Archivi tag: Teogonia

Signori, dalla Teogonia… Go Nagai

Allora… sarò brevissimo e categorico. Go Nagai è entrato da quando ero piccolo nella mia personalissima Teogonia. Lo pregavo intensamente, ma proprio intensamente, perchè, per dire, qualcosa di artistico che mi riguardava andasse veramente bene, ma proprio veramente bene. A differenza di Schicchi, che sta sempre in mezzo quando in mezzo ci stanno i soldi, Go Nagai non si vuole mai immischiare in robe del genere. Go Nagai disegna. Go Nagai è quello che partorisce idee geniali e ci fa sopra robe che appassionano il mondo intero con poco, veramente con poco, tipo matita, gessetti e robe così. Ecco… tipo Ysingrinus… però un pelino più conosciuto.

4b7e4a3dcf386a5ef02fe758dcd2f9b6

Go Nagai ha fatto Devilman e Jeeg… io prego Go Nagai ogni mattina prendendo il caffè… di modo che lui mi assista nella fase di creazione delle cose che scrivo, massimamente il blog, il blog autore nel mentre e poi tutte le storielle fantascienze e spaventose. Ultimamenmte Go Nagai mi sta volendo davvero tanto bene, ma proprio tanto bene… e quindi in libagione, oltre a questo post, sto per offrire ad Amon, il dio del male di Devilman, il sangue di tre vergini in croce… No, non avete capito, non le crocifiggo… me ne bastano tre.

hqdefault-1

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Il divo Riccardo Schicchi

Dopo aver chiarito chi sono, nella personalissima Teogonia, personaggi come gli importantissimi Biondoddio e Gesummaria… (Biondoddio è il salvifico delle fighe che conosci bellissime e ti vuoi fare, Gesummaria è tipo la divinità cui rivolgerti se hai perso le chiavi o hai da spicciare problemi veniali in casa.. una sintesi di lari e penati, un pupazzetto buono del focolare domestico) Dopo avervi ricordato che l’angelo custode è Darth Vader (lui veglia sui tuoi sonni e sogni e se qualcuno vuole farti del male se la deve vedere con lui)… dopo avervi chiarito che Hannibal Lecter è una sorta di cherubino che suggerisce modi e tempi dell’agir a seconda del risultato atteso… Ricordandovi che Nikola Tesla è quella divinità che sovrintende ai processi creativi tipo una pizia, un oracolo o qualche altro tossicodipendente creativo così…

… Riccardo Schicchi è, invece, il divo che si occupa di condurre in porto i primi appuntamenti ed i percorsi amorosi con persone normali. Sovrintende inoltre alla fase di selezione delle candidate a divenire tue compagne più o meno stabili in un percorso di vita dalla durata variabile tipo da una settimana a un sacco di decenni (a seconda del tuo stato di conservazione) e suggerisce i test da effettuare e le skill da verificare della candidata. Il santino di riferimento, da custodire gelosamente in duplice copia, una nel portafogli una infrattata nel luogo dove massimamente avvengono le prime copule, lo ritrae sorridente, giulivo, seduto su un divano nero in finta pelle.

Non dimenticate mai di rivolgere a Riccardo Schicchi una preghiera, prima di scegliere se accettare o meno un primo appuntamento. Pare porti anche molto bene rivolgergli un pensiero sincero mentre ci si profuma, prima di uscire e recarsi in un luogo dove è possibile fare nuovi incontri. Pare le sue manifestazioni siano accompagnate da dispercezioni olfattive definite dai fedeli: Un lezzo comunque inebriante: un po’ patatine puff al formaggio, un po’ calzini bianchi di spugna sudati.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Il mio amico pornografo

Per un po’ di post mi perdonerete se vi ricordo di visitare anche il nuovo blog della Karashò e seguirlo!

 

Lo sapete, mi avete spesso sentito invocare personaggi fantastici, fantasmagorici, formidabili: Darth Vader, Hannibal Lecter, Biondoddio e Gesummaria. Ultimamente mi avete sentito invocare Riccardo Schicchi.

E’ il momento di presentarvi un altro protagonista assoluto della mia personalissima Teogonia: Erik Thoir, pornografo. Vi ricordate come funzionano certe cose, no? Donatello, scultore. Baudelaire, poeta. Rimbaud, cazzaro (più o meno). Apollinaire, depravato. Ecco, Erik Thoir, pornografo. E quando morrà, spero il giorno più lontano della Storia, metteremo accanto alla dicitura l’alfa e l’omega.
Veniva da lontano, dall’Indonesia. Dov’è? Non lo so. La confondo sempre con la Malaysia, con la Birmania. Non sono molto sicuro. Sono quasi certo si tratti di una roba tipo isole e isolette. Credo. Protesto forte ignoranza in materia sebbene, a differenza di quello screanzato pazzerello di Ferrero, collega sampdoriano, io sappia benissimo che Indonesiano e Filippino sono due cose diverse e mai mi sognerei di dire “MOratti è un fesso che s’è messo al timone il filippino”. Scherzando di pessimo ma divertentissimo gusto sul fatto che i filippini costituiscono i 10/11 della nazionale di governanti di casa mondiale dei ricchi.

tohir_ava

Thoir come tutte le cose strane che arrivano da quei paesi strani, è uno che di mesteire fa i soldi. Cemento, palazzi, tanti palazzi, tante costruzioni. Da piccolo però non amava i Lego. Adorava i giornali. Quindi, palazzinaro e imprenditore edile ma ben ancorato al sistema dell’informazione del suo paese. Uno così, all’inizio, prima di sapere alcuni dettagli affascinanti, mi dicevo che doveva comprarsi il Milan, non l’Inter… per evidenti assonanze con la vecchia dirigenza. Amo il Gattopardo, del resto… e “Tutto cambi perchè nulla cambi!”. Invece no…

Ora sono contentissimo che Erik Thoir sia il nostro presidente. Per dire: uno così gli Juventini se lo sognano. Uno così: proprietario di tantissime cose tra cui pacchetti azionari di colossi dell’editoria multimediale niente male… come Brazzers e Naughty America. Mica roba da poco! Ecco perchè sono due anni che vi invoglio a fare account annuali a pagamento su quei siti: una pugnetta al giorno e contribuite al pagamento dello 0,0001% di persone come Icardi, Palacio e simili. Juventini cari non dite che non vi fate le pugnette! Juventini cari non protestate ignoranza dicendo “Io vado sui siti gratis…”. Quelli li ripagate con la pubblicità… spero non ignoriate che i proprietari dei siti gratis sono gli stessi dei siti a pagamento!

Bene: Erik Thor, abbreviato ET come il mio migliore amico di sempre, Erik Thoir è il santo da pregare prima di rivolgere la propria attenzione ad una qualsiasi intrapresa economica. Pregatelo forte, ogni mattina… Tipo Ganesh, quella specie di elefante col volto un po’ bloso ed il corpo antropomorfo! Ed offritegli libagioni spesso, molto spesso. Ne sarà felicissimo e le cose andranno bene. Perchè con l’Inter non funziona? Mai sentito parlare di Eccezione che conferma la regola?

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Teogonie, teosofie e quelli che potrebbero essere curiosi, curiosissimi incipit di quel famoso coso da leggere che non so se è un saggio, un romanzo, un vademecum che si chiama “Volevo vivere felice poi m’è scappato da cacare!”…

Io sono un ateo-senzaddio ma ho fegato. Ed ho un personalissimo Pantheon. Ed una personalissima teogonia di riferimento.

Se non sapete che la teogonia è tipo il catalogo degli dei e delle divinità perchè uno stronzo tossico d’alloro dalla prima mattina e pure greco di nome Esiodo (1– cioè unomenomeno all’ultima versione di Greco della terza liceo classico, correva l’anno ’97… dice che lo odio per questo…) ha scritto una “roba” che si chiama Teogonia e spiega la nascita degli dei e del mondo fino ad allora conosciuto… cioè in buona sostanza della Grecia, allora ho buona ragione di credere che non abbiate fatto il classico o comunque lo abbiate fatto con i piedi e cioè tipo l’anno dopo quello in cui tolsero le rimandature a settembre sostituendole coi corsi di recupero in cui comunque non si faceva un cazzo e sapevi che te l’eri scampata e tutto il rest’appresso. E questa cosa si chiama impoverimento progressivo dell’offerta formativa scolastica della Costa Italia.

images

Io ho la mia Teogonia. E la cosa bella della mia Teogonia è che ho capito qual’è l’errore di fondo che sta alla base delle religioni e di tutte quelle teogonie che non sono a ferrea base empirico-scaramantica-risolviproblemista: non è passibile di aggiornamento o di autoaggiornamento. Una stronzata clamorosa! Gli dei e le religioni attuali non funzionano perchè semplicemente non offrono risposte nuove a problemi contingenti e contemporanei. “Perchè pagare per avere una carta di credito?” è una domanda più importante di “Esiste l’amore o è solo sesso?”. Questo non ve lo dico perchè sono un publivoro ma perchè a differenza di voi politici “cammino per strada, stringo mani, guardo la gente negli occhi” (ma lo faccio con gli occhiali da sole a specchio così nei miei occhi voi vedete riflessa la vostra disperazione e questa è una cosa che ha a che fare con Pinochet che era un porco osceno ma che alcune cose sul governo delle masse le aveva capite) e non mi sono distaccato dalla gente… nè dalla gggente. Tutti ormai ci facciamo domande diverse, viviamo sulla pelle ingiustizia diverse. Sperimentiamo una esistenza monadica (cioè ognuno per i cazzi propri) e quindi è abbastanza ovvio che il problema non è più “Mi sento solo Gesù, mi sento solo Carlomarx… fammi sentire che non sono solo!” ma “perchè pagare per avere un conto corrente”… oppure “perchè essere costretti a sopportare gli hipster e le loro mode del cazzo”… oppure “per quale motivo non sono un ricco e affermato vincente e devo accontentarmi dei mobili ikea e delle camice conbipel che sono per la maggior parte slim fit e a me fanno difetto dietro al chizzetto che se non siete di Bari si chiama nuca”.

anthony_hopkins_in_silence_of_the_lambs-7402

Io ho la mia personalissima Teogonia e la tengo aggiornata verificando di volta in volta la rispondenza di figure di riferimento già presenti, per accertarmi che già di per loro non assolvano alle problematiche di nuovo accesso nella top ten dei “cazzigrossi con cui vedersela quotidianamente o prima di andare a letto”. Se non ce ne sono rispetto ad un “cazzogrosso” nuovo… ne identifico una diversa, non ancora inserita nel catalogo e la aggiungo. Rompano poco il cazzo le sentinelle cattoliche: i loro santi servono a questo, oltre a fare l’album panini dai mendicanti in chiesa o ovunque ci sia un mendicante tipo fuori alla facoltà di Giurisprudenza di Bari guardacaso solo nei santi giorni degli esami – però senza doppioni che se c’hai già quel santino grugni in faccia al mendicante e gli dici di portarti uno che non c’hai senò “Niente soldi stronzo mendicante di merda!”.
Io sono un livido rancoroso con un sacco di problemi con quella cosa che si chiama “Mondo” per cui tengo la mia Teogonia aggiornata più o meno ogni giorno. E questo non è un bisticcio di parole.

Come sapete odio le liste ed ho già provveduto in tal senso ad aggiornare la Teogonia con una divinità che si occupi di punire i creatori di liste e che in questo momento sta già procedendo a mandare cazzinculogravissimi a gente tipo i curatori di “Oltreuomo” che delle liste ha fatto il suo unico terreno di discussione.
Ed è diversa dagli angeli sterminatori che si occuperanno di gente come “Piff-Volo-Toffa” sotto il sapiente comando di una divinità altra.

Per questa esclusiva ragione utilizzo questo post preparatorio per dirvi che aggiungo oggi un topic che poi con calma sviluppiamo: quello della mia personalissima Teogonia e del mio personalissimo Pantheon di riferimento… eh che bella inversione a chiasmo rispetto all’apertura del post! Però, per soddisfare la vostra curiosità vi dico già che avrete sicuramente trovato in giro i nomi di alcune delle potentissime divinità da tempo inserite nel catalogo, tipo Darth Vader o Hannibal Lecter. E che oggi nei pochi caratteri rimasti… vi dico che le mie, di divinità, non sono solo ascrivibili alla banalissima categoria dei “cattivi del cinema, dei fumetti, di quel gran best-seller che si chiama Preistoria-Storia Antica-Storia Medievale-Storia Moderna-Storia Contemporanea-Storia al tempo della Precarietà”.

1521964
Ci sono anche figure neutrali. I buoni non esistono perchè non esistono proprio i buoni in questo mondo, non per altro. E quindi esistono divinità diciamo simpatiche che si fanno i cazzi loro alle quali far riferimento quando vuoi che ti capiti qualcosa di positivo che non crei dolore, sofferenza o redistribuzione del male – redistribuzione per una volta davvero comunista e non a chiacchiere come quella dei comunisti che tutti conoscono e venerano.
Perchè una cosa deve essere chiara: se vuoi che qualcosa di buono ti capiti, al 99.9% stai pregando che qualcuno soffra contemporaneamente e per converso. Altrimenti, in rarissimi casi che si chiamano eccezioni che confermano la regola, ti piace l’idea che nella tua vita accada qualcosa di bello senza creare casini enormi nella vita degli altri.

Queste divinità neutrali sono poche, fino ad ora due e i loro nomi sono Biondoddio e Gesummaria. Credo tutti abbiate intuito che Biondoddio è l’entità che nel Pantheon personalissimo di riferimento sovraintende a quel delicato ma indispensabile processo che nella vita umana va sotto il nome di innamoramento con annesse scopate micidiali o semplici infatuazioni a carattere preadolescenziale senza scopate ma con cit. continui di un tossicodallorodimmmerdadallaprimamattina che di nome faceva Platone. Biondoddio lo invochi spesso, spessissimo, ogni volta che vedi una che “Biondoddio io con quella che ci farei…” e non solo per cinque volte come nei miei post, che quelle sono il top del top, ma ogni volta che tipo per strada, al supermercato, nella vita di ogni giorno vedi una che “Biondoddio…”. Biondoddio ha la faccia di Vincent Cassel che interpreta Gilles de Rais che nella sua vita ne ha fatti fuori un sacco anche e soprattutto fuori dei campi di battaglia tecnicamente diventando uno dei più celebri serial killer del Medioevo francese… ma che soprattutto, a quel Biondoddio, non se n’è lasciata scappare una ai tempi suoi!

044740_01

Su Gesummaria c’è tutto un altro discorso da fare. Gesummaria  non l’ho inventato io ma una schizofrenica conclamata come Giovanna d’Arco che sentiva le voci, vedeva le cose che altri non vedevano e la visita del militare non l’avrebbe passata manco per il cazzo ma sarebbe stata riformata dallo psicologo con 4 a psiche e questo la dice lunga sul fatto che la religione cattolica l’abbia fatta santa dopo averla bruciata sul rogo come strega “Scusate c’eravamo tanto sbagliati!”(semicit.).

Passione_Giovanna_1

Gesummaria è il riferimento teogonico della buona sorte e della riuscita professionale e umana.

Quando vuoi che una cosa ti vada davvero bene, ma davvero proprio bene…
ma non parli di trovare i calzini non bucati, cucinare un piatto buono per ciulare con la tipa che inviti a cena…
bensì parli di:
affermarti sul lavoro fino ad avere tre segretarie porche con le quali ti contratti le scopate in pausa pranzo…
oppure affermarti nel mondo della cultura fino ad avere tre groupie alla fine di ogni concerto/reading/presentazione di libro/film/pubblictà gravando sui bilanci di festival arci perchè te le porti in camera e svaligi il frigobar e vai via il giorno dopo di ottimo mattino dicendo “segna segna” alla portiera di notte che sta morendo di sonno e che forse ti sei fatto pure…
oppure diventare un potente appartenente alla casta politico affaristica pluto giudaico masson comunista del PD…
o più banalmente un ricercatore universitario o uno dei pochissimi miracolati che c’ha il posto fisso anche alle poste o all’acquedotto pugliese e poi ha tanto tempo nel tempo libero per occuparsi delle sue passioni, dei suoi hobby, senza lo stress e l’assillo di prime, seconde, terze e quarte settimane e senza l’assillo della malattia che tanto anche se ti assenti per dire nel giorno clou su Costa Italia nessuno ti fa niente…

Quando vuoi che qualcosa che riguarda la sfera della tua realizzazione e non impatti col mondo circostante (tipo diventare dittatore) ti vada davvero bene, rivolgi una richiesta precisa a Gesummaria. Solitamente supino, sotto le coperte, prima di dormire, con le mani sul pacco o sulle tette a seconda se c’hai le tette o il pacco… e se sei transex una mano sulla tetta DESTRA (dettaglio non di poco conto) e una sul pacco… che sicuramente sei sensibile alle questioni di genere. Se Gesummaria lo pensi intensamente, ti parla. Come a Giovanna d’Arco, facendoti l’invidiabile regalo di farti sentire uno schizofrenico come lei e come Gesù di Giuseppe.
E se davvero lui c’ha voglia di farti realizzare quella cosa, tranquillo che si avvera.

DtxWoRVLOX
Gesummaria c’ha la faccia di Robert de Niro nel film “Angel Heart, ascensore per l’inferno” dove interpreta una figura grandiosa che però se non avete visto il film – merdacce – io non vi dico chi è perchè sarebbe uno spoilerone da rovinare il film più anciora del dirvi che Kaiser Sauze de “I soliti sospetti” non esiste.
Ah sì… lo avrete capito… Gesummaria ve lo presento perchè è, assieme a Biondoddio, uno dei protagonisti di “Volevo vivere felice, poi mìè scappato da cacare!”. E tutta ‘sta storia della Teogonia e del Pantheon è comunque roba quasi religiosa ma tranquilli, con l’Annonovianesimo non c’ha niente a che spartire. Tranquilli non mi sono convertito. Le cose si compenetrano perfettamente a vicenda, come “Le profezie di Celestino” si compenetra perfettamente con “Il piccolo Principe” e “Una vita presa al Volo” e “Diario in Bolivia” di Che Guevara… tutti sullo stesso scaffale in un ipermercato che frequento.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,
Annunci