappi, per il gusto un po’ verace ed assolutamente trasgressivo che la più nota e celebre delle pornostar italiane, appena sbarcata su Naughtyamerica, può dare alla serata. A Valentina sarebbe cortesemente richiesto di non prodursi in niente di “tipico” sui suoi set… sono “solo cene eleganti”! (cit.)
    nappi-tricolore
  • Vince il ballottaggio tra Elio Germano così come l’ho visto in Come Dio Comanda e Maria Pia Calzone (Imma Savastano in Gomorra) quest’ultima… per ragioni numeriche… e cioè vuoi mai che poi se ne vanno tutti insieme e io resto da solo? E poi per ragioni affettive (sono mezzo napoletano e l’idea di una contesa culinaria tra la matura Calzone e la giovanissima Nappi in tema di fornelli mi da un gusto assolutamente erotico al buffet!).
    ce976a1b2a

Menù della serata: Oh, il video guardatelo per bene!

  • Antipasto: Fuagrà con confettura di cipolle e formaggio francese stagionate… poi, fruttadimare… canestrelle, ostriche, taratuffi, cozzepelose, le canestreeeeeelle, le cozze pelose… Il tutto annaffiato con Franciacorta Monterossa Coupe
  • Vermicelli con le anguille capo e coda
  • Capitone arrostito
  • Calzone di scarola
  • Insalata di rinforzo (Fin qui considerate come annaffiatura Birra Doubleblanche Lupolus e IPA Zona Cesarini)
  • Frutta secca, se è avanzata, ancora, fruttadimare (Franciacorta Monterossa Satin)
  • Cotechino e lenticchie innaffiate con Brewdog India Ale
  • Struffoli e Roccocò (Stot Doublechocolate)
  • Pannacotta al caramello o ai frutti di bosco, a gradire.
  • Panetton no, dopo il panettone…

Io lo so che questo è il menù di Natale ma essendo sanguemisto in casa, io un Natale secondo la tradizione culinaria tipicamente barese non l’ho mai fatto… perchè abbiamo sempre fatto la vigilia con il ramo paterno e quindi… meh, non siate così incredibilmente pignoli!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Biondoddio con quella che ci farei! Che poi è come dire, più o meno, le cinque donne della mia vita… tenendo ovviamente a debita distanza la mamma, la nonna e la zia! E pure il mio cane, che è femmina! (5/5 così spacchettato le idee si esauriscono meno velocemente…)

Avete aspettato molto per questa chiusura di una rubrica.
Avete aspettato molto perchè, forse, il numero 5 non era quello perfetto… e mi accorgo che era necessario un po’ di spazio in più. Però io sono uno corretto e mantengo la parola. Quindi questa rubrica si ferma qui ma siccome sono anche convinto che le “comince” e le “continue” siano un fenomeno culturale dei nostri tempi… se questa rubrica a conti fatti avrà avuto successo (e questo lo deciderò io e non voi che qui non contate un cazzo) allora ci sarà un “Biondoddio con quella che ci farei! Che poi è come dire, più o meno, le cinque donne della mia vita… tenendo ovviamente a debita distanza la mamma, la nonna e la zia! E pure il mio cane, che è femmina! (x/5 così spacchettato le idee si esauriscono meno velocemente…) 2 La Vendetta”.
In realtà so già che ci sarà… e tipo potrebbe cominciare domani! Oppure no.

qsie46_marisa-laurito

Vabbè, codesta premessa, dalla quale prendo le distanze avvicinandola a voi e per questo uso codesta, è durata abbastanza e quindi arriviamo subito al Biondoddio con quella che ci farei di oggi che è il mio amore da quando mi ricordo che non è più il mio amore Marisa Laurito ( e scommetto che ci state credendo davvero…). Il mio amore da quando ho capito che non c’era storia possibile tra me e la Laurito (ma avevo poco più di dieci anni e Marisa Laurito mi sembrava un personaggio inarrivabile perchè non conoscevo fenomeni come quello delle cougar e definizioni come quella del toy-boy ma avevo comunque una attrazione smodata per le chubby) è sempre stato Monica Bellucci.

Monica-Bellucci

Io a Monica Bellucci ho dichiarato profondo eterno ed imperituro amore nell’armadio di casa sua, della sua camera da letto, in un pomeriggio piovoso a Parigi. Eravamo chiusi in un armadio, non in una cabina armadio. Proprio in un armadio… di quelli con le ante. E non ci stavamo raccontando una favola stretti sotto un plaid scozzese con una torcia in mano e i fiati che disegnano gli aloni di vapore eccitanti e romantici e non avevamo addosso pigiamini simpatici. No, manco per il cazzo. Avevo da poco, pochissimo sentito distinta la frase che nessuno vorrebbe mai sentire mentre sta facendo prepotentemente all’amore con la sua partner dell’hic et nunc che sarebbe qui ed ora. La frase era scontata e odiosa: “Cielo Mio Marito!”. Però il marito aveva solo dato un colpo di citofono, il suo, inconfondibile, SMS con il suono del citofono gracchiante a simulare il cicalino degli sms della nokia che non si sente più da quando sono usciti gli iPhone. E quindi, niente, io e lei dopo “Cielo Mio Marito!” ci siamo nascosti nell’armadio. E io le ho detto qualcosa come: “Ti amerò sempre, d’amore profondo, eterno, imperituro, Monica… anche se adesso tuo marito dovesse aprire l’anta dell’armadio armato fino ai denti come in Dobermann…”.

qQwmmqP

E lei mi ha sorriso e mi ha detto: “Ed io che faccio? Gli lecco il fucile?” – “No, quello è l’inverso del cuckold e non sono pronto per certe cose e sono geloso!”.
Mi ha sorriso mi ha scompigliato i capelli e mi ha detto: “Allora vado a prendere il fucile da sub come in L’Ultimo Capodanno?”. E io le ho risposto: “No, lì eri davvero cagna a recitare… anche perchè dovevi recitare la parte di un’oca giuliva!”.
ultimo_capodanno_monica_bellucci_marco_risi_027_jpg_qsiz
E lei mi ha sorriso ancora e mi ha detto: “Allora mi butto a terra morta come in Irreversible?” – “Manco per il cazzo, che quel film l’ho odiato perchè ti succedeva la cosa più brutta del mondo nel modo più brutto e più vero e realistico del mondo e quel film non l’ha capito nessuno che era un film geniale e tutti a dire che era gratuito e se non ci fosse stata la scena del tuo stupro anale nessuno se lo sarebbe cacato quel film e tecnicamente è anche vero ma è pur vero alla stessa maniera che il film è duro, geniale, crudo e vero e basta e mi ha fatto piangere che morivi e come morivi… ma soprattutto no, perchè qui siamo soli, se tu fai la parte della morta sono solo e se siamo in quel film tuo marito apre l’anta dell’armadio con in mano un estintore e non può sbagliare perchè ci sono solo io…”.
monica_bellucci_irreversible_20080718_21
Mi ha sorriso, mi ha riscompigliato i capelli che sono rasati ma me li scompigliava comunque e mi ha detto: “Allora faccio Malena?” ed io le ho risposto: “Sì, lì sei bravissima… poche battute e tanta fisicità nella tua recitazione… e lì non hai marito quindi tecnicamente lui non c’è! E quindi non può aprire l’anta dell’armadio e noi rimarremo qui per sempre, per sempre io e te…”.
monica-bellucci-come-non-l-avete-mai-vista
Certi armadi non dovrebbero mai essere aperti…
Ma lei ha aperto l’anta da sola, è uscita nella stanza, com’era entrata nell’armadio, con una vestaglietta di seta semitrasparente nera… e m’ha lasciato lì dentro ed ha cominciato a litigare con il marito che diceva “Dov’è quel porco bastardo…” ed io ero nell’armadio che me la facevo sotto e mi chiedevo com’era finire sui giornali da morto perchè eri l’amante della Bellucci ma il tuo cadavere lo ritrovano tra i boxer elegantissimi di Cassel con indosso un paio di osceni boxer di intimissimi con i ciucciotti del cioè anni ’90 stampati sopra.

Poi mi sono svegliato… e volevo tornare a dormire nella speranza che il sogno continuasse e nel frattempo Cassel se ne fosse andato per sempre e io dovessi consolare la Bellucci che avrei saputo io come fare e sarei scappato da lei a Parigi anche se a Parigi non mi ci trovo perchè ho un blocco verso la lingua e non riesco a comunicare e non mi esce il mio fluent, more than fluent, proficient english… e sembro un sordomuto. Sì, volevo vedere come andava a finire. Ma niente. Non ho sognato più niente.

monica-bellucci-1

E però la mattina dopo quel risveglio, in radio, ho saputo che “Scoppia la coppia che sembrava non poter scoppiare” ed ho saputo che Monica e Vincent si erano lasciati a causa di – si vocifera – infedeltà coniugali. Era il 2013. Agosto 2013. E io capivo solo in quel momento, che dovevo prestare molta molta più attenzione ai sogni che facevo. Quel giorno seppi solo dire “Porca puttana che ho combinato…”. E la cosa più triste è non poter raccontare a nessuno – nella speranza di essere creduto – che io quel giorno nell’armadio con la Bellucci forse ci stavo davvero… e che è tutta colpa mia!

xin_2503031414337674935169

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,
Annunci