Archivi tag: Fight

Radio Quindinononvatuttobene FRNCPL1

Oh e niente… quanto si incazza il mio amico Guglielmo per questi incipit tipo “Oh e niente” oppure “E niente quindi”… dice che non significano niente… ma non è banale usare per wscrivere quelle espressioni inutili con cui si comincia a parlare per riempire il vuoto delle insicurezze del dire.

Vabbè, e niente, stamattina parlavamo di “Fight Club” e su quel CD ci stanno due pezzi proprio da Fight Club… della colonna sonora… ma io ne sceglierò solo e soltanto uno…

140218-galleryimg-otrc-jared-leto-film-tv-roles-over-the-years-fight-club.jpg

… che è quello più celebre.. nella amosa bufala della versione non autorizzata.

Placebo (che cantano i Pixies) di Where is my mind…
… ma saranno davvero i Placebo?

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

Quella volta che mi svegliai con un senso di ansia, tristezza e colpa addosso…

… perchè nel sogno di quella notte, senza cpaponata o peperonata a giustificare il casino onirico che avevo vissuto, quella mattina mi svegliai dopo che ero stato coinvolto in una volgarissima rissa.

Anzi… no, a ben guardare il Codice Rocco, non era una rissa. Che per la rissa ci vogliono tre persone. E solo se c’è armi è aggravata. Noi eravamo in due, quella notte che lo sognai… quindi non è rissa ma chi le ha prese può sempre denunciare per lesioni (aggettivando come meglio il Codice permetta). E però a sentire lui saremmo potuti essere in tre… perchè con lui c’era una pecorina. Cioè una pecora piccina. Che puoi anche chiamare pecorella… ma quella lì, proprio quella, era una pecorina perfetta.

Pecorine+4.jpg

(in molti staranno pensando che questa sostantivazione atipica della pecora piccola e bella che invece di pecorella diventa pecorina e non una pecorina qualunque ma una pecorina perfetta, siano un modo volgare per aumentare la adesività del mio blog a certe richieste curiose che si fanno in giro…
… non è tecnicamente così, nel senso che ho notato che prima c’erano tanti che arrivavano qui cercando notizie su “pecorina perfetta” e dopo su “la pecorina perfetta”. Poi hanno preso ad entrare direttamente sull’articolo, cliccando il primo risultato sulla loro cronologia… quindi l’argomento o è interessante oppure è valutato come un metodo facile e sicuro e anonimo per arrivare qui… e allora vediamo che succede: interessa alle persone leggere di pecorina perfetta – e quindi leggeranno anche qui – o c’è qualcuno che lo usa come porta? Dopo che ho scritto che vorrei conoscere chi entra scrivendo “quindi no non va tutto bene” in modo ossessivo 20 volte al giorno ed ha smesso di farlo per una settimana entrando sempre nell’articolo “la pecorina perfetta” fino a sabato che poi è riesploso “quindi no non va tutto bene” tra le 23 e le 24 convint* che non lo avrei visto e avrei pensato “Bah… ha smesso!”…
… e allora proviamo a mettere qualos’altro che richiami alla pratica della pecorina perfetta e vediamo se è sincera curiosità o se si crede di essere più furbi di me…
… peraltro questa prova la faccio raccontandovi questa cosa spassosissima)

paulmccartney5.jpg

E niente, a sentire questo che o avevo malmenato nel sogno eravamo in tre, lui e l’amato ovino di sesso femminile… la sua pecorina. Perfetta. E io li avevo picchiati entrambi. Lui aveva un basso a tracolla, un basso elettrico. Un sorriso disturbante, sereno, felice, sincero. Io ho paura di chi c’ha questi sorrisi. Ma soprattutto ho paura di lui… perchè scendeva dal treno regionale alla stazione, mi trovava lì di fronte che ero lì chissà perchè che sono sempre convinto che chi non deve prendere treni e frequenta le stazioni sia un pazzo con forti disagi. E mi veniva incontro sorridendo, col basso a tracolla e la pecorina perfetta a seguito… E io mi chiedo “Biondoddio e questo che vuole” e lui in  perfetto inglese mi chiede “Scusi dov’è che sta quel bar dove fanno suonare?” (ucronia, di questo ba forse ne parliamo domani) E io mi volgo verso la strada d’accesso alla stazione e gli spiego che deve… poi lo guardo bene prima di dire cosa deve… e lo riconosco: “Paul, Paul McCartney?” e la pecorina, perfetta, in perfetta lingua inglese, anche se è una pecorina, mi risponde “Oh Yes!”… e io non voglio picchiarli ma la cosa mi spaventa, mi spaventa tanto… e non so perchè tiro un calcio alla pecorina perfetta… e poi mi avvento sullo sguardo incredulo di lui e gli mordo lo zigomo – brutto vizio – e gli do tre pugni in faccia e poi per sfregio gli salto sul manico del basso rompendolo e gli dico, non so perchè: “Così impari stronzo! Io adesso so chi sono…”. E me ne vado. E mi sveglio… e mi rendo conto che quando mi chiesero con chi mi sarei voluto battere al fight club dopo aver visto il capolavoro di Fincher “Fight Club”io avevo detto Paul McCartney.

fight_club_norton_5.jpg

E quando mi sono svegliato, mi sono fatto schifo e mi sono detto che è un cazzinculogravissimo quella condizione di postmodernità in cui un film che parla di postmodernità ti detta la linea di lavoro dei sogni!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

Allora, niente, oggi che proprio non so che scrivere è arrivato il momento di parlarvi di…

… Di quando la maestra dell’asilo che frequentavo pensò che i tempi fossero maturi per convocare a scuola i genitori e soprattutto le genitrici degli alunni della classe per spiegare loro che era successo un numero brutto assai. Un cazzinculo gravissimissimo. E che non dovevano preoccuparsi molto se per qualche giorno i bambini tornati a casa si fossero prodotti in gesti e comportamenti tipici degli attori di un set porno che “tanto signore passa tutto, basta ignorare per un paio di giorni e i bambini certi atteggiamenti li dismettono!”.

subliminal-fight-club

Li dismettono anche gli adulti, figuratevi. Se vuoi, puoi: svuotare la testa di una persona, cancellare i suoi ricordi dalla zona di utlizzo conscio della memoria, decostruire completamente la storia e il passato percepito di un individuo e ricostruirlo a tuo piacere… con un metodo che si chiama MKUltra e che se detieni presso il tuo domicilio gli attrezzi e le sostanze giuste puoi farlo proprio a casa… ma don’t try this at home per il semplice fatto che vuoi o non vuoi ad un certo punto svanisce l’effetto ed il passato vero torna e si sovrappone a quello nuovo che non sbiadisce e si produce un dissociato mentale che normalmente poi fa cose simpaticissime.

Project_MKULTRA_by_Oulixeus

Tipo convincersi che è un uomo che detiene segreti superimportanti, è seguito da spie e servizi di sicurezza all’epoca libici (che c’era Gheddafi) ora che so, Nordcoreani. E che i servizi segreti del divino successore gli hanno impientato un chip satellitare nel cervello. E che questo chip si attiva con l’apertura di un ombrello. Edij un giorno di pioggia su Viale delle Province a Roma fa strike su tutto un marciapiede con la sua utilitaria fiammante. 18 feriti ed un TSO il bilancio dell’entusiasmante mattinata del 2004.
MKUltra è facile e sicuro come metodo. Garantito per i primi 10 anni… cioè fino a quando i ricordi cancellati non si riespandono alla zona di utilizzo cosciente. E’ facile, sicuro e se avete dell’Ossigeno isotopo 15, del Penthothal, una mistura di Tavor-Roipnol, una stanza completamente bianca senza alcun segno, un impianto sonoro tipo sirena fine turno dell’Ilva ed un sistema per dare scosse elettrice a 110volt… il gioco è fatto.

club
Deprivare del sonno, incasinare lo spazio tempo (è facile in una stanza bianca incasinare lo spazio.. per il tempo usare la sveglia dell’Ilva e le scosse elettriche in tempi variabili), somministrare nei cibi (forniti sempre ad orari di molto sfalsati, tipo pranzo e cena in 2 ore e digiuno per due giorni poi pranzo e cena regolari) roipnol e tavor, far respirare ossigeno isotopo 15 e una volta che hai svuotato tutto somministrare Penthotal e un sacco di racconti e foto e video della vita passata che voglio sia la tua. MKUltra… facile e sicuro entro i 10 anni. Poi cominci a chiederti chi sono gli impsotri nella tua testa che ti suggeriscono ricordi differenti. Poi ti chiedi tecnicamente perchè ti chiavavi tua madre (nel ricordo indotto le foto della tua compagna sono definite le foto “della tua cara mamma” per esempio.

I ricordi di quelle mossettine, dismessi a 4/5 anni all’asilo… da un po’ di anni sono tornati prepotenti.
però obiettivamente li vivo bene… con tenerezza e un bel po’ di risate. Il passato è una terra straniera… basta solo frequentarlo un po’ per sentirsi a casa. Sempre a patto che qualcuno non abbia barato prima coi tuoi ricordi.

fight3

Ah sì… volevate sapere quel che è successo all’asilo nell’attimo prima che la maestra decidesse che era il caso di convocare i genitori. Purtroppo per voi siamo quasi a 600 battute, virgole incluse… Ne parliamo magari domani… ve lo prometto. Senò poi non leggete!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Biondoddio con quella che ci farei! Che poi è come dire, più o meno, le cinque donne della mia vita… tenendo ovviamente a debita distanza la mamma, la nonna e la zia! E pure il mio cane, che è femmina! (4/5 così spacchettato le idee si esauriscono meno velocemente…)

Veniamo ad una delle passioni nascoste… ma non di quelle per cui in qualche modo ci si debba vergognare.
Di Helena Bonham Carter nessuno potrebbe mai nemmeno lontanamente pensare di vergognarsi.
Non è tecnicamente quel che si direbbe una bella donna… ma ha fascino, carisma, ha una magneticità che decisamente va oltre ogni preocncetto, ogni riga, ogni cosa che potresti aspettarti.

fight-club-helena-bonham-carter-foto-dal-film-5_mid

Ed è poliedrica e polimorfica… oggi rieace a non essere mai uguale a quel che era ieri. E’ il piccolo dolcissimo mistero delle persone magnetiche ed affascinanti. Ti mettono addosso curiosità, ti mettono addosso voglia di scoprire, voglia di dividere il tempo e lo spazio assieme per magnificarti ancora una volta del nuovo cambiamento.

Però, a pensarci bene, non è nemmeno tecnicamente ad Helena Bonham Carter che io e proprio sento di dover dichiarare questo Biondoddio. No, tecnicamente no! Ad essere precisissimi questo Biondoddio e tutto il resto è tutto concentrato a dirigersi verso una delle incarnazioni di Helena Bonham Carter, forse nemmeno la meglio riuscita… ma sicuramente la più eccessiva ed inaspettata.

In effetti questo Biondoddio è solo e soltanto per Marla Singer, che per sbaglio ha il viso di Helena Bonham Carter… ma non è mica detto che sia la stessa persona. Per dire: Marla Singer non è la moglie di Tim Burton. Siamo d’accordo… io non sono Ed Norton… e non sono nè potrei essere Brad Pitt… Non sono un anonimo perito assicurativo e non sono Tyler Durden… sono “sicuramente un comunista ma non una pronostar”(cit.)… ma ecco, cerchiamo di essere precisi: Helena Bonham Carter non è Marla Singer… ed a me Marla Singer piace.

Helena-Bonham-Carter-in-Big-Fish-helena-bonham-carter-19962981-1360-768
Spieghiamoci meglio: io con la signora Bucket de “La fabbrica del cioccolato” non ci uscirei… credo sarebbe lei a dirmi di no… c’ha tanto da fare ed io non sono poi quel porco che si crede per cui se una è mamma una è milf e se una è milf… NO! Non con le mamme dei film di Tim Burton almeno. Con la compagna di Sweeny Todd per ovvie ragioni col cazzo ci andrei… Nè con la Regina di Alice in Wonderland o con la Dottoressa Julia Hoffman di Dark Shadows.

016_helena_bonhman_carter_tim_burton_theredlistNon chiedetemi nemmeno giudizi sul suo ruolo in Planet of The Apes… No, No e No!

Big-Fish-Helena-Bonham-Carter

Da ora in poi non leggete più se dovete ancora vedere il film Fight Club… perchè questo è anche un Biondoddio sul film che avrei davvero voluto e rivoluto girare ma che… no, niente… quindi capiterà uno spoilerone grosso come una casa… voi mettete solo mi piace sotto e fidatevi.
A andate a vedere il film!

Io voglio Marla Singer… lei e solo lei.
Perchè “in un momento molto strano della mia vita” come quello che sto attraversando… vorrei tenerla per mano mentre tutto intorno esplode, mentre ho minato tutto… e dirle semplicemente che “Fidati… Andrà tutto bene!”… Perchè non dovrei essere geloso di nulla… perchè infondo Marla non è mica la zoccolona che per tutto il film siamo convinti di avere davanti… eh no… per niente. Alla fine sei solo tu che sei schizzato e vedi il mondo a cazzo…
… ma non è per questo che ti parte la testa per Marla Singer…

Fight-Club_Helena-Bonham-Carter-hat-front-CU_cap
La testa per Marla Singer ti parte perchè non lo sai nemmeno tu, ma ti volti e constati semplicemente che una donna così, da nessun’altra parte del mondo. E mai!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,