Archivi tag: Noodles

Radio Quindinononvatuttobene – FRNCPL1

plastic_beach___noodle_by_evilcreampuff

E questi invece sono i Gorillaz, la band parallela di Damn Albarn che si era inventato per questa concept band dei personaggi, delle storie, delle vicende, una mistica ed una poetica tutte sue. E aveva visto giusto. E aveva vinto.
Questa è On Melachony Hill… E c’è Noodles che  ritornata dalla morte, ma è diversa, è una donna fatta, quasi quasi una Biondoddio con quella che ci farei… combatte e sopravvive ad una incuriosne aerea, scampa all’affondamento della sua nave su un canotto con sopra chitarra e zaino… mentre Murdoc e gli altri, compresa la cazzutissima e violentissima Noodles cyborg la cercano e ingaggiano mitologici scontri a fuoco con un sacco di cattivoni! E con loro ci stanno SnoopDog, Lou Reed, Paul Simon e tanti altri…Solo che alla fine il Boogeyman stronzo scappa col lamantino magico e dietro le nebbie si intravede Plastic Beach… ma di Noodles, quella cazzutissima e vera e sexy non c’è nessuna traccia. La Noodles vera è quella di sotto… quella militaresca di sopra è il cyborg.

gorillaz___noodle_by_fallingbird-d4fpurv

Tutti, anche alla mia età dovrebbero poter cercare la loro Noodles… anche èerchè è provato che la cyborg Noodles è solo una replica cazzona e cialtrona e violenta del reale. Del resto… compri i componentoi da E-Bay scemo di un Murdoc!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

Radio Quindinononvatuttobene – E sì lo so che ieri avevo detto…

sc000224dd03_4

E lo so che ieri io avevo detto a tutti voi che oggi avrei postato un’altra canzone. E lo avevo detto a chi viene qui di nascosto… che tanto lo so che lo fa… Però poi oggi ho cambiato idea… ed ho messo questa su. Perchè c’è un pezo di film in cui questo pezzo di radio è suonato che è significativo… ed è quella promessa splendida e sghemba che lei e lui si fanno… ma lui è zitto… e lei gliene dice di tutti i colori. Quel che è il futuro nel film è di una tristezza incredibile. Forse perchè i futuri di una cosa bella che si guasta poi bisogna capirlo che sono sempre tristi… ma forse no. Forse nella vita vera e fuori da un film Deborah non sposa il senatore Bailey – che lo sapete tutti chi è – e invece sposa Noodles… e forse quel “Corri Noodles, che la mamma ti chiama” e lui che esce in strada e si fa scatramare di botte da Bugsby non è la sliding door di tutto il film. Che una marachella, anche gravissima, che l’impuntarsi per paura e per difesa forse si può scusare… anche se non per una ma per la seconda volta!
Perchè ci sta di mezzo il destino. Boh! Comunque… io ce la metto qui quella promessa

Il mio diletto è candido e rosato,
le sue guance sono oro sopraffino,
il suo collo è uno stelo soavissimo
anche se non se lo lava dalla Pasqua passata…
I suoi occhi sono occhi di colomba,
il suo corpo è risplendente avorio
e le sue gambe sono due colonne di marmo…
in calzoni così luridi che stanno in piedi da soli
egli è tutto una delizia
ma sarà sempre un pezzente da due soldi,
e perciò non sarà mai il mio diletto.
Che peccato!

Questa fto è il ritaglio di un gioiellino lomografico raro e prezioso… chiedo a tutti scusa se la risoluzione è pessima e compare moltissima grana digitale. Chiedo scusa innanzitutto agli occhi della modella… Era lo scatto lomografico, quindi completamente artigianale, più dolcemente malinconico che io avessi… era giusto per oggi!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,