Archivi tag: Set

L’amore buttato! 4.7

Questo set, brevissimo, che dividerò a scatti perchè sia, come dire, più forte il concetto, è stato scattato nella palazzina degli uffici di una fabbrica abbandonata tra Giovinazzo e Molfetta… Mi impressionò moltissimo, nello scattarlo, la quantità di fazzoletti sporchi e preservativi usati fosse in ogni dove…
Ne rimasi sconvolto.
Chiedendomi se fosse possibile quel che vedevo. Chiedendomi chi mai…

Curioso come esplodesse quel colore!

Nikon d5000 No Photoshop04

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

L’amore buttato! 1.7

Questo set, brevissimo, che dividerò a scatti perchè sia, come dire, più forte il concetto, è stato scattato nella palazzina degli uffici di una fabbrica abbandonata tra Giovinazzo e Molfetta… Mi impressionò moltissimo, nello scattarlo, la quantità di fazzoletti sporchi e preservativi usati fosse in ogni dove…
Ne rimasi sconvolto.
Chiedendomi se fosse possibile quel che vedevo. Chiedendomi chi mai…

Libri e spartiti… lì dove non hanno senso… e preservativi!

Nikon d5000 No Photoshop

18

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Ultimo tango…

Questo set fu ispirato dalla visione del film capolavoro di Bertolucci. Volevo qualcosa che parlassi di incomunicabilità pur rimanendo seducente, carnale. Le foto di quel set forse le posterò… questo è il backstage iPhoneographic ossia di iPhoneografia – arte del fare scatti ed elaborarli a proprio gusto con un iPhone. C’è anche un backstage lomografico che un giorno posterò.

Le modelle sono Miriam che conoscete e Serena, che forse conoscerete!
Spero vi piaccia.

iPhone4 nativo e app varie.

IMG_4081 (1)

IMG_4028 (1)

IMG_4029 (1)

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Michele – Reading and drinking

L’idea era quella del Perfect Gentlman con qualcosa che fosse fuori posto…
Come un testo della Einaudi o il capello non proprio british…
A me questi scatti piacciono tantissimo… peccato non essere con Michele più spesso!

Nikon d60
Giovinazzo

DSC_0049

DSC_0065

DSC_0021

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Sonia, new model

Set a cui sono molto affezionato… quello di Sonia e Miriam alle case dell’Ente Bonifica murgiano è un set che farò girare a breve con qualche foto…
Lei è il viso che ha ispirato Sonia Carelli di Dopo di Noi…
Non è così stronza, però!

Nikon d5000
Spinazzola (BAT)

DSC_0392 copia

DSC_0480 copia copia

DSC_0459 copia copia

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Photoset Old Tattoes Happy Lives

Allora, questo è un altro progetto fotografico molto più a lunga scadenza che ho cominciato con una modella d’eccezione, la mia supercugina giramondo, Gaia! Guardatevi pure le foto, vi suggerisco di farlo con questo sottofondo cadaunato idoneo (cit.).

Rock Numa - Wrong Smok

Quel che vorei questo progetto di accumulazione regalasse è il bisogno fortissimo che ho di lenire una paura: quella di veder invecchiare e sbiadire i miei tatuagg un giorno… Avevo bisogno di tatuaggi invecchiati, rovinati, da ribattere…

Flower Power

Perchè io non so bene per quale idea o concetto, soprattutto al tatuaggio rovinato e sbrecciato e sbiadito si tende storicamente e socialmente a dare una stigma ancor peggiore della semplice “decorazione”. E’ come se, oramai, sdoganato il concetto di marchio sulla pelle, ciò che resta è la consapevolezza che i tatuaggi belli e rampanti ce li possono avere tutti… ma chi porta addosso qualcosa di sbiadito, è lui il cattivo.

So It Goes - Selfmade

Ecco volevo proprio andare ad intervenire su questo concetto. Lo sapete, non ho mai amato apprezzare il bello che è bello per tutti. Non mi sono mai piaciuti i sorrisi e le pose fashion. Non ho mai voluto ricercare chissà quale pop o popolare o trendy. A me piacciono le cose rotte, a me piacciono le cose sporche… a me piace tutto quello che puzza di sudore vissuto e non di deodorante per le ascelle a coprire lezzi di stantio.

The Owl

Ho avuto la fortuna di cominciare con mia cugina Gaia, una splendida e felicissima giramondo. I suoi tatuaggi erano tutti legati a concetti, esperienze, momenti vissuti, persone ed esseri cari. Scattare con lei è stato divertente. Scoprire i significati, riutilizzare il biancoenero contrastato per tirare fuori i dettagli, scherzare con le “pose” facilifacili. E parlare di noi, di lei, di me. Perchè dietro tatuaggi “anestetici” cioè non estetici, c’è sempre una ricerca, un vissuto una vita, una verità vera quando si è fatto il tatuaggio… cristallizzata in quel momento… e non ci interessa più se ancor vera o non più vera. Ed allora guardare, leggere e scattare diventa un viaggio dell’anima.

Achilles

Ovviamente adesso cerco altri modelli o altre modelle. Piercing, alterazioni del corpo, tatuaggi, piedi rotti per la danza, mani sfondate per la boxe… tutto quello che parli di un amore, di una esperienza, di una vita! Fatevi pure avanti: compenso un caffè e quattro risate. O se preferite una birra e quattro risate!

Dai, Fuck Die!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Radio quindinononvatuttobene – e mo ci sto pensando che ti sei presa pure i meriti del titolo di questo blog!

3b3d32153cbe9b4b2d5809a4a6c817a6

Questa è brit, molto brit, forse pure un pochino troppo…
… ma con una modella tatuata, tatuata e rovinata nei tatuaggi…
… una modella bella…
… questa ci sta a motonastro, a motopompa… ci sta tutta, nzomm!

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Il problema non è l’odore su un set porno… ma la frase sui compiti da fare per scuola il giorno dopo…

… piuttosto il problema è quello che inevitabilmente avviene dopo la trombata, la venuta e tutto quel che lei dice a lui nel mentre la scena finisce. Ed in questi casi finchè c’è fluido, c’è pellicola… e le riprese si interrompono solo quando tecnicamente il coefficente di viscosità dei corpi ha raggiunto un valore per cui l’attrito delle epidermidi rende fastidioso e inutile proseguire oltre con le manipolazioni.
Ora, dopo questo dettaglio che farà urlare tutti “al ritorno del buon vecchio Mortellaro” che non le manda a dire… è bene ed assolutamente bene ricordarre che se Palahniuk genialmente ha parlato del set di un film porno come di un posto banale, anche arredato con inutile sfarzo, ma che sempre e comunque puzza di calzino di spugna bianco sudato, di patatine puff e di tutti gli aromatizzanti più vari dei preservativi… una cosa Palahniuk non ve l’ha detta. Che dopo l’amplesso e dopo tutta quella roba di continuare a farsi riprendere finchè i fluidi restano fluidi, ci stanno sempre e comunque due persone che fino a quel momento se lo sono abbondantemente condiviso uno spazio ed un tempo. Tanto intensamente da risultare incastrati. E siamo esseri viventi umani… e sembrerà strano ma proprio come i cani, le scimmie, i delfini e tutta una serie di creature a noi superiori, abbiamo bisogno di dircela qualcosa dopo. Voglio dire, sono celebri i dialoghi che la gente si fa scrivere dal cervello pure per congedarsi dalle mignotte per strada. Di solito sono di una banalità inarrivabile… tipo condizioni metereologiche – e sei talmente imbarazzato da essere più veloce dell’esimio Laricchia che alla TGR ti spiega una volta a settimana il tempo – lavoro, provenienza geografica. Altre volte, tipo sul set, quando tra attori porno ci si conosce e ce lo si è melo e telo da un saco di tempo, no(?)… lì sono meno banali e più interessanti. Tipo come va con tuo marito, tua moglie (perchè c’hanno pure loro mariti e mogli magari per nulla gelosi ma scassacazzi per altre ragioni) e tu scopri che sono persone normali, che devono andare a fare la spesa, che si lamentano della cellulite, che devono comprare il regalo per Natale al figlio… ed è la normalità che bussa alla porta di casa tua e ti dice “Guarda che pure Tory Lane cucina a casa sua per il marito e passa l’aspirapolvere e lo swiffer… e non sempre rinvia le faccende domestiche perchè mentre lo fa c’è uno da sbattersi in casa.”. Oppure scopri che quel gran superdotato di James Deen ha “un figlio ed una moglie che non sempre e non ogni sera trapana a quel Biondoddio senza freni… e pure lui con la moglie si vede i programmi di cucina prima di andare a dormire in ciabatte e tutone – lei.”.

Il problema è quando lei, la Biondoddio con quella che ci farei più Biondoddio del momento – che non vi dico com’è nè come si chiama per ora che la rubrica la dobbiamo ancora inaugurare… la seconda serie… che la Prima la trovate qua. Quindi, attenti, tecnicamente vi sto informando che a breve parte la Seconda Stagione…

Il problema è quando lei si volta verso di lui, misteriosamente compiaciuta. E già il fatto che una pornostar ogni tanto si possa compiacere ci crea scompiglio… e chi l’ha detto che per forza di cose non devono godere pure loro? Cioè, ci stanno anche i gusti personali, ci sta che unisci l’utile al dilettevole, tipo il personaggio della Caprioglio in Paprika, che non aveva capito che se ci godeva ogni volta, facendo la richiestissima di un bordello icentino poco prima della Guerra, finiva a morirci di febbre da orgasmo – che poi non lo so se questa teoria che se godi più di un tot di volte al giorno muori di febbre sia scientificamente comprovata. E quindi può essere che quella Biondoddio ogni tanto ci goda pure, durante le riprese. Perchè c’aveva la faccia goduriosa. E lei si volta a lui e gli fa… “Gotta go now… too many homeworks for tomorrow…”. “Me ne vado adesso, torno a casa… ci hanno caricati di compiti per domani!”. Quello è un cazzinculo gravissimo. Biondoddio con quella che ci farei… sì. E’ vero. Biondoddio io stesso con quella che ci farei? Ma poi ti senti dire che c’ha i compiti a casa… e quindi che tecnicamente frequenta ancora almeno la comprehensive school… che è tipo le superiori nostre, tipo professionale o simile… e lì ti accorgi che le cose si fanno incredibilmente più complesse e che, sì, finisce davvero che ti ci potresti innamorare… per quanto sarebbe difficile, complessa e pazza come cosa.
E perchè, obiettivamente, una frase del genere in quel contesto creerebbe scompensi a chiunque!

CDOyRxSVEAEcvMf

p.s. Non siate così idioti da andare a guardare adesso chi è questa della foto usando google immagini… non è questa la biondoddio in questione! O forse sì?!
Tininooon (cellula sonora che indica suspance nelle sit-com)

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,
Annunci