Archivi tag: Religione

C’è una cosa che si chiama follia: “Credo alla figura di Gesù, non certo alle istituzioni della chiesa…”. E quindi sei un pazzo molto più pazzo di quelli che come perversione c’hanno quella con su scritto Cattolico Praticante…

E niente capita che ne ragioni al bar… e ti viene chiesto se credi e perchè non credi. E tu dici che non ti senti solo. E tu dici che ti fa paura, eccome, la morte come pure le malattie… ma non è certo la religione che te le tiene lontane. E sulla morte, come fenomeno naturale non è possibile far nulla. E non è possibile nemmeno che tutti i morti escano dalle fosse quel giorno famoso che si chiama Apocalisse di Giovanni… (e non c’entra niente con l’Apocalisse che fece vedere il prete del frosinate urlando “Ve la do io l’Apocalisse…” quel giorno bendetto che lo misero a TSO senza cena)
…perchè nemmeno in Colossal quali The Walking Dead, Zombie o l’Alba dei Morti Viventi sono tecnicamente resuscitati tutti i morti del mondo. “Ma che sei scemo? Dove ci mettiamo?!”.

1971 Flori BOL- Ultima valle- 1971 (43) FSB 402

E niente capita che l’interlocutore ti guarda e ti dice: “No perchè io, cioè, io credo nella figura di Gesù, parliamo di religione ma non mi toccare Gesù che mi incazzo… io credo nella parola di Gesù, non nelle istiutuzioni della chiesa!”. Con tono fermo, deciso, imperativo. E capita che tu scoppi a ridere a sentire queste parole… e provi a cercare di trovare il modo di non essere offensivo con quella risata, perchè è giusto spiegare perchè si ride. Senò stai a prendere per il culo. E non va bene.

ultima_valle_michael_caine_james_clavell_009_jpg_untq

E niente tu prendi e fai una domanda…

Un piccolo inciso: a me l’utilizzo difforme del verbo prendere che c’abbiamo al sud mi fa quasi arrapare… “prendo e me ne vado!”, “prendo e dico…”, “prendo e faccio…” quasi sempre preceduto dall’avverbio ‘mo… come a dire adesso… indica proprio in modo evidente l’urgenza ed il bisogno di “prendere” e fare quello che il verbo che c’attacchi dietro dice che devi fare… un CARPE DIEM continuo ed azionista! “Poi dice che al sud non si fa niente…” (cit.)…

E niente tu prendi e fai la domanda, che ormai da una è diventata la… e tra poco capirete che in realtà è LA domanda… contro tutta ‘sta gente che continua a credere di dimostrarsi progressista e progressiva invece è nella maggior parte dei casi finta e ipocrita e questa è una cosa che non c’entra con l’interlocutore che è talmente genuino che tutti dicono al paese mio che è pazzo…

E niente tu prendi e fai La Domanda: “Cioè, aspetta… conoscevi personalmente Gesù di Nazareth figlio di Giuseppe?” (che formidabile invenzione i cognomi!)…

… e quello ti risponde piccato: “Non ti permettere di bestemmiare!”. E tu gli fai sereno: “Io non sto bestemmiando, sei tu che mi hai detto che credi nella parola di una persona… io a questo punto devo pensare che tu l’hai ascoltata di per tuo…” – “No, ma ho sentito dire ed ho letto quello che lui ha detto…”. Ho sorriso: “Scusa ma non mi risulta ci siano registrati da qualche parte i “Dialoghi di Gesù”, non mi sembra esca in libreria “Parabole – la raccolta di DVD con la vera voce di Gesù” e non credo sia stata ancora stampata “La mia vita spericolata” con autore Gesù di Nazareth figlio di Giuseppe… quindi tecnicamente che ne sai cosa ha scritto e cosa ha detto? se mai abbia scritto nulla perchè mi sa che era pure analfabeta come tutti gli amici suoi che chiamate apostoli”. Ha trasecolato con gli occhi: “Ma miseriaccia (ok la bestemmia era sulla luce di Cristo ma sorvoleremo) sta scritto che…”. Ho trasformato gli occhi in fessure, l’ho fissato: “Sta scritto dove?” – “Nelle Scritture…” – “E chi le ha scritte e tradotte le scritture che quelli erano tutti analfabeti? Quelli in cui tu stesso hai detto di non riporre la benchè minima fiducia…”.

“Io con te non parlo più di queste cose… ci sarà una risposta ma adesso non sono documentato per dartela!”.

olivieri_magieinquisitore_06

Non esiste documentazione a me oppugnabile. La verità in questo caso sono Io.

Dio non esiste!

E Gesù di Nazareth figlio di Giuseppe avrà detto e fatto cose mirabolanti… ma di lui hanno scritto in aramaico vecchio persone diverse da lui… probabilmente schizofreniche anch’esse… o molto superstiziose. Poi le loro scritture ed i loro appunti sono finiti in mano – secoli dopo – a pretacci ingestibili che hanno messo su un ufficio apposito per la validazione e traduzione delle scritture. Un Ufficio organizzato peggio della Sigurimi albanese, che spacchetta i Vangeli in pagine e da una pagina a testa ad un francescano, un domenicano ed un gesuita… (che non è la barzelletta del francese, l’inglese e l’italiano perchè le barzellette non uccidono, la religione sì) e poi dalla pagina 4 ricomincia il giro… e gliele fa tradurre.
E poi assembla tutto con lo “stile” che riesce meglio. Ad uso e consumo di quel che vuol far succedere nel mondo, tipo l’uscita dei libri di Costanza Miriano sulla sottomissione della donna, tipo l’uso non consentito dei preservativi per scatenare l’AIDS e dire che è una piaga contro i ricchioni che Dio non li vuole perchè mettono il ciacellino da dove si fa la cacca e simili…).

E questo Ufficio sta nella chiesa che – badate bene – voi tutti che dite “Credo in Gesù, non nella Chiesa!” dite che compie immani ed incalcolabili nefandezze tipo i tatuaggi di Fedez che sono quelli degli Illuminati… Però misteriosamente quando vi ha raccontato la vita di Cristo ha detto la Verità, cioè che ricrescono le braccia, pani e pesci si moltiplicano, l’acqua diventa vino, i morti risorgono e le puttane non finiscono lapidate, nemmeno se sono state stuprate. No, per dire, soprattutto l’ultima cosa succede ogni giorno, ma quelli sono i fanatici amici dei terroristi, mica noi esseri bipedi autoproclamatici umani ad immagine e somiglianza del Dio che ci hanno raccontato i profeti o, per dire, Gesù di Nazareth figlio di Giuseppe o il signor Maometto…

hqdefault
Il problema non è il mio! Non si può credere nella versione ufficiale se a scriverla è stato un amico stretto di Satana, di quelli che alla ‘controra va a prendere Satana col pallone sotto il braccio per andare a giocare a pallone con la scusa di rompere i vetri… cioè volevo dire il contrario! Siate meno ridicoli:
Gesù è il prodotto di una versione ufficiale che prevede:
“Non sapevo di essere incinta!”, “Malattie imbarazzanti”, “Credevo di essere morto…”… format che a me piacciono da impazzire, ma queste persone intelligenti definiscono stronzate… salvo poi crederci solo nel momento in cui si parla di questo Gesù di Nazareth, prodotto di una narrazione fatta da gente che loro stessa definiscono “malvagia, infida, pericolosa, non meritevole di credito alcuno!”.
Ignoriamo che sul fatto che la Madonna partorendo abbia sperimentato una esperienza gratuita ed autoprodotta di ricostruzione dell’imene c’hanno fatto una guerra più o meno mondiale: “Cattolici vs Persone meno rovinate di cervello”… Andatelo a dire a Magdeburg ‘sto fatto della Verginità della Madonna. Ci credo che se vuoi imporre una versione ufficiale così alcuni tedeschi – gente seria se non fosse per le assicurazioni – si incazzano e finisce che ci fai una guerra!

Non puoi credere a Cappuccetto Rosso senza credere nei Fratelli Grimm!
Non puoi credere nel Settenano se non credi in Walt Disney!
Su tutte, le parole fantastiche di Michael Caine in “L’ultima Valle” che se non l’avete visto siete davvero dei merdoni ed è su Youtube grazie ad un sant’uomo che ce l’ha messa, quindi stronzi investite 110 minuti del vostro tempo e guardatelo:

“I contendenti sono tutti farabutti, vero? Meno quelli come te, religiosi, fanatici che incitano al massacro a beneficio di un Dio che non hanno mai nemmeno conosciuto… L’Inferno non esiste! Lo vuoi capire o no? Perchè non esiste Dio, non c’è mai stato! Non lo hai ancora capito? Dio non esiste! E’ una leggenda!”.

Magdeburg_1631

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Teogonie, teosofie e quelli che potrebbero essere curiosi, curiosissimi incipit di quel famoso coso da leggere che non so se è un saggio, un romanzo, un vademecum che si chiama “Volevo vivere felice poi m’è scappato da cacare!”…

Io sono un ateo-senzaddio ma ho fegato. Ed ho un personalissimo Pantheon. Ed una personalissima teogonia di riferimento.

Se non sapete che la teogonia è tipo il catalogo degli dei e delle divinità perchè uno stronzo tossico d’alloro dalla prima mattina e pure greco di nome Esiodo (1– cioè unomenomeno all’ultima versione di Greco della terza liceo classico, correva l’anno ’97… dice che lo odio per questo…) ha scritto una “roba” che si chiama Teogonia e spiega la nascita degli dei e del mondo fino ad allora conosciuto… cioè in buona sostanza della Grecia, allora ho buona ragione di credere che non abbiate fatto il classico o comunque lo abbiate fatto con i piedi e cioè tipo l’anno dopo quello in cui tolsero le rimandature a settembre sostituendole coi corsi di recupero in cui comunque non si faceva un cazzo e sapevi che te l’eri scampata e tutto il rest’appresso. E questa cosa si chiama impoverimento progressivo dell’offerta formativa scolastica della Costa Italia.

images

Io ho la mia Teogonia. E la cosa bella della mia Teogonia è che ho capito qual’è l’errore di fondo che sta alla base delle religioni e di tutte quelle teogonie che non sono a ferrea base empirico-scaramantica-risolviproblemista: non è passibile di aggiornamento o di autoaggiornamento. Una stronzata clamorosa! Gli dei e le religioni attuali non funzionano perchè semplicemente non offrono risposte nuove a problemi contingenti e contemporanei. “Perchè pagare per avere una carta di credito?” è una domanda più importante di “Esiste l’amore o è solo sesso?”. Questo non ve lo dico perchè sono un publivoro ma perchè a differenza di voi politici “cammino per strada, stringo mani, guardo la gente negli occhi” (ma lo faccio con gli occhiali da sole a specchio così nei miei occhi voi vedete riflessa la vostra disperazione e questa è una cosa che ha a che fare con Pinochet che era un porco osceno ma che alcune cose sul governo delle masse le aveva capite) e non mi sono distaccato dalla gente… nè dalla gggente. Tutti ormai ci facciamo domande diverse, viviamo sulla pelle ingiustizia diverse. Sperimentiamo una esistenza monadica (cioè ognuno per i cazzi propri) e quindi è abbastanza ovvio che il problema non è più “Mi sento solo Gesù, mi sento solo Carlomarx… fammi sentire che non sono solo!” ma “perchè pagare per avere un conto corrente”… oppure “perchè essere costretti a sopportare gli hipster e le loro mode del cazzo”… oppure “per quale motivo non sono un ricco e affermato vincente e devo accontentarmi dei mobili ikea e delle camice conbipel che sono per la maggior parte slim fit e a me fanno difetto dietro al chizzetto che se non siete di Bari si chiama nuca”.

anthony_hopkins_in_silence_of_the_lambs-7402

Io ho la mia personalissima Teogonia e la tengo aggiornata verificando di volta in volta la rispondenza di figure di riferimento già presenti, per accertarmi che già di per loro non assolvano alle problematiche di nuovo accesso nella top ten dei “cazzigrossi con cui vedersela quotidianamente o prima di andare a letto”. Se non ce ne sono rispetto ad un “cazzogrosso” nuovo… ne identifico una diversa, non ancora inserita nel catalogo e la aggiungo. Rompano poco il cazzo le sentinelle cattoliche: i loro santi servono a questo, oltre a fare l’album panini dai mendicanti in chiesa o ovunque ci sia un mendicante tipo fuori alla facoltà di Giurisprudenza di Bari guardacaso solo nei santi giorni degli esami – però senza doppioni che se c’hai già quel santino grugni in faccia al mendicante e gli dici di portarti uno che non c’hai senò “Niente soldi stronzo mendicante di merda!”.
Io sono un livido rancoroso con un sacco di problemi con quella cosa che si chiama “Mondo” per cui tengo la mia Teogonia aggiornata più o meno ogni giorno. E questo non è un bisticcio di parole.

Come sapete odio le liste ed ho già provveduto in tal senso ad aggiornare la Teogonia con una divinità che si occupi di punire i creatori di liste e che in questo momento sta già procedendo a mandare cazzinculogravissimi a gente tipo i curatori di “Oltreuomo” che delle liste ha fatto il suo unico terreno di discussione.
Ed è diversa dagli angeli sterminatori che si occuperanno di gente come “Piff-Volo-Toffa” sotto il sapiente comando di una divinità altra.

Per questa esclusiva ragione utilizzo questo post preparatorio per dirvi che aggiungo oggi un topic che poi con calma sviluppiamo: quello della mia personalissima Teogonia e del mio personalissimo Pantheon di riferimento… eh che bella inversione a chiasmo rispetto all’apertura del post! Però, per soddisfare la vostra curiosità vi dico già che avrete sicuramente trovato in giro i nomi di alcune delle potentissime divinità da tempo inserite nel catalogo, tipo Darth Vader o Hannibal Lecter. E che oggi nei pochi caratteri rimasti… vi dico che le mie, di divinità, non sono solo ascrivibili alla banalissima categoria dei “cattivi del cinema, dei fumetti, di quel gran best-seller che si chiama Preistoria-Storia Antica-Storia Medievale-Storia Moderna-Storia Contemporanea-Storia al tempo della Precarietà”.

1521964
Ci sono anche figure neutrali. I buoni non esistono perchè non esistono proprio i buoni in questo mondo, non per altro. E quindi esistono divinità diciamo simpatiche che si fanno i cazzi loro alle quali far riferimento quando vuoi che ti capiti qualcosa di positivo che non crei dolore, sofferenza o redistribuzione del male – redistribuzione per una volta davvero comunista e non a chiacchiere come quella dei comunisti che tutti conoscono e venerano.
Perchè una cosa deve essere chiara: se vuoi che qualcosa di buono ti capiti, al 99.9% stai pregando che qualcuno soffra contemporaneamente e per converso. Altrimenti, in rarissimi casi che si chiamano eccezioni che confermano la regola, ti piace l’idea che nella tua vita accada qualcosa di bello senza creare casini enormi nella vita degli altri.

Queste divinità neutrali sono poche, fino ad ora due e i loro nomi sono Biondoddio e Gesummaria. Credo tutti abbiate intuito che Biondoddio è l’entità che nel Pantheon personalissimo di riferimento sovraintende a quel delicato ma indispensabile processo che nella vita umana va sotto il nome di innamoramento con annesse scopate micidiali o semplici infatuazioni a carattere preadolescenziale senza scopate ma con cit. continui di un tossicodallorodimmmerdadallaprimamattina che di nome faceva Platone. Biondoddio lo invochi spesso, spessissimo, ogni volta che vedi una che “Biondoddio io con quella che ci farei…” e non solo per cinque volte come nei miei post, che quelle sono il top del top, ma ogni volta che tipo per strada, al supermercato, nella vita di ogni giorno vedi una che “Biondoddio…”. Biondoddio ha la faccia di Vincent Cassel che interpreta Gilles de Rais che nella sua vita ne ha fatti fuori un sacco anche e soprattutto fuori dei campi di battaglia tecnicamente diventando uno dei più celebri serial killer del Medioevo francese… ma che soprattutto, a quel Biondoddio, non se n’è lasciata scappare una ai tempi suoi!

044740_01

Su Gesummaria c’è tutto un altro discorso da fare. Gesummaria  non l’ho inventato io ma una schizofrenica conclamata come Giovanna d’Arco che sentiva le voci, vedeva le cose che altri non vedevano e la visita del militare non l’avrebbe passata manco per il cazzo ma sarebbe stata riformata dallo psicologo con 4 a psiche e questo la dice lunga sul fatto che la religione cattolica l’abbia fatta santa dopo averla bruciata sul rogo come strega “Scusate c’eravamo tanto sbagliati!”(semicit.).

Passione_Giovanna_1

Gesummaria è il riferimento teogonico della buona sorte e della riuscita professionale e umana.

Quando vuoi che una cosa ti vada davvero bene, ma davvero proprio bene…
ma non parli di trovare i calzini non bucati, cucinare un piatto buono per ciulare con la tipa che inviti a cena…
bensì parli di:
affermarti sul lavoro fino ad avere tre segretarie porche con le quali ti contratti le scopate in pausa pranzo…
oppure affermarti nel mondo della cultura fino ad avere tre groupie alla fine di ogni concerto/reading/presentazione di libro/film/pubblictà gravando sui bilanci di festival arci perchè te le porti in camera e svaligi il frigobar e vai via il giorno dopo di ottimo mattino dicendo “segna segna” alla portiera di notte che sta morendo di sonno e che forse ti sei fatto pure…
oppure diventare un potente appartenente alla casta politico affaristica pluto giudaico masson comunista del PD…
o più banalmente un ricercatore universitario o uno dei pochissimi miracolati che c’ha il posto fisso anche alle poste o all’acquedotto pugliese e poi ha tanto tempo nel tempo libero per occuparsi delle sue passioni, dei suoi hobby, senza lo stress e l’assillo di prime, seconde, terze e quarte settimane e senza l’assillo della malattia che tanto anche se ti assenti per dire nel giorno clou su Costa Italia nessuno ti fa niente…

Quando vuoi che qualcosa che riguarda la sfera della tua realizzazione e non impatti col mondo circostante (tipo diventare dittatore) ti vada davvero bene, rivolgi una richiesta precisa a Gesummaria. Solitamente supino, sotto le coperte, prima di dormire, con le mani sul pacco o sulle tette a seconda se c’hai le tette o il pacco… e se sei transex una mano sulla tetta DESTRA (dettaglio non di poco conto) e una sul pacco… che sicuramente sei sensibile alle questioni di genere. Se Gesummaria lo pensi intensamente, ti parla. Come a Giovanna d’Arco, facendoti l’invidiabile regalo di farti sentire uno schizofrenico come lei e come Gesù di Giuseppe.
E se davvero lui c’ha voglia di farti realizzare quella cosa, tranquillo che si avvera.

DtxWoRVLOX
Gesummaria c’ha la faccia di Robert de Niro nel film “Angel Heart, ascensore per l’inferno” dove interpreta una figura grandiosa che però se non avete visto il film – merdacce – io non vi dico chi è perchè sarebbe uno spoilerone da rovinare il film più anciora del dirvi che Kaiser Sauze de “I soliti sospetti” non esiste.
Ah sì… lo avrete capito… Gesummaria ve lo presento perchè è, assieme a Biondoddio, uno dei protagonisti di “Volevo vivere felice, poi mìè scappato da cacare!”. E tutta ‘sta storia della Teogonia e del Pantheon è comunque roba quasi religiosa ma tranquilli, con l’Annonovianesimo non c’ha niente a che spartire. Tranquilli non mi sono convertito. Le cose si compenetrano perfettamente a vicenda, come “Le profezie di Celestino” si compenetra perfettamente con “Il piccolo Principe” e “Una vita presa al Volo” e “Diario in Bolivia” di Che Guevara… tutti sullo stesso scaffale in un ipermercato che frequento.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

Ribaltare un risultato di 1 a 0 in un 1 a 2 in zona cesarini d’autorete… E questa sarà la regola nel giorno in cui…

Allora di profezie autoavveranti abbiamo parlato qui.
Di Marxismo e di successo di quei buontemponi del duo Marx-Engels abbiamo parlato qui.
Di quel mattacchione schizofrenico di Gesù di Giuseppe abbiamo parlato un sacco di volte… e questi ve li cercate voi! Ma ieri e qui abbiamo parlato di quel successo planetario che è stato l’aforisma: “Ritornerete a vivere dopo la morte!”… già solo in termini di produzione horror come “The Walking Dead”, “Zombie” e più o meno tutto quel che manda profittevolmente al college la genia di George Romero. Ma non di solo horror e non di sola cinematografia si vive… per cui in ambito letterario, dove lo zombie non tira tanto a meno che non sia un prodigio dell’anatomia patologica e del patchwork e si chiami “Frankenstein”, abbiamo comunque il pluribancarellino “La Bibbia” e simili.
Al netto di tutto questo, resta il fatto che milionate buone di persone abbiano aderito ad un circuito mainstream definito cristianesimo, una perversione degli ultimi duemila anni, che predica il ritorno in vita dopo la morte.

hqdefault

Da gente che crede davvero nella ricrescita dell’imene per alcune sorteggiate fortunate…
Da gente che è fermamente convinta della possibilità di guarigione immediata da ferite da arma da punta e taglio…
Da gente ferventemente certa del fatto che ci siano pochi uomini in grado di camminare sulle acque, restituire la vita ai defunti, la mobilità agli storpi e soprattutto in grado di moltiplicare pani e pesci e fare altre cose fumettistiche e definitive senza essere accusati dai NAS di sofisticazioni alimentari…
… e soprattutto senza chiamarsi X-Men ed uscire dalla penna di Stan Lee…

E’ del tutto evidente che ci si debba aspettare che, rispetto alla morte, si possa con certezza afermare che: “… in un giorno attualmente non definibile tutti i morti torneranno in vita e…” udite udite “… lo faranno nella completezza ed integrità del proprio corpo e spirito…”. Sì, se una donna senza essere deflorata viene fecondata, se un predictor con le ali di piccione arriva a dirti che t’ha fecondato quella cosa strana che si chiama spirito santo e se dopo il parto immacolato l’imene che finalmente s’è rotto ritorna integro e sano… allora è assolutamente possibile revertire il processo di decomposizione di un cadavere, ritrovare tutte le larve e gli inseti che hanno contribuito alla decomposizione ed alla ingestione del cadavere, convincerli a restituire il maltolto, riassemblare magicamente il tutto con la regola tutto a posto e tutt’in ordine e recuperare senso, sensi e mobilità per ripresentarsi dai propri cari felice e radioso come una “pasqua del signore” che non per niente ti presenti felice come una pasqua in questi casi che pasqua è la resurrezione.
Cosa dire della questione sovrapopolazione è un mistero…
Come si riconosceranno cari che portano tra loro 3,7 secoli di distacco resta un mistero…
Come resta un mistero cosa potrei mai fare con uno zio del mio trisavolo che incidentalmente ha il mio nome e cognome e mi si presenta a casa chiedendo di fare serata… come piacerebbe a quel tale zio del mio trisavolo fare serata? Come accontentarlo?
Ed ancora… tale resurrezione investe anche i deceduti prima del fatidico anno zero?
Ma soprattutto, come ci comporteremo con altri pervertiti che hanno altri luoghi di culto ma credenze analoghe? Come gestire la crisi intimistica di chi ha creduto per secoli nella reincarnazione negandosi i piaceri culinari della carne? A questo lo schizofrenico di Gesù di Giuseppe non c’ha pensato… nemmeno Jim Morrison quando scriveva stronzate credeva che qualcuno le avrebbe mandate a memoria…

Tutto questo per dirvi che, però, questi religiosi sono simpatici:
riducono l’esistenza umana in una splendida partita di calcio tra vita e morte…
In un minuto indefinibile tra il primo ed il novantesimo la morte passa in vantaggio, subito riacciuffata dalla vita che va in pari (è il periodo di sospensione dell’anima in attesa della resurrezione di tutti i defunti)… poi la vita passa in vantaggio in zona cesarini, di testa con autorete e su calcio d’angolo.

prisco7
Anche il bookmaker più generoso pagherebbe ‘na cosa del genere 1:750.000
… mi spiegate com’è che scommettono su ‘sta quota un sacco ma un sacco ma un sacco di persone?
E soprattutto… ‘sta partita quando finisce?
E nel caso qualcuno vincesse… dove si incassa?

bookmaker_usa

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

“Figliolo c’è qualcosa che vuoi dirmi?” che poi nel mondo delle pornometafore è scrivere peeping-tom e leggere “padre confessore”

Ci starebbe un post da scrivere in quindiciminutinetti. Una eternità…
Il cazzo!
Quindiciminutinetti lo devi scrivere tutto attaccato che vola. Quindiciminuti volano, c’è poco da fare. E c’hai slo quindiciminutinetti che tra quindiciminutinetti devi far vedere un garage ad un tipo che forse vuole prenderlo in fitto e già pensi che non hai voglia di uscire in questo primo martedì veramente freddo. E già pensi che il casino sarà rileggere il post in cerca dei soliti refusi che fai perchè quindiciminutinetti dovrai rileggerlo lentamente perchè l’occhio non è abituato a questa parola lunga strana e tuttattaccata e pensi che quindiciminutinetti non ti basteranno e quindi rileggerai fumando la tua marlboro touch dopo, dopo pranzo. Che il post lo scrivi di martedì ma esce venerdì. E ste cose si chiamano ucronie e vi avranno già rotto le palle. Toccherà parlare di ucronie. Prima o poi. Ma non in quindiciminutinetti… che le ucronie sono belle cose e ci vuole più tempo.
Che in quindiciminuti netti parli di cose che ti stanno sulle palle. Ne parli volutamente male. Che è una pornometafora del cazzo che se sei intelligente e non hai troppe remore con quello che ti hanno fatto credere per anni, ci sei già arrivato da solo.

images

Quel che diremo oggi è solo un abbozzo, perchè quindiciminutinetti sono troppo pochi… sulle questioni meramente teologiche ci torniamo, promesso. Oggi facciamo solo la metafora. Tipo compitino del cazzo.

Per ricordarmi che sono quello che ad un certo punto della sua carriera scolastica ha smesso di crescere perchè è passato da un liceo classico selettivo di città ad uno di paese molto più accondiscendente e capì subito che poteva campare di rendita e “Signora è bravissimo, sarebbe ancor più bravo – bravissimissimo se fosse licenza poetica – ma proprio non si vuole applicare… vive di rendita”. E le cose le fa sciacquate se non gli va di farle. Le fa perchè le deve fare.

Quindicminutinetti comincia adesso… che avevo preso i cinque minuti precedenti per l’introduzione per parlarvi dei quindiciminutinetti e spiegarvi perchè avrei sciacquato. Però vedo che tempo ce n’è… ed allora i quindiciminutinetti diventano quindiciminuti netti… ed è già tanta roba.

Lo so che vi siete appartati tutti, almeno una volta. Ho scoperto solo qualche anno fa che si dice “in camporella”. Da noi si dice “infrattarsi”… e “in camporella” te lo dicono i genitori. Ma i miei erano troppo pudichi. E i miei amici troppo zozzi. Quindi l’ho scoperto da poco. “In camporella” o “infrattato” c’hai comunque un grosso problema: il voyeurismo altrui. I guardoni. E se non sei cattolico i guardoni ti stanno sulle palle a prescindere, non perchè devi far vedere alla tua lei che hai a cuore la faccenda perchè i guardoni sono pericolosi… nè perchè la tua lei o tu dovete far vedere che avete a cuore la faccenda per questioni anche di pudore e riservatezza o discrezione oltre che per ragioni di sicurezza e di terrore del “mostro di Firenze” anche fuori regione ed oltre la data di scadenza.

peeping2
I voyeur non sono solo quelli che vengono a vedere come scopi o fotti o fai all’amore per farsi una sega e godere del piacere di un porno in diretta e senza stare nel cinemino o a casa a guardare le nuove prostitute in cam. I voyeur sono quelli che si fanno i cazzi tuoi in generale. E di regola tu dovresti vivere il farsi i cazzi tuoi come una sonora rottura di scatole.
Voglio dire, sono cazzi miei… lasciameli fare in pace. Fammi andare in camporella in pace. Fammi andare a puttane in pace. Fammi toccare da solo in pace. Invece no… il guardone no… quello no… quello è allarme sociale della comunità delle coppiette.

690

Il confessore è una figura centrale invece nell’osceno e volgare mondo della religione cattolica.
Ora… ripeto che sul senso di colpa più che sul rapporto eucaristico come fondamento della religione cattolica parleremo più in là…
Quel che volevo farvi notare è che il peeping tom, il tipo che guarda da dentro l’armadio o da dentro lo stanzino delle scope e non ci si capisce come ci sia arrivato… ma serve solo a far capire che qualcuno spia e sentirsi come lui e fare la maggior parte delle riprese con una mascherina che simula la serratura o l’anta dell’armadio (c’è un genere pure così, gettonatissimo da certi signori in abito nero e con un curioso pezzo di plastica bianco al collo tipo medaglietta del cane)…

bed-time02

…quello è semplicemente lo specchio di quel signore che, nascosto in uno stanzino di legno dentro un edificio che si chiama chiesa che i sovietici recuperarono all’uso sociale sottraendolo a chi spacciava l’oppio ai popoli, ascolta i fatti tuoi e di solito, se sono piccanti perchè sei stato sincero, perchè la sua soglia di morboso interesse è bassissima e perchè nessuno è davvero immune da quello che loro definiscono peccato e l’uomo in realtà vive come piacere (ne riparleremo giuro)… come il peeping tom appena può corre in bagno e “mi fo una sega!” (cit.).

Pensateci bene… pensateci davvero, prima di creare problemi ad un guardone la prossima volta.
Pensateci bene… prima di accusare chi si fa le seghe sulle vostre scopate in camporella perchè vi guarda.

A me i guardoni stanno sul cazzo…
… però io i cazzi miei ai confessori mica vado a dirli!
Coerenza!

3297253629_9d8aa9dee9_b

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

L’esecuzione di applicazioni tecniche dell’esame di terza media. Del sistema ordinatore che regola il mondo, esiste, ha per molti nome di Dio… ed è obiettivamente nascosto molto bene!

In molti mi hanno chiesto una personale riflessione sui sistemi ordinatori… su Dio, insomma.
Questo è falsissimo… non Dio ma il fatto che qualcuno mi abbia potuto chiedere di scrivere una rflessione in merito.
Ma fa figo farvelo credere.
Quindi… sì in molti me l’hanno chiesta pensando che avrei detto qualcosa di pornografico.

rocco-siffredi

Prima che me lo chiediate, no… il mio Dio non è Tory Lane. E nemmeno Rihanna, visto che non esiste… mentre Dio sì.
Per un periodo ho creduto pervicacemente che Dio fosse il famoso Polpo Paul… il celeberrimo octopus vulgaris che azzeccava i risultati del mondiale 2010 di calcio in Sud Africa. Quello in cui perdemmo pure con la Slovacchia.
Non peggio dell’ultimo.
Sì, un periodo ho creduto nel Polpo Paul come sistema ordinatore… ed ho smesso di mangiare polpo… che d’estate per un barese è davvero troppo. Poi la notte di ferragosto di quel lontano 2010, ubriachissimo ne ho mangiati 4 congelati. E Dio s’è vendicato.
Il Dio vero.
Non perchè mi fossi macchiato di teofagia ma perchè avevo mangiato i polpi congelati spacciandoli a me stesso ed agli altri come primizia dell’Adriatico. Dio ti punisce se sei coglione… non se ti mangi il polpo in cui dici di credere. E un barese che si fa fregare sul polpo… è un coglione! Diarrea da colera a scoppio ritardato, 24 ore dopo… ma fulminante. Ero a 300 metri da casa. Furono i 300 metri più atroci della mia vita. Ma riuscii a non cagarmi addosso che deve essere una delle cose più umilianti per un essere umano!
Dio sapeva che avevo capito. Dio mi graziò!

hqdefault

Per dire: Dio esiste e mi piace pensare che sia tipo quello di Israele – quando credo nelle favole. Per me quella notte fece una eccezione.
Perchè un Dio dovrebbe essere così: cazzuto, incazzoso, guascone. “T’ho detto di non incularti… tu a Sodoma t’inculi? Va bene… Mo vedi!” Palla di fuoco. E se scappi perchè sei una brava persona ma ti volti a vedere l’effetto che fa la palla di fuoco… Statua di Sale ed avanti andare!

John_Martin_-_Sodom_and_Gomorrah

“Io quello che vi dico è per il vostro bene… e voi non avete ancora imparato dai tempi del “paradiso terrestre” a non rompere i coglioni e ad ubbidire!”. Un Dio dovrebbe ragionare così. Tolleranza Zero. Altro che il nostro che ti confessi, racconti i cazzi tuoi ad uno che avrebbe troppi cazzi seri più dei tuoi da raccontare (perchè uno che di professione si fa i cazzi degli altri e ne gode ha problemi più seri delle tue pippe, delle tue corna, delle tue liti con mamma e papà) e tante scuse, tutt’apposto e avanti andare.
Ripeccare.
Risentirsi in colpa e…
…tornare dal confessore che dopo da a te le preghiere per espiare e lui si fa una sega mentre tu sei troppo impegnato a dire le preghiere in salvezza della sua e della tua anima!
Se esistesse un Dio sarebbe come quello di Israele. “Hai fatto il monello? Ed io ti cucio il cachello!”…
…altro che cenere e carbone!

Purtroppo Dio non è quello di Israele. Purtroppo! (minuscolo perchè mi urta il senso estetico altrimenti)…
Dio è un teen ager svogliato di Isernia con troppo tempo libero. E noi, questo universo… siamo il suo lavoro di applicazioni tecniche dell’esame di terza media. Ve lo ricordate? Il sapientino dell’Italia, il campanello, il mulino ad acqua con l’enetroclisma da dietro come il presepe di “Natale in casa Cupiello” che è “una cosa religiosa con l’enteroclisma da dietro”.
L’universo che abitiamo è il suo lavoretto di applicazioni tecniche dell’esame di terza media di “divinità”.
Solo che ‘sto cazzo di ragazzetto dio prodigio ci s’è messo troppo di impegno. Per prendere un voto alto e strabiliare tutti c’ha messo troppe variabili. Rotazione dei pianeti, dimensioni vicine all’infinito, soli e stelle, acqua, ruscelli, pianeti gassosi… cose viventi, cose che parlano, sesso selvaggio, cuckold, strapon e “libero arbitrio”.
E religione, che è una di quelle perversioni incredibili!

Ha vinto. Ha preso dieciellode. Poi però governare ‘sta cosa era troppo complesso e lui, come tutti i promossi dopo l’esame di terza media, aveva voglia di pippette, motorini, gelati, videogiochi, cannoni, fumazze, amichette, limonatine… Altro che stare lì a contemplare ‘sto cazzo di lavoretto complicato e cercare di stargli dietro. “Che mi frega? L’ho fatto e mo lo rompo e lo rifaccio in tre giorni… se mi gira… ma ora no!”. Ogni tanto all’inizio ha fatto cose interessanti tipo
– la mattana di Sodoma e Gomorra
– il sabotaggio dell’enteroclisma per allagare tutto e fare quella roba dell’Arca di Noè
– le dieci piaghe d’Egitto un giorno che ce l’aveva girate con la ragazzetta che non gliel’aveva data (cerchiamo di essere onesti: la schiavitù è sempre stata una gran bella cosa… le Piramidi sono bellissime e però ci vuole manodopera visto che le macchine costano troppo e all’epoca non ce n’erano… ed il problema non è mai stato politico visto che con gli ebrei se l’è presa anche Hitler ma la Germania sta benone… no, quel giorno era proprio una roba di palle girate perchè la tipa non gliel’aveva data!).
Sì: ‘sto dio adolescente è capriccioso e deresponsabilizzato… mica ci pensa che quella cosa che ha creato poi c’ha na vita e un sacco di storie sue! Dopo, sti numeri da circo succitati (cfr. La Bibbia) ha iniziato a tirarli fuoris empre più di rado… fino a dimenticarci e non giocare più con noi! Siamo il pesce rosso lasciato nella boccia d’acqua quando parti per le vacanze. Nemmeno la dignità di essere portati un autostrada e spersi. Siamo il lavoretto dell’esame di terza media!
Sì… dice che ‘ste divinità sono proprio stronze. Umane troppo umane!
Dice che i greci, che ammettevavo tutta ‘na serie di cose che noi definiamo oscene turpitudini, gli dei se li immaginavano così.
Solo immortali. E, piccolo dettaglio: picciosi, infantili, rompicoglioni, arroganti, presuntuosi, un po’ zoccoli, spesso froci… ed uno pure storpio e quasi negro. Ecco perchè facevano le turpitudini, i greci, a dire di qualche moralizzatore!

DSC00355

E così siamo finiti in soffitta. E mi sa che con esattezza ‘sto cacchio di Dio adolescente non ricorda nemmeno in quale parte della soffitta. Ogni tanto non ricorda nemmeno bene che esistiamo! E prendiamo polvere. E lui, adesso, visto che il suo orologio ed il suo calendario hanno decorrenze bibliche… adesso c’avrà diciannove/vent’anni, avrà fatto il classico perchè è fighetto viziato e deve diventare classe dirigente senza sapere che classi dirigenti non ce n’è più… e ogni tanto si ricorda che c’è quel lavoretto. Ma ora c’ha la macchina… sgomma, si diverte e si ubriaca.E’ nell’estate dopo la maturità. Forse, come ne “Il Laureato”… si sta facendo una Milfazza.
E la notte con gli amici ‘sta in un bar tipo “L’arcobaleno” di Molfetta o “il Gabbiano” di Santo Spirito (BA) – che sono aperti tutta la notte e c’hanno gli sciottini d’amaro nazionale ad un euro – a prendersi ciucche colossali di Padre Peppe ed a fare le risse. E poi ubriaco torna a casa in macchina pensando a quel che farà alla Milfazza Mrs. Robinson il giorno dopo…

Tranquilli… pure se si dovesse schiantare… le cose per noi non cambierebbero di una virgola.

aco_pica

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,
Annunci