Archivi tag: siberiano

Il triangolo è completo…

Si completa con la figura sulla spalla destra la carrellata sul tittico del tatuaggio o tattoo che ho fatto sulla schiena. Il rovesciamento del simbolo triangolare è un riferimento jungiano non tanto alla dualità dell’animo umano quanto e più precisamente alla Grande Madre, colei che da la vita come Demetra e Iside simboleggiando fertilità e rinascita… a destra, oppure la distrugge e la smembra come Ecate, Persefone e le Erinni… a sinistra. Il vertice basso di questo triangolo, coincidente con il coccige, è il crogiuolo in cui tutto decanta e viene a trattenersi e ridigestarsi… ma sostanzialmente ponendo le Erinni a sinistra e Demetra a destra, corrisponde a Sofia, ala purezza del rapporto con il femminino universale. In un amore che, proprio perchè interspecifico, non si sublima nel gesto più istintivo della passione, bensì in quello più ragionato della cura e del dono per il dono. Ecco perchè il vertice basso vede Maggie. Ecco perchè il vertice sinistro vede l’affetto carnale e spirituale passato.

12305871_10207679554177416_1712660914_n

A destra un orso molto stilizzato. Richiamo della civiltà russa. Come omaggio al tratto siberiano scelto. Nella tradizione Russa la Madre stessa è dipinta sempre come un’orsa. In una società rurale e boschiva come quella siberiana, il lupo e la lupa hanno significati profondamente distruttivi e negativi, mentre la cura, l’affetto e l’amore materno sono simboleggiati dalla forza distruttrice dell’orsa. Proprio come l’Orsa, la madre difende i propri cuccioli, bada alla cura del branco, protegge dal Male.
Benedice, con la zampa sinistra che si alza nel simbolo del tre, come da buona tradizione iconografica ortodossa. Resta ferma in primo piano retta, come da tradizione bizantina, non proprio frontale, senza mai volgere le spalle. Guarda verso destra non solo per una questione di equilibrio dell’immagine e di simmetria ma anche e soprattutto perchè continua a distendere in modo discreto la propria protezione. 12277262_10207679553857408_1675583107_n

All’Orsa non è richiesta alcuna benedizione sulla vita e sulle passioni. L’Orsa semplicemente, attraverso l’uso di alcuni oggetti dal carattere simbolico e quindi magico, protegge il passato e la formazione del cucciolo senza che mai sia possibile intaccare gli affetti passati e presenti, familiari, quelli che hanno portato il cucciolo ad essere l’uomo che è. E quindi ci sono le gru dell’edilizia, di chi ha insegnato me si costruiscono i sogni ed i percorsi… di chi ha insegnato che esiste sempre un modo per lasciare un segno, una traccia concreta di se stessi, i libri e i calamai di chi ha trasmesso l’arte e la passione per lo scrivere prima ed il raccontare dopo, il computer, un Apple II, per la ordinata caparbietà di chi ha fatto amare uno strumento ormai irrinunciabile, trasmettendo un metodo ed un amore per la curiosità, sempre… e la cura ostinata e caparbia di chi ha sempre preteso di proteggere, dal sole e dalla pioggia, spesso anche senza più vedere e snza più poter camminare, continuando a piantare un ombrellone non solo su una spiaggia.

12282946_10207679553577401_81977716_n

Questa figura ha una serratura sull’occhio destro, l’occhio della ragione. Anche questo è un significato misterioso… che non voglio svelare e so capirete che è importante custodire gelosamente quello che c’è dietro le serrature. Sono lì a posta. Ma ho sentito il bisogno di parlare di ogni serratura perchè, per quanto stronzomerdoni voi siate, non siete gente stupida… e le avreste notate… e mi sarebbe dispiaciuto dirvi: “Questo, solo questo, sono cazzi miei!” 😛

12282752_10207679553497399_730333834_n

Adesso e davvero ci fermiamo. Ho in mente un lavoro bellissimo… ma non è il momento. E non so se quel momento arriverà, davvero.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

E niente… una bella pausa adesso…

Dalla dipendenza da Inchiostro di China e simili… che poi China scritto così sembra Cina e il tatuaggio potrebbe sembrare rifaldo, zaraffo o fasullo… tarocco… invece no…
… come avevo annunciato siamo passati alla fase siberiana…
… e questo tatuaggio lo chiami se vuoi “Ovunque Proteggimi”… Perchè sta messo sulla schiena… poco sopra il culo. E c’è la mia cagnona Maggie che veglia su di me come una icona bizantina… che ci stanno piure due lettere sulla tonaca come nella migliore tradizione iconografica bizantina che è da dove tutta l’arte del tatuaggio siberiano si è ispirata… E le lettere sono la Chi e la Ro… e niente dietro di Maggie (riconoscibile dal suo orecchio destro basso per le sue ricorrenti otiti) dietro Maggie ci sta la Cupola… che lungi dall’indicare anni di galera indica semplicemente la casa, il tetto sotto cui si è sicuri. Poi ci sta il gesto di Maggie che è il saluto serbo – popolo di cattivoni che stimo moltissimo – ma è anche una benedizione che ricorda quelle curiose forme di threesome che si chiamano trittici – politici, religiosi, filosofici, sessuali. E poi ci sono le tre passioni e professioni: la birra, la boxe ed il crimine. Non perchè io sia un criminale ma perchè lo studio. E c’è il muso disegnato come fosse una serratura… che non vuol dire omertà… ma non dico esattamente cosa. Ah, sì… qualcuno sta cercando un segnetto recondito… Non è in questa serratura. O forse sì…
E comunque tutto sta ad indicare me e la mia Maggie… ed un Amore tutto particolare che confini non ne sa!

Ciao grazie zii!

IMG_7597

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,