Archivi tag: calzone

Rubo giochi e tag qua e là…

E ora non ricordo nemmeno a chi ho rubato queto tag e questo gioco, ma, tipo, ho trovato in giro uno di quei tag a catena di santantonio dove ti invogliavano a fare il nome di sette invitati sette del mondo del cinema per il cenone di Capodanno, motivare la scelta e parlare anche del menù, motivandolo! E allora andiamo, con la precisazione che non troverete sotto tag a guastarvi la giornata…

  • Monica Bellucci, non nella versione banalissima e scontatissima de “La Riffa” che sicuramente sarebbe ispirata, visto il contesto, ma quella molto più pazzerella e scialba e ochetta de “L’Ultimo capodanno!”. Solo che potrebbe star certa, non la tradirei con una racchia come quella del Film. Ah sì, con lo stesso vestitino rosso. E lo stesso intimo sotto, merci..lultimo-capodanno
  • Stacy Martin così come ce l’ha regalata Nymph()maniac parte 1. Possibilmente nel periodo che va sotto il nome di Capitolo 3, quello in cui lei felice e spensierata dice “Ti amo” a tutti mentre viene e dice a tutti: “E’ stato il primo orgasmo!”. Così, per ricordarmi che ho ragione a non fidarmi mai troppo di certe affermazioni sugli ex! E poi perchè mi ricorda una storia in cui sbagliai tutto… e stavo con una ragazza che le somigliava moltissimissimo!
    stacy-martin-nymphomaniac-part-1
  • Iwan Rehon… che è il mio personaggio preferito in “Game of thrones” per il suo fare assolutamente psicopatico e per la sua propensione alla cattiveria immotivata. Ovviamente non posso accetare la sua presenza da solo quindi, si lasci pure accompagnare da…
    latest
  • Alfie Allen, perchè non può esserci vera cattiveria e vreo sadismo di Iwan se manca Theon Greyjoy, il piccolo Rick, che per quella serata mi sarà prestato e potrò portare al guinzaglio senza temere di passare dei guai per questo.
    Reek
  • Mohinder Roy per la sua somiglianza così efficace ai nani de noantri. Un nano non poteva mancare al mio banchetto sontuoso. No, non poteva di certo e di certo non mancherà. Una sedia con tre cuscini per lui che stasera non deve temere d’essere schernito. Ho chiamato Rick a bella posta!
    220px-Deep_Roy_2014
  • Valentina Nappi, per il gusto un po’ verace ed assolutamente trasgressivo che la più nota e celebre delle pornostar italiane, appena sbarcata su Naughtyamerica, può dare alla serata. A Valentina sarebbe cortesemente richiesto di non prodursi in niente di “tipico” sui suoi set… sono “solo cene eleganti”! (cit.)
    nappi-tricolore
  • Vince il ballottaggio tra Elio Germano così come l’ho visto in Come Dio Comanda e Maria Pia Calzone (Imma Savastano in Gomorra) quest’ultima… per ragioni numeriche… e cioè vuoi mai che poi se ne vanno tutti insieme e io resto da solo? E poi per ragioni affettive (sono mezzo napoletano e l’idea di una contesa culinaria tra la matura Calzone e la giovanissima Nappi in tema di fornelli mi da un gusto assolutamente erotico al buffet!).
    ce976a1b2a

Menù della serata: Oh, il video guardatelo per bene!

  • Antipasto: Fuagrà con confettura di cipolle e formaggio francese stagionate… poi, fruttadimare… canestrelle, ostriche, taratuffi, cozzepelose, le canestreeeeeelle, le cozze pelose… Il tutto annaffiato con Franciacorta Monterossa Coupe
  • Vermicelli con le anguille capo e coda
  • Capitone arrostito
  • Calzone di scarola
  • Insalata di rinforzo (Fin qui considerate come annaffiatura Birra Doubleblanche Lupolus e IPA Zona Cesarini)
  • Frutta secca, se è avanzata, ancora, fruttadimare (Franciacorta Monterossa Satin)
  • Cotechino e lenticchie innaffiate con Brewdog India Ale
  • Struffoli e Roccocò (Stot Doublechocolate)
  • Pannacotta al caramello o ai frutti di bosco, a gradire.
  • Panetton no, dopo il panettone…

Io lo so che questo è il menù di Natale ma essendo sanguemisto in casa, io un Natale secondo la tradizione culinaria tipicamente barese non l’ho mai fatto… perchè abbiamo sempre fatto la vigilia con il ramo paterno e quindi… meh, non siate così incredibilmente pignoli!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Scarpe (rotte) eppur bisogna andare! Che è come dire, Calzoni di frutta secca o frutti secchi di Natale… o baci perugina eppur devi baciare…

bacio-perugina.jpg

… ed io potrei morirne. Potrei morire come quelle adolescenti che baciano quegli adolescenti che mangiano sandwiches al burro d’arachidi e non sanno di essere allergici agli arachidi, anche solo alla buccia degli arachidi o all’olio degli arachidi. E Muoiono baciandosi. Triste prospettiva.

Morì baciando labbra che avevano sulle labbra tracce di bacio perugina. Perchè lui, poveretto, lui era allergico alle nocciole.

bacio-trasmette-allergia-grave.jpg

Nessuno si chiese per più di cinque anni come mai io fossi allergico alle nocciole ma non alla Nutella. Io sono allergico a tutte le nocciole, meno quelle selezionate per fare la Nutella. Perchè qualcosa di buono e non stupido come la Nutella non può derivare da prodotti allergenici. Se baci una bocca che ha sulle labbra tracce di Nutella sei felice. Non puoi morire. Ti sembra di non poter morire mai. Sono quelli, i baci da rincorrere, andando con le scarpe, quandanche scarpe rotte. Altro che i baci dati a labbra che hanno sulle labbra il bacio perugina: un cioccolatino con la stronzata attorno. E dentro roba a che potrebbe farti morire al solo assaggio. Anche prima.

burro-di-arachidi-toast.jpg

C’è puzza di sasanelli nel mio portone, stasera. Mia madre direbbe profumo. A me le cose natalizie stanno sulle palle. Anche i sassanelli, che sono dolci novembrini “dei morti, che dentro c’è la mandorla e il vincotto di fichi. Per quello mi fanno pensare al Natale. Per quello c’ho sul cazzo il Natale. Per i sasanelli dei morti ed il vincotto. E c’erano dolci del paese suo che a guardarli e sentirne l’odore mi ricordavano i sasanelli. E sapevo che non mi sarebbero piaciuti. Credevo, non mi sarebbero piaciuti. Divenni allergico così, ai dolci del paese suo che sembravano dal profumo sasanelli. Divenni allergico così… da un giorno all’altro seppi in cuor mio che sarei potuto morire con un solo bacio dato a quei dolci. “E li facciamo con le mandorle… sono buoni uguale!”… ed io credo che fu allora che seppi che ero allergico alla buccia di tutti i frutti secchi. O di tutta la frutta secca. Nocciole, mandorle, noci sono Ermafroditi. La buccia tanto il sesso non ce l’ha.

8176537053_070f6d3422.jpg

Come si chiamavano quei dolci? Non lo so, non mi ricordo. Divenni allergico anche al nome, al nome proprio di dolce proveniente da murgia barese con vincotto e impasto alla frutta secca… o ai frutti secchi… perchè i frutti sono rossi e la frutta è secca? Secca, sentite? Non ti viene di mangiarla! No, lo so, mi avete scoperto. Sbuggerato, qui su whatsapp, nel villaggio globale. Il re è nudo ed anche io non mi sento tanto pudico. Spogliato di quella fantastica corazza che era la mia allergia scoperta per caso. O per necessità. Mai vera. Sì, quel giorno inventai l’allergia. Non trovai mai il coraggio di dire quel che tutti avevano capito. Ma la prospettiva che qualcuno togliesse la frutta secca o i frutti secchi per me da dentro un dolce mi atterrì. Mi sentii in colpa. “Grazie, grazie ma non si disturbi… al vincotto non sono allergico ma non mi piace proprio… grazie davvero, però… come se avessi…”.

2ake32o.jpg

Adesso mi andrebbe solo di dirti che, come dire… che tu ci creda o no… anche se non ha senso a fronte delle barilate di Nutella che mi hai lasciato ingurgitare al cucchiaio, ho paura di morire, a Natale, baciando labbra che abbiano sulle labbra il vincotto o la mandorla o la nocciola.
Mi si romperebbero le scarpe,quel giorno. E morirei. Ed all’esame autoptico scoprirebbero che non ero allergico. Che era stato il cuore. Come Jimi Hendrix. Il cuore, affogato in un rigurgito di dignità.

tutorial+calzone.jpg

Non posso baciare labbra che abbiano sulle labbra il sapore dei Calzoni di frutta secca della comunità murgiana… si chiamano calzoni. E la frutta è femmina. Ed è secca. Non posso. Correrei dopo a farmi un bagno come Jim Morrison. Mi troverebbero la mattina dopo, il sorriso sul viso, l’espressione di un coglione che si chiede: “Perchè l’hai fatto? Visto? Qualcosa di allergico lì dentro c’era… che dignità è pure orgoglio… lo dicono loro, i matti, che hanno sempre ragione!”.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , ,