Archivi tag: CCCP

Radio Quindinononvatuttobene – Ci sta questa qua!

Facciamo che è inutile un commento?
CCCP – Io sto bene

tumblr_mo0ypi8g6E1spdhsvo1_500.jpg

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Radio Quindinononvatuttobene – Mi è sempre sembrato un jingle porno…

E sì lo ammetto… io ne pratic e vi dovete fidare… quello delle tastierine synth è davvero la cosa più simile ad un jingle di film porno che si possa sentire e conoscere. Ma non l,o è. Si chiama Madre… e credo sia per la mamma di bambingesù…

CCCP – Madre

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Allora tipo oggi è domenica… e che cazzo voglio scrivere di domenica?

Scriverò oggi di domenica cose diverse dai patemi d’animo di un interista medio a cui non è rimasta altra speranza che quella di vincere – con una squadra che viaggia su medie da retrocessione – l’intera parte dell’Europa League per poter ambire l’anno prossimo ad andare in Champions visto e considerato che anche qualificarci per la prossima Europa League pare impresa erculea! E tutto questo tecnicamente si chiama “Grazie menagramo   d’un filippino per averci acquistati!”.

0

Scriverò oggi che è domenica cose diverse da quelle che oggi, martedì che scrivo, vi vorrei scrivere circa la mia compulsiva dipendenza da inchiostro ipodermico che mi ha portato a continuare il lavoro sul braccio destro dopo aver riempito il sinistro con, nell’ordine di apparizione, una carpa, una maschera di Hannya, un Tanto (pugnale da suicidio rituale giapponese), un Samurai, un’onda stilizzata in perfetto Japan. Ora sul destro troneggiano già una tigre ed un dragone che si contendono il povero stronzo che sono (cercate i significati singolarmente, poi vi spiego, una volta finito tutto il braccio, cosa significano entrambe le braccia messe in relazione… che se uno si fa tatuare in modo serio studia, no le coccinelle le pennine i palloncini e i tribali che non sai che significano e vai lì tutto figo). Arriveranno altri due soggetti (le prossime due sedute) ed una chiusura generale del braccio che renderà armonici i 4 pezzi… come il braccio di un Tevez qualsiasi… mica quello stronzo di Icardi che non segna, non gioca bene, pensa al suo amore Wanda Nara e noi tanta carne a soffrire e far soffrire sortacci di giocatori quali un Podolski o uno Shaquiri (che si legge Giaciri) qualsiasi!

latest

Scriverò oggi che è domenica cose diverse da “Tedio domenicale quanta droga consumare“… perchè non vi meritate i CCCP… nel senso che non vi meritate tecnicamente la genialità di uno stronzo di anticomunista clericale di merda che ha convinto il mondo negli anni ’80 di essere il “compagno dei compagni” solo per avere la pagnotta assicurata dal PCI emiliano e dalle feste dell’Unità.

Scriverò oggi che è domenica cose diverse dal dire che oggi è un giorno triste perchè domani ricomincia la settimana e sono esposto ad un lunedì di merda come tanti di voi… ma chissà perchè, il lunedì, come le pene d’amore, è una malattia diffusissima ma “Dottore come sto male io… nessuno!”.  E io non sono Leopardi.

418343

Solo che, obiettivamente, di domenica che cazzo vuoi scrivere?

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Del DVD che io voglio sicuramente avere ma che sicuramente pure qualcuno di Modugno vorrà avere e che è un film porno che esce nelle edicole a breve!

4913837692_7afd6efa40

E niente dice che oggi io dovevo scrivere un post per il sedicidodiciduemilaquattordici.
Ed ora sto alle speranze che wordpress funzioni davvero bene ma davvero bene e che quindi tutti quegli aggiorna e quegli spostamenti che a me fanno salire l’ansia ed il mal di testa che i clienti quando entrano nel negozio vogliono trovare le cose che cercano e pure voi clienti del blog volete trovare i post che cercate e se non succede dovrei anche capire che non è un cazzinculogravissimo ma lo so già e faccio finta di non saperlo così voi vi sentite “affezionati lettori coccolati” e invece sotto sotto a me di voi frega davero un cazzo!
Tanto io stesso mi ci sono rincoglionito a controllare tre volte che la coda sia quella giusta.
Tanto io stesso mi ci sono rincoglionito a rileggere e leggere e rileggere il secondo capoverso che a voi sembra bello e facile scrivere di getto ma vedete bene provate che non è così. Stronzi incolti!

E niente dice che oggi io dovevo scrivere un post per il sedicidodiciduemilaquattordici.
Poi però, stavolta, non mi è venuto da cacare. Nemmeno scappato da cacare.
Poi stavolta mio padre mi ha detto “Guarda che ti ho mandato un articolo sulla mail…” ed io sono uscito a fare delle commissioni che devi dire commissioni e non servizi perchè se non sei del paese mio in provincia di Bari i servizi boh che sono! E io inizialmente non ho guardato la posta. Poi sono tornato a casa sempre con una idea fissa in testa:
che oggi io dovevo scrivere un post per il sedicidodiciduemilaquattordici..

E invece mio padre mi fa: “Hai poi visto quell’articolo?”… ed io ho la tentazione di alzare gli occhi al cielo ma resisto e dico “No…” pensando che quell’articolo sia l’ennesimo articolo sulla Camorra Barese o sulla mamma che ha strangolato il figlio con le fascette da elettricista e mi deve spiegare che cazzo di raptus di follia ti fa strangolare un figlio con le fascette dopo averlo ammanettato con le fascette che provateci è praticamente impossibile in un momento d’impeto che si chiama raptus e nel quale vuoi solo strozzarlo a mani nude uno che ti spicci prima e fa pure molto più fumetto o cannibale come momento letterario o cinematografico (cannibale è uno stile per cui la gente dovrebbe portare più rispetto, soprattutto chi scrive cannibale, ma ne riparleremo).
E mio padre in un impeto di sana gentilezza – che meno male non aver alzato gli occhi al cielo perchè mi ci sarei sentito una merda che oggi aveva ragione – mi dice: “Hanno girato un porno a Bitonto e Modugno, un porno amatoriale… poi ci è arrivata una casa di produzione vera e propria e ha comprato il prodotto e la prossima settimana esce nelle edicole!”. E si fa una grassa risata. Ed è la prima volta che io e mio padre parliamo di porno ridendo. Ed è stato divertente.

Ed io non voglio dirgli – perchè alla fine sono pudico vaffanculo che ci crediate o no – che come tutti, come pure lui, potrei anche sapere chi ha recitato in quel porno, dove lo hanno girato e come lo hanno girato. Che in queste pellicole ci finisce sempre gente che conosci ed il bello all’inizio è anche questo, se non fossimo in una società fatta di gente che va in chiesa e poi al supermercato ti guarda che ti senti sporco anche se non hai fatto niente fino a che impari a vivere con serenità. In queste pellicole ci finisce sempre l’amica o l’amico di… magari l’amica o l’amico tuo. E siccome loro sanno che ci sono finiti… niente di male!

Ronjeremy_mario
Che per esempio potrei anche sapere come tutti gli altri che in questo porno ci sta una persona che uno conosce benissimo. Che è una brava persona, che magari ha solo il vizio di andare nei parcheggi a farsi vedere senza dirlo al partner… oppure ha il vizio di sculacciare con la manina di cuoio il sedere del partner di turno… oppure tante altre cose pazze e definitive che uno chiama perversioni ma che in realtà non sono diverse dall’andare a messa la domenica o dal farsi una canna ogni tanto… che “perversione” significa tutto quel che esula dalla normalità e la normalità non è oggettiva manco per il cazzo!

0

Ma non c’è niente di male… che spesso per salvare i matrimoni serve anche fare qualcosa di nascosto, per tornare a casa in un momento di crisi, abbracciare tuo marito o tua moglie e la prole dopo la doccia – che senò si sente che hai qualcosa da nascondere tipo il sudore di un camionista o il mascara di una ragazzetta – cucinare, sistemare l’applique, mettere a letto i bambini dare un bacio a tuo marito o tua moglie e spegnere la luce e domani è un altro giorno e ti svegli, fai la spesa, apri il negozio, vai a lavoro, cucini, sorridi e sei di nuovo un pochino felice e ripetere dal punto A fino a quando non sei di nuovo felice a pieno con tua moglie o con tuo marito e tutto di nuovo va bene e non vai più nei parcheggi con chi pensi che ti piaccia a farti vedere, non sculacci più nessuno, non ti fai fare i clisteri…
…e se non fosse così la prostituzione che è il mestiere più antico del mondo non te la spiegheresti, come non ti spiegheresti quella maschile di prostituzione.

db33c5cbc79a3b921f587a2e5eb91c71
E che, nel momento stesso in cui parlo di questo porno, non c’è invidia per non avervi partecipato o sentimento di rivalsa per non essere stato chiamato a farlo… che spesso queste cose funzionano così, che sembra che sfuggano di mano perchè se ne parla fuori ai bar o nelle birrerie dalla “vera voce dei protagonisti” che ti vogliono tirare in mezzo fingendo che “tutto è discreto e nascosto” ma come atteggiamento è la copia del serial killer che sfida la polizia ogni giorno con un’ imprudenza di più perchè c’ha solo voglia di essere scoperto… e quindi tipo tra una chiacchiera sull’Inter e una sulla cittadina che va in malora in mano ad un sindaco ciclista ti dicono che si divertono con altre coppie o con altri “singles” (sic.) o coi mariti che dicono “Prego, le piace mia moglie? Due botte?” e i mariti si vanno a fare quattro salti in padella o la spesa oppure se ne stanno lì a guardare e dire “fagli questo e fagli quest’altro” e tu fai il biondoddio che vuoi o che hai concordato se ci sono specifiche richieste su quel che non si può fare…
… o “anche per voi le donne” con le mogli che dicono “Vediamo tu come fai questa cosa con mio marito?” che uno dice sempre che il porno è la mercificazione del corpo femminile… ma solo in edicola e nemmeno sempre… che il porno amatoriale è paritario e voi non lo sapete solo perchè non frequentate quello splendido mondo scintillante che è il sadomaso delle mistress… che ai maschietti gli fanno veramente qualsiasi cosa, altro che donna oggetto!
Insomma…c’è solo simpatia per quel che è successo, qualche risata per i contorni che ci saranno che lo so sono sicuro che i paesi sono piccoli ed uno scrive i nomi dei paesi ma poi vai a vedere che ci sta in mezzo qualche altro paese…
e tanta tanta risatissima perchè gli articoli devono sempre credere di scrivere il vero… ma poi non scrivono il vero, sono un sacco di stronzate. Sono le versioni concordate. Sono le bugie preconfezionate a ‘mo di verità perchè sai già che ci arriva la stampa su ‘ste cose.
Tanto coppie che scoppiano non ce ne sono e non ce ne saranno!

E nessuno scrive e dice la cosa più importante:
– che non si chiama noia quella che ti spinge ma voglia… cose che tecnicamente tra loro rima non fanno…
– che non ci sta niente di male perchè tipo nessuno è stato drogato o costretto o qualcos’altro…
– che non ci sta dietro un medico che dice “devi farlo”… perchè non c’è il medico e perchè non ci sarebbe nemmeno se ci fosse la trama, che sono amatoriali e non c’è trama ci sono solo due persone che “glielo” e “telo” e “melo” a seconda e sempre a quel biondoddio.

E nessuno saprà dire o scrivere la cosa più bella e importante come la disse (non la scrisse) il solito Maestro Fernando di Leo che adoro citare nella sua celeberrima frase “Che stiamo ancora a giudicare come scopa la gente?” … che però lui lo diceva negli anni ’70 quando i fascisti gli censuravano i film sulla pillola o quelli come “il Boss” dove ci sta la figlia del Boss che “selo” da tre nemici di clan e ci gode e tutti lì prima a dire “che troia questa”… poi a dire “che bello “glielo” alla figlia di quello che c’ho sulle balle e se capita gli ammazzo tutto il clan”… poi a dire “vabbè e che c’è di male? non è vero che è troia… è viva e fa il cazzo che le pare…”  e la liberano e la difendono in pubblico dalle critiche di paese perchè si fa le canne… perchè viene fuori la caratterizzazione di tutti anche se la critica stupida parla di quel film in modo erroneo come di un poliziottesco!

Nel porno in questione le caratterizzazioni non escono ma credetemi, vi assicuro, è così che va la vita. C’è chi va a messa e con il suo andare a messa fa benzina ad un motore che si chiama imperialismo culturale e religioso e permette nefandezze ben peggiori tipo AIDS e fame nel mondo e bambini soldato e integralismi vari e prima la gente che faceva i porno del medioevo, dove non c’era la telecamera ma c’erano lo stesso le frecazze, la mandava al rogo dicendo “Quello è rosso e porco, è figlio alla strega, accoppiamolo!” per non permettere a nessuno di sentirsi libero e capire che la chiesa è una stronzata. Ci sta ‘sta gente brutta e ipocrita – perchè poi si fa anche lei le seghe e le vive male e si incazza e invidia chi si vive non le seghe ma le frecazze serenamente – e ci sta la gente che si fa le frecazze serenamente con chi vuole, tanto voglio dire siamo adulti e vaccinati e a te piace che tua moglie “selo” da altri e a me no… ma non c’è niente di male e se si incontrano altrove domanda e offerta sono felice per voi!|

Ed alla fine a mio padre tipo gliel’ho detto senza dirglielo. E tutto questo si chiama “Rapporto comicamente problematico tra padri e figli del sesso e di tutto quel che di zozzo ma divertente gli gira intorno…” che è come dire “Affinità-divergenze fra il compagno Togliatti e noi. Del conseguimento della maggiore età” che è una splendida opera non-prima dei CCCP… però in salsa scopereccia.

Ora, questo DVD esce tipo lunedì prossimo. Il problema è come reperirlo. Vabbè, mi industrio e mi ingegno e vedrete che lo trovo. Perchè un prodotto del genere non puoi certo averlo scaricato da internet. Perchè ci vogliono le palle e la dignità in certe vicende. Perchè se c’è gente che ci ha messo la faccia, con la mascherina, io ci metto la faccia lo stesso e… la pirateria mi sta sulle balle adesso che si parla di “letti di Modugno e Bitonto” come mi sta sulle palle per i CD dei Baustelle o per i fumetti d’autore. Che la cultura ed i prodotti culturali costano!

“Scusa non è che è arrivato “Quei letti bollenti di Modugno e Bitonto”? Eh, me lo dai? Sì pureTuttosport che ce lo metto in mezzo” sorridendo… perchè un porno lo devi nascondere in un giornale grande e poco serio, un giornale che non compreresti mai: il giornale degli Agnelli e della Juventus. E lo farò con un mio amico juventino. E poi ce lo vedremo a casa sua. Però senza lo scottex sul tavolo, coi pop corn e la birra. Ma per ridere. Ed essere felici degli attori e delle attrici… che sono felici e liberi molto più di tanta altra gente che va alla messa. E che quindi è perversa pure lei!

Questo prodotto lo voglio per una semplice ragione, anzi due.
Ragione numero uno: “Metti che veramente conosco qualcuno?” che è la meccanica che fa fare e vendere questi prodotti perchè poi i produttori sono stronzi che ti producono queste cose recitate da attori non professionisti cani non per fare un regalo alla di loro voglia di esibizione ma perchè sanno che nei paesi se ci scrivi Modugno e Bitonto la gente corre a comprare e tu fai i soldi! Pure nei paesi vicino a Modugnoe  Bitonto, perchè vuoi mai…
Perchè siamo tutti voyeur con i commari e le commare del pianerottolo. Anche involontariamente. Tutti, stronzi, tutti… pur voi e non dite che non è così! Le commare e i commari, i vicini di muro… che dici “spostano i mobili” ma non sai spiegare perchè sono tanto contenti di farlo che non perdono tempo a farlo a tutte le ore, si mettono ad urlare “Sì, così, ancora…” (quando va bene ed è facile motivare… metti se si dicono porcomaiale guarda come sono puttanaezzoccola… che c’entra coi mobili? a tuo figlio o tua suocera come lo spieghi?).
Ragione numero due: ho la insana curiosità di capire se poi, davvero, c’è la scena della pecorazza sul divano – e capirete lunedì, tipo, perchè questa cosa è importante – e da dietro la testa di lei, dalla finestra, si vede bene il “Campanile della Basilica dei Santi Medici di Bitonto”. Che così sarebbe protagonista involontario di un porno dopo esserlo stato di una delle più belle e dissacranti raccolte di punk rock italiano: “Ecco i miei gioielli” dei CCCP.
Perchè io quel dettaglio ce l’avrei messo… senò non è girato a Bitonto, ma tipo altrove… su una coperta leopardata che che di Bitonto non è…

Ecco_i_miei_gioielli_cover

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,
Annunci