Archivi tag: Saviano

E niente… l’attore è il flessibile per eccellenza… ma la pornostar di più! E in buona sostanza Je Suis Charlee… (Chase!)

Sono giorni che mi avvito su me stesso con i post che programmo e che posto…
I discorsi stanno assumendo una forma tra l’anoide (cioè a forma di ano) ed il mulinello dello scarco del lavandino quando togli il tappo. Finisco assorbito. La verità è che questo flusso di coscienza poteva anche essere un unico post che partiva di qui… ma poi qualcuno, più di qualcuno, con candore mi avrebbe detto “Ho deficit di attenzione, ti metto mi piace… ma non leggo e mi fido sulla parola!”. Onesto… ma per te c’è l’inferno… ed è un posto particolare… quello dove ci stanno molti giovani e sconosciuti e bravissimi musicisti. Sono quelli che in vita non hanno sfondato per avverse condizioni meteo delle loro esistenze. E sono finiti ad aprirsi scuole di musica dove ci rimettevano (bile e soldi). E sono finiti a fare i turnisti a personagiacci come Zarrillo e Pausini (che ti daranno anche iniezioni di professionalità, ma lo fanno mentre ti scartavetrano le palle con la cartavetrata grana F che se non ci stai attento ti scartavetri le mani scartavetrando da lato sbagliato). E per le suddette ragioni alimentari e le suddette avverse condizioni meteo… sono finiti a produrre in batteria i pezzi celebri del canzonienre neomelodico napoletano camorristico. E ne sfornano dieci al giorno. E sopra ci canta Antonello, Dernier, Antony (che non è Antonello), Gabry, Teresina e simili. E famosi non lo diventeranno mai… perchè non stanno nemmeno i loro credit sotto le canzoni.

charlee-chase-and-prince-said

Nemmeno se il loro pezzo viene scelto per Gomorra – La serie. Men che meno se viene scelto per Gomorra – Il film. Figuratevi, ormai, se dovesse essere scelto per l’audiolibro di Gomorra – L’audiolibro del Libro.

E’ proprio questa immagine dei musicisti gimmiendrics o keitricciards o giacopastorius che se ne stanno ammanettati dalla caviglia con una catena lunga a sufficienza per arrivare al cessetto dello studio di registrazione dal termosifone dove sono attaccati, col cattivo di turno alla scrogge che scorreggia entrando nella loro stanza e gli tira dietro il pane vecchio, e gli scodella una ciotola con la brodaglia e gli dice “Stiamo sotto con gli arrangiamenti di quei sei album… ma tu domani vuoi mangiare?!” e gimmiendrics abbassa la testa e piagniucola “si si sissignore” e si mette lì ad arrangiare e comporre tutto in pentatonica diminuita per finire i pezzi… che senò lui poi domani torna (cit.)…
E’ proprio questa immagine che mi ha fatto pensare quanto complicata è la vita di un attore. Senza scomodare i mostri sacri come Hoffmann e De Niro col metodo stanisqualchecosa, che poi sarebbe Stanislavsky, entrano nel personaggio frequentando personaggi simili a quelli da interpretare… tipo i tassisti disadattati reduci erotomani e spree-killer alla “taxidriver”… ma pure pensando a quelli che pur di non “entrare mai nel personaggio facendoselo cucire addosso” sono stati nella loro carriera tante cose diverse. Penso a quelli che sono stati flessibili. E’ stato tutto più difficile… perchè la produzione oggi ti voleva monello, oggi bravo, oggi pazzo, oggi sano… su set diversi. E tu in un anno faticavi tanto a diventare un credibile stronzo… poi dovevi diventare un buono irreprensibile. Cioè… c’è gente che c’è morta… tipo il ricchione de “La montagna dei rott’inculo” che poi è diventato anche Joker di Batman e non ha fatto rimpiangere Nicholson… e quindi tecnicamente è stato magistrale… ma poi lo stress forte poverino se l’è portato. Chiariamoci… non che fare sempre una parte sia tanto meglio. Meccolicalcoli, cioè il biondino di Mamma ho perso l’aereo… non ha fatto niente di meglio nei secoli… e di noia è finito per morire al futuro prossimo di droga.

219x147

Flessibile allora sì… ma così tanto no! Cioè non da trasformarmi in un anno da cowboy frocio in supercriminale assassino di massa nichilista… Ma questo è niente. Perchè queste sono trasformazioni che agli attori si richiedono in un tempo più o meno lungo… non sufficiente a far scendere il tasso di sopravvivenza a zero… ma lungo. Pensate alla povera Charlee Chase… che nel 2005 un giorno girò due clip da 45 minuti di montato (quindi siamo sui 90 di girato… che x 2 fa centottanta totali)… in cui era prima una dottoressa incazzata che decideva di farsi pagare in natura la parcella dal paziente ipocondriaco… ma di sicuro un pochetto arrapato… e dopo i canonici venti minuti di doccia e capelli (trucco niente ancora, allora, alla brazzers) nello stesso giorno diventò la aspirante segretaria di uno sceicco principe di non so quale stato di sabbia che vestito di tutto punto ma con uno stracomico accento mediorientale faceva il maiale cazzomoscetto con la bella biondona di Tampa. Roba che se lo vede qualche aspiante califfo signore del pianeta ci ritroveremo ad urlare “Je Suis Charlee”.

Non pensate mai che la vita di una pornostar sia solo cazzo cazzo cazzo cazzo… con qualche simpatica variabile del culofigatette. E per chi non ci crede presto postata la query corretta da digitare per vedere il filmato della povera Charlee con il pazzo mezzofrocio cazzomoscio del “Prince, you are One… you are THE one…“.
“Charlee Chase big tits work prince”. La quary per arrivare al video della dottoressa è pleonastica… le foto le trovate qui!

2408154_6

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ma se Real Time è un canale porno… perchè non costa tanto quanto i canali zozzi che invece passano su Primafila e costano troppo?

Come vi avevo detto ieri… oggi vi spiego questa cosa qui: perchè Real Time che è pornograifa, gira gratuitamente sul diigtale terrestre e invece i Porno no?
Molto facile… e infatti il post di oggi sarà breve come quello di un venerdì qualsiasi. Innanzitutto allunghiamo il brodo dicendo che non è detto che quanto vi ho spiegato ieri non abbia avuto conseguenze su di me… tipo che non è detto che non sono morto. Questo, come ben sapete, si chiama “Programma la pubblicazione del tuo post”. Poi allunghiamolo ancora dicendo che oggi si decidono molte cose della mia vita… come vi avevo anticipato qui…

Poi veniamo a noi!
Real Time e la pornografia sono due facce del mondo che tutti almeno una volta vorrebbero vivere. Dunque entrambi sono reali. E se Real Time è la realtà e la pornografia è la realtà per la proprietà transitiva Real Time è la Pornografia. Perchè sia gratis? Un motivo c’è… ma la domanda è malposta. Il problema non è perchè Real Time sia gratis… la realtà è quel che viviamo ogni giorno, che al netto delle tasse delle bollette e dell’alimentazione è gratis. Il problema è perchè devo pagare per vedere il porno, che essendo reale dovrebbe essere, al netto di tasse bollete e alimentazione, gratis.

1271443_500x900x500

Pagate per vedere il porno perchè il mondo è un posto ontologicamente molto ingiusto. Il mondo e la realtà sono due affari che educano alla sofferenza. Il porno educa alla gioia… anche se siete sadici o masochisti: tutto il dolore che date o infliggete vi da gioia. Cadere per strada inciampoando in un marciapiede, no. Pagare una cartella di equitalia, no. Votare, no. Ammalarvi di una malattia misteriosa, no. Quelle su elencate sono tutte sofferenze… e sono gratis… al netto di tasse, alimentazione e bollette. Ciulare, metterlo, toglierlo, farselo mettere, farselo togliere… quello, che è una cosa bella, la paghi.

Devi pagare per godere… devi soffrire per avere l’illusione di vivere davvero… gratis!

2217

In realtà… cari miei… il discorso è ancora più subdolo.
Pensateci bene:
Real Time è gratis, come la vita… che in realtà pagate con tasse, bollette, alimentazione. Real Time non è gratis. La vita non è gratis. Ma ti fanno credere che sia così. Nella vita c’è equitalia, il salumiere, l’enel… in Real Time ci sono le agenzie di pubblicità.
Il porno non è gratis… pagate per iscrivervi ai siti, pagate per acquistare un film, create i presupposti per un pagamento al banner nei siti gratis quando vi fate la pippetta su youporn o simili. Però nessuno ti offre, nel porno, l’illusione che questa esperienza sia gratis: paghi, subito!

Ecco la malvagità del mondo… ed il potere di taluni signori che indossano la tuta il martedì, il giovedì il sabato e la domenica al mattino: convincervi che soffrire si soffre gratis… godere si gode pagando!
Brutta storia, sono d’accordo con voi!

jessica-rizzo-3

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

E niente… dice che Real Time canale 31 digitale terrestre è La Pornografia…

Nessuno se la prenda a male per questo, sia chiaro.
Io non sto dicendo niente di male.
Quando dici una parolaccia o un bestemmione tipo che metti in croce la madonna con tutti i pastorelli o dici cazzinculo (che non fa figli ma fa male se lo pigli cit.) può succedere che una persona anziana cada e si spacchi un femore (che poi ci si muore) mentre attraversa la strada o tipo ad un bambino felicissimo del suo calippo capiti che il calippo per una improvvida pressione voli fuori dal contenitore e in terra… (ed è molto probabile perchè in età da calippo difficilmente sai cosa significhi “improvvida”… o difficilmente il calippo è il gelato… tipo chessò la Pascale)… e tutto questo tecnicamente si chiama “instillare senso di colpa nei bambini sull’uso cosciente delle parolacce”. Quando invece tu dici una cosa che è vera, anche se sconveniente, nessuno cade, calippi o anziane. Quando tu dici una cosa vera che tutti sanno non succede niente. Quando tu dici una cosa vera e sconveniente che nessuno sa possono succedere due cose: o ti uccidono e diventi un martire… oppure tutti ti danno addosso perchè quella cosa, per quanto vera, te la dovevi tenere per te perchè non sta bene dirla. Difficilmente, come Saviano, con una cosa detta rischi di fare tutte e due le fini… però tipo a Saviano è successo e quindi può succedere anche a te. O a me per quel che sto per dire.

images

Real Time è l’incarnazione del porno. Real Time è la versione pornografica della vita comune. Della vita di ogni giorno. Real Time offre come il porno uno spaccato della vita comune di tuti quanti noi… o meglio, lo spaccato della vita che la stragrande maggioranza di noi vorrebbero vivere.
Non dite che non è vero… se Renzi governa, se Berlusconi ha governato, se la sinistra è Nichi Vendola… allora Real Time incarna la vita che tutti noi vorremmo per un attimo, almeno uno nella vita, vivere.

20110805223421!Real_time_new_logo
Proprio come tutti, ma proprio tutti, almeno una volta nella vita, vorrebbero essere un idraulico infilato dalla cintola in su sotto il lavandino con una desperate housewife che si occupa di qualcosa di molto particolare che è sotto la cintura di lui. O come tutte, almeno una volta nella vita, vorebbero fare quelle cose che le donne fanno tra di loro quando vanno insieme al bagno nei film porno o quando prendono assieme il the a casa di una di loro. O come tutti e tutte vorrebbero fare se lei prende il the con una amica, fa con lei tutto quello che almeno una volta nella vita tutte vorrebbero fare tra loro e da uno sgabuzzino esce uno nudo, che farà quello che tutti almeno una volta nella vita desidererebbero fare con donne che non conoscono, che mentre prendono il the fanno cose zozze tra loro.
Real Time è per lei il the delle 5 con l’amica… e per lui l’uscita dallo sgabuzzino. Real Time è il matrimonio che vorresti ma che nessuno che non si rivolga a Real Time e non superi un concorso che valuta il gradimento possibile del tuo volto e della storia che vogliono cucirti addosso e non decida di mettere i cazzi suoi in pubblico potrebbe avere. Real Time è la malattia misteriosa che tu non vorrai mai avere, che probabilmente nessuno avrà mai più… Real Time è il medico indiano – è sempre indiano – che risolve il problema più oscuro della terra e ti dimostra che anche un indiano, uno che viene da un paese dove muoiono di fame e pasciono le vacche, può diventare un piccolo eroe del pianeta perchè scopre una malattia misteriosa e salva la vita di un protagonista di Real Time.

ltbscene461video01_01

Real Time è la vita. La pronografia è la vita. Sono entrambe vite che tutti vorrebbero vivere… che sono vere e reali più del reale… proprio perchè ti convincono di esistere da un tubo catodico o da un ultrapiatto al plasma o, per dire, da uno schermo curvo a led. Solo che Real Time è gratis… il porno giustamente lo paghi. Sapete perchè?

Ve lo spiego domani! Se non faccio per ciò che ho scritto, la fine di Saviano!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,