Archivi tag: Levante

Radio Quindinononvatuttobene – A some tirate

A somme tirate, non tanto sull’anno passato, che salutiamo, ma sulle feste appena trascorse, che l’epifania ieri si è portata tutte via, allora dicevo… sono stati giorni ininterrotti di ritmi non più regolari: conoscenze fatte tante, riconosciuti al seggio dopo le 3 di notte: pochissimi. Conoscenze fatte tante, figurine da attaccare nell’album persone importanti da tenere a memoria: la metà. Festini neoborghesi o catholic-anti a cui si è partecipato: troppi. Caffè: ridotti drasticamente. Sigarette: dimezzate. Righe scritte: tantissime. Progetti aperti: troppi. Progetti da sistemare: alcuni. Tesi da rivedere: Una. Sushi all you can eat: tantissimo. Multe per eccesso all’allyoucaneat: due. Grappe e superalcolici: drasticamente tagliati. Spending Review monetaria: avviata. Spending review sentimentale in via di perfezionamento. Cazzate fatte durante le feste: troppe. Cazzate in programma: alcune. Viaggi in via di definizione: tre. Devo ancora comprare le penne!

Canzone delle feste: Alfonso di Levante
(che resta la sempiterna amica del cuore con cui non fare niente di scabroso nella enorme scatola delle Biondoddio con quella che ci farei!)

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Biondoddio con quella che ci farei! Che poi è come dire, più o meno, le cinque donne della mia vita… tenendo ovviamente a debita distanza la mamma, la nonna e la zia! E pure il mio cane, che è femmina! (1/5 così spacchettato le idee si esauriscono meno velocemente…)

Featured image

E’ un mese esatto che mi fa da sveglia la mattina. “Sbadiglio” di Levante.
La sua voce mi piace troppo.
E la musica, volutamente semplice e dimessa, mi regala un non so che di positivo.
E poi ci sta quel modo di dire le cose banali, senza essere banale:

“Ci son stati bei momenti, adesso ci troviamo davanti ad un posacenere stracolmo, piatti e tazze da lavare…”
(che è pure un ricordo bello significativo, me ne rendo conto, quello del posacenere e delle tazze e piatti da lavare… ma c’entra poco con il testo e con quello che dirò dopo, il ricordo intendo).

Si può pure dire che poi vivere assieme diventò banale, monotono e socontato e non trovammo nemmeno più il coraggio di tenere pulito tanto ce ne fregava di noi…
“…però sai che palle?”.
Non solo metterlo in metrica.
Poi ho cercato il video. E mi sono innamorato. E c’è chi sa il perchè.
E mi sono innamorato pure del video. Forse perchè lei mi piace tanto… ma tanto davvero! Ha una fisicità ed una espressività fuori dal comune. Degli sguardi sconvolgenti… sì, vabbè, anche rispetto a questo c’è chi sa il pechè!
No, no… ste cose su Cosmopolitan non le trovi.

Featured image

Anche perchè su Cosmopolitam ed al suo lettore medio spiegare cosa sono “le braccia conserte per scaldarsi il cuore” è una cosa un pochetto complicata. Vai a far capire ad uno che si sente come uno che ha bisogno di farsi spiegare anche come si regge l’uccello per non bagnarsi le scarpe quando fa pipì, che evidentemente si parla di due persone che non riescono a farsi calore più perchè non si tengono più nemmeno abbracciate e quindi si abbracciano da sole! No, provaci con uno che ha bisogno di farsi dire che per star bene una donna vuole anche qualcuno che la faccia ridere… voglio vedere come ci provi… e come ci riesci!

Levante è Amelie di quel mondo fantastico o favoloso (non me lo ricorderò mai…) che canta… e poco altro. E forse non c’ha nemmeno il vizio di indovinare quanta gente si gode un santo orgasmo nello stesso momento…
E questo parallelismo con Amelie dice un sacco di cose!

A me con Levante piacerebbe un botto uscire a cena. Bistrot francese – che è quello che qui su questo blog non ti aspetti perchè minimo stai lì ad aspettare la zozzata – passeggiata pugni in tasca e testa un pochino bassa, ondatura un pochetto incerta, passi che si sgambettano tra loro…
il classico demente insomma…
…poi tutti a casa. Ognuno a casa sua, sicuramente. Perchè Levante è il prototipo della ragazza cui ti avvicini perchè ti fa un sacco di sangue… poi però ci esci per un caffè un giorno e ti rendi subito conto che in trentasette secondi si è diventati gli amiconi di una vita… e con gli amici non si fanno le zozzate…

Perchè, verità ineludibile: gli scopamici non sono amici!

Ciò detto, Levante può stare tranquilla: non sono Donato Stevanin e non ho un diario segreto dove scrivo altro su di lei! Se c’è ironia a sufficienza un sorriso… altrimenti un mio amico ha un gruppo su FB con il titolo “Io ti querelo”… e può essere una valida alternativa all’assenza di celebrità (per me intendo).

Questo per dire che ci sono anche momenti nella mia vita in cui regredisco alla fase di adolescente “Dailandog”(cit.)…
in cui reagisco alla tristezza ed allo scazzo facendomi un po’ meno caustico, un po’ ma solo un po’ più accomodante col Mondo. Però per farlo ci vuole qualcosa di banale che non sia detta in modo banale…
…perchè le cose banali non dette in modo banale sapete cosa sono? Sono le famose piccole cose di quel giorno da benedire secondo il bestseller millenario La Bibbia (che ogni tanto qualche verità la dice… ma ogni tanto… tipo quella che le figlie si possono vendere o che se uno mischia i prodotti va messo a fuoco o che chi giace nella stessa casa senza essere sposato può essere lapidato).
E poi ci vuole lo sguardo che ogni tanto in quel video fa Levante… qualcuno in particolare.

Featured image

E ci vuole una inquadratura che esalti l’appannarsi del vetro mentre lei canta con la fronte contro la finestra… perchè lo sanno tutti che succede così… ma lo fanno vedere in pochi. Perchè purtroppo le piccole cose a volte non sono banali da quando abbiamo smesso di guardarci attorno alla ricerca delle piccole cose.

Featured image

E ci vuole comunque una donna che se non la conosci la definiresti con espressioni del tipo: “Non sai io con quella lì cosa…” poi la conosci e dici: “Porca… allora mamma non c’aveva proprio capito un cazzo quando parlavo di quell’amica che vedevo solo io e lei mi diceva che non stavo bene, che non stava bene dire certe cose, che i bambini normali queste cose non le dicono e soprattutto non le inventano e che, in buona sostanza: “Ma perchè fai così? Che abbiamo fatto di sbagliato?”…

…Ma guarda tu la vita!

Featured image

Peccato che non prenderò mai un caffè con Levante. Oltretutto mi sono già rovinato la sorpresa da solo… per cui a che cazzo servirebbe davvero quel caffè? A farmi vedere con un VIP? No, non sono il tipo.

A meno che non sia Magalli… disposto a presentarmi qualche sua spasimante!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,
Annunci