Archivi tag: bikini

Tedio Domenicale e piccola call to action

Avete presente Lamù, la ragazza dello spazio? Bene, non si dovrebbero dire queste cose ma tecnicamente ormai mia madre e mio padre sanno tutto… mi pare sciocco e riduttivo tenere nascosto questo dettaglio… Mia madre aveva ragione quando diceva che Lamù era pornografico e avrebbe avuto su di me cattive influenze… la prima pippetta, da che ho capito come funzionavano le cose, l’ho fatta perchè notai che guardavo Lamù, pensavo a Lamù, immaginavo Lamù e il mio corpo si modificava. Lamù erano i miei superpoteri… e quindi andai a vedere questa cosa e successe un bordellone… cioè non successe nulla ma alla fine scoprii che era bello coltivare i superpoteri.

19900_lamu_01

Oggi non so perchè mi sono svegliato e mi manca Lamù… non so perchè… ma tedio domenicale a merda e forse se ci fosse Lamù, se passassero Lamù in Tivù… tutto sarebbe più bello e carino, non trovate? Io credo di sì. E poi, volete mettere il tigrato del bikini di Lamù alla pelata di Lindo Ferretti con cui vi ammorbo da tante domeniche? Meglio la verdina dello spazio.

lamu

Ah sì… la call to action: Stanotte… da mezzanotte… potrete collegarvi e cliccare sul sito karasho.org Lo troverete attivo da mezzanotte… TRanquilli che ve lo ricordo pure tipo dieci minuti prima… Mi raccomando… non mi fate scherzi. Ah sì… non aspettatevi chissà che cosa… le pagine statiche ci sono ma il primo post sarà domani a mattino. Voi premete già segui e domani vi troverete il post sulla pagina lettore.

LogoKarashò copia

Il primo stronzomerdone che compie una qualsiasi interazione stasera… vince una cosa bellissima!

lamu

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Allora… della questione del metodo Bikini…

Cos’è il metodo Bikini? E’ un protocollo di mia ideazione che serve a ridurre drasticamente la popolazione, i livelli di inquinamento ed il problema della fame nel mondo. Prende il suo avvio ed il nome dall’esperimento condotto nell’atollo di bikini dall’esercito americano in occasione dello sganciamento di una bomba atomica da svariati megatoni. Prima dell’esplosione il meglio della biologia americana visitò l’atollo e censì tutte le specie presenti… riportando tutto su un comodo taccuino. Poi sganciarono una bomba… allontanando solo la popolazione umana dall’atollo.

E lo so… ok, ci sono morte un sacco di bestie e di piante.. ma credete a me si sono sacrificate per la sciena che non ha una morale intrinseca.

Bikini-25-7-46-bakerBomb

Quando a distanza di 5 anni i biologi sono tornati hanno reigstrato sullo stesso tacuino i livelli di radiazione… riportandoli. E sono tornati sull’isola ogni 5 anni censendo sempre ogni cambiamento. Sapete che cosa hanno scoperto?
Che con calma e tranquillità e soprattutto senza alcun tipo di intervento umano… la natura dopo 50 anni aveva talmente tanto rimesso a posto le cose che i livelli di radiazione erano scomparsi e che tutte le specie esistenti erano ritornate al loro posto. Ovviamente questo è stato possibile perchè l’atollo di bikini è un isolotto in mezzo al mare e quindi le specie viventi ci tornavano a nuoto. Come le alghe che non nuotano ma si spostano nell’acqua… come le palme e le piante che si lasciano trasportare dai pollini. Alcuni umani volontari hanno ripopolato l’atollo. E stanno tutti bene!

Cinquanta anni… e il mondo guarirà

Ora… cosa bisogna fare per ridurre drasticamente i livelli di sovrapopolazione e l’inquinamento? Avere accesso ad un arsenale nucleare… Bombardare completamente e contemporaneamente un posto di pazzi sovrariprodotti come la Cina ed i cinesi… essere sicuro di aver raso al suolo tutto e tutti… fabbriche inquinanti e due miliardi di persone che hanno con il mondo circostante un rapporto poco corretto e troppo invasivo… ed aspettare cinquant’anni. Se si tolgono le radiazioni… figurati gli altri agenti inquinanti. Quello è un posto fertilissimo. Sai che fai poi? Ci sposti sopra i popoli dell’africa, quelli che per conformazione metereologica e territoriale non hanno accesso ad alcun tipo di risorsa… e che mi stanno anche simpatici a patto che non suonino il reggae… Li sposti lì e consegni loro un posto bellissimo e fertilissimo dove vivere e coltivare senza avere accesso a quelle risorse che sono causa del loro malessere come popoli… ossia diamanti e altri minerali preziosi che li rendono schiavi di dittatori che si venderebbero anche la madre oltre alle miniere per un pochetto di potere.

kim-jong-un

In un sol colpo hai ridotto la popolazione, risolto un problema annoso come quello di garantire con la cellulosa asorbenti alle donne cinesi che sono più o meno un miliardo, liberato una serie di popolazioni sfortunate dall’ansia di doversi far sfruttare per colpa di risorse contenute sotto un territorio inospitale e sostanzialmente non produttivo di risorse alimentari (non puoi mangiare diamanti)… e costretto noi occidentali a combattere per contenderci quelle risorse senza rompere i coglioni alle popolazioni che poverine quei territori li vivono nell’incoscienza di quel che contengono nel sottosuolo. In questo modo garantisci anche a noi un bel po’ di sano darwinismo con una bella guerra del tutti contro tutti che ci fa pure bene.
Non abbiate paura dell’America in tutto questo: gli americani avranno già speso tutto il loro armamento atomico e non faranno mica più tanta paura. Poi, voglio dire, noi italiani storicamente ci accontentiamo di territori esigui quindi… con gli americani alla fine nemmeno combateremo!

Haile Selassie tijdens staatsbezoek  *januari 1969

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,
Annunci