Archivi tag: clone

Una lettera da scrivere?

Giusto perchè si è filantropi. E giusto perchè secondo molti le cose belle e giuste, quando non possono essere più dette, andrebbero affidate al mare, così, con noncuranza… coscienti che arriveranno… che comunque sono state dette e pronunciate. E allora ci provo, con cuore franco e sincero e con la mia proverbiale cortesia che mai e mai come oggi è schietta e non di facciata:

Caro clone,

Potrai sinceramente pensare, dal luogo lontano in cui sei e ti trovi, che io porti e serbi verso di te atavico rancore e profonda invidia. In verità, sbagli profondamente. Non ti invidio, nella tua triste posizione. Essere scelti poichè cloni comporta sempre una perdita della propria identità che è triste, faticoso ed osceno da dover accettare! Non c’è invidia… neppure odio, poichè caro – e caro lo dico davvero – provo invece per te profondo senso di colpa. Eri, di sicuro, una persona felice e spensierata… magari, a vedere tanto, un po’ malinconica. Quel che ti è capitato, che adesso deve apparirti come uno splendido dono del destino, tra poco diventerà un macigno, un fardello difficile da portare, pesante, fastidioso. Non ci vorrà molto… tanto sotto il cielo mi dice che sta già succedendo. Bene, provo senso di colpa perchè, sinceramente, sono responsabile diretto di almeno 2/3 di tutto quel che di brutto ti capiterà. Credimi, saresti salvo e lontano da tutto questo, se tu non fossi stato eletto e scelto perchè tanto simile a me. Nessuna sofferenza ti sfiorerebbe, come ti sfiorerà, invece, nei prossimi mesi. E’ solo colpa mia… se puoi, perdonami!

Oh, mi sento più sollevato!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Memorandum per neo-single… attenti ai cloni

Scoprire di avere un sosia in giro per il mondo non è una esperienza entusiasmante. Ne abbiamo tutti sette. Il problema è che il corredo genetico che ci porta ad avere quella faccia di cazzo, quel colorito di cazzo, quei capelli o non capelli di cazzo… non corrisponde al vissuto emotivo, alle esperienze, al tuo assorbimento dell’inconscio collettivo, non corrisponde a quel che porti, oltre alla tua faccia di cazzo. Per dire, oltretutto: il tuo sosia potrebbe essere la tua versione calva, capellona, cicciona, magra, incanutita, vecchia bambina. Non è un fatto di sosia.

Anche se ti assomiglia parecchio. “No, attento, c’ha i capelli!”. Ok io li sto perdendo, tanta carne… ho il cervello che preme per fare aria togliendo cose inutili. Ho il cuoio capelluto condizionato al freddo ed alle intemperie, dunque sono meglio selezionato. Senza capelli sono meno molliccio… e mi sta bene!

Il problema è quando il sosia si mette all’angolo è compare il clone… uno che pensa quello che tu hai sempre pensato, ama le cose che tu hai sempre amato, condivide su FB le tue stesse cose, fa ragionamenti identici ai tuoi con la stessa pacatezza e lo stesso senso del relativismo. Io non ho l’esclusiva sui pensieri e sui gusti. Io non ho l’esclusiva sui gradimenti. Registro due cose di pessimo gusto: non sta bene esere felici di ricevere le stesse identiche dediche, non sta bene riciclare i like, non sta bene entusiasmarsi per cose identiche alle quali ti entusiasmavi con me.

Non sta bene massimamente se dici che sono un coglione. Non sta bene o per la sincerità che protesti in giro di avere… o per la quota minima di legittima della tua sanità mentale e della tua aderenza al reale.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,
Annunci