Archivi tag: parco

Scherzi a colori e non

Parco urbano tra Modugno e Bitetto, 12 gennaio 2016, Nikon d5000
Quelle che seguono solo alcune scherzate fatt a colori ed in bianco e nero su dettagli che avevano rubato la mia attenzione. Ve li posto qui, perchè credo oltre la sterile funzionalità abbiano comunque qualcosina da dire.

Vi suggerisco questosottofondo: Miike Snow: A Horse is not a home

Parco01

Trama di u tetto di legno vista da sotto.

Parco22

Volte verdi e folli

Parco19

Fico intrappolato tra rami di fico.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Cocci (e) Aguzzi

Il photoset che segue è un gioco ed un esercizio su dettagli trovati qua e là… pochissimi scatti per giocare con i pezzetti di vetro, che sapete assieme ai corridoi sono sempre un must per il sottoscritto. Vorrete perdonare se non aggiungo grandi commenti agli scatti, del resto non c’è molto da dire. Vedrete la solita figurina sempre presente tra le mie foto: Iolanda, come sempre incappucciata.
Parco urbano tra Modugno e Bitetto, 12 gennaio 2016, Nikon d5000

Ascoltate con me questo pezzo, mentre guardate le foto!
Il titolo usato è una citazione che avrete colto di sicuro… la parentesi è mia!

Parco30

Parco29

Parco35

Parco28

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

It was so cruel – 2/4

Parco Urbano abbandonato, agro di Modugno e Bitett (BA). 12-1-2016
Fotografie scattate con Nikon d5000
Ascoltate, guardando, il pezzo deiNon Compos Mentis “Idol with a frame” e non chiedetemi come faccia  conoscere certa robetta!

Parco18

Il corridoio delle stalle si perdeva nell’oscurità. Non so e non ho mai voluto immaginare cosa ci facesse lì un seggiolone per bmbini, in quel luogo che odorava di sofferenza e morte! Intuii ma ci volle tempo…

Parco09

Giusto il tempo di abbassare gli occhi e vederlo lì… abbandonato, inerme, sfasciato dalla morte lenta e impietosa che il freddo e gli stenti regalano sempre… in silenzio.

Parco17

Guardai meglio il vassoio sul seggiolone e vi vidi i piedini scomposti di una bambolina di pezza, buttata lì, usata, lasciata, spaccata. La volgarità di alcuni graffiti alle pareti completava quel quadro sordido urlandomi di andare via!

Parco08

Non lo feci, restai, il tempo necessario a scorgere meglio l’occhio semichiuso di quella povera bamboletta di pezza abbandonata, morta, come un rifiuto. Il cuore si strinse ma decisi di andare avanti!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

It Was So Cruel – Photoset 1/4

Album realizzato in una mattinata di scatti molto produttiva: 12 gennaio 2016. Location il parco urbano abbandonato in agro tra i comuni di Modugno (BA) e Bitetto (BA). Io non potevo immaginare che a ridosso di realtà comunque piccole urbanisticamente esistesse qualcosa di così enorme… ed allo stesso tempo così degradato. Il complesso, di cui vedrete altri set a seguire, versa in uno stato di degrado e incuria prressochè totale ed è un vero peccato. Al tempo stesso, il progressivo e creativo riutilizzo estemporaneo di alcune sue parti ha regalato un set alla de Sade e molte riflessioni su quello che realmente potrebbe essere fatto, scattato, impressionato, lì!

Parco Urbano abbandonato, agro di Modugno e Bitett (BA). 12-1-2016
Fotografie scattate con Nikon d5000
Ascoltate, guardando, il pezzo deiNon Compos Mentis “Idol with a frame” e non chiedetemi come faccia  conoscere certa robetta!

Parco20

Nella camnera da letto, abbandonatoin terra, v’era questo straccio, lasciato lì, metafisico, proprio come uno di quegli oggetti che De Chirico lasciava nelle piazze enormi e soleggiate. Tutto trasudava di incuria e di abbandono.

Parco21

Quando ho mosso pochissimi passi per perderlo di vista, l’ho sempre trovato ad entrarmi nell’obettivo, come un corpo, un cadavere che non la smette di protestare la sua presenza, il suo abbandono. Come chi non smette di chiedere pietà.

Parco25

Nel corridoio che conduceva alle scale, infine di sotto, c’eraquesto armadio a muro… ante distrutte e parzialmente mangiate dal fuoco. Sola, lì, sembrava tristissima, con qualche raggio di sole appena a cullarla dalle tenebre. Mi fece male, tanto male.

Parco06

Cercai di ritrovarmi in un frammento di specchio, dimenticato lì, nel terreno che ormai sostituiva il pavimento. Non riuscivo a mettere a fuoco… qualcosa mi diceva che non era la cosa giusta da fare.

 

 

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Annunci