Archivi tag: thoir

Il mio amico pornografo

Per un po’ di post mi perdonerete se vi ricordo di visitare anche il nuovo blog della Karashò e seguirlo!

 

Lo sapete, mi avete spesso sentito invocare personaggi fantastici, fantasmagorici, formidabili: Darth Vader, Hannibal Lecter, Biondoddio e Gesummaria. Ultimamente mi avete sentito invocare Riccardo Schicchi.

E’ il momento di presentarvi un altro protagonista assoluto della mia personalissima Teogonia: Erik Thoir, pornografo. Vi ricordate come funzionano certe cose, no? Donatello, scultore. Baudelaire, poeta. Rimbaud, cazzaro (più o meno). Apollinaire, depravato. Ecco, Erik Thoir, pornografo. E quando morrà, spero il giorno più lontano della Storia, metteremo accanto alla dicitura l’alfa e l’omega.
Veniva da lontano, dall’Indonesia. Dov’è? Non lo so. La confondo sempre con la Malaysia, con la Birmania. Non sono molto sicuro. Sono quasi certo si tratti di una roba tipo isole e isolette. Credo. Protesto forte ignoranza in materia sebbene, a differenza di quello screanzato pazzerello di Ferrero, collega sampdoriano, io sappia benissimo che Indonesiano e Filippino sono due cose diverse e mai mi sognerei di dire “MOratti è un fesso che s’è messo al timone il filippino”. Scherzando di pessimo ma divertentissimo gusto sul fatto che i filippini costituiscono i 10/11 della nazionale di governanti di casa mondiale dei ricchi.

tohir_ava

Thoir come tutte le cose strane che arrivano da quei paesi strani, è uno che di mesteire fa i soldi. Cemento, palazzi, tanti palazzi, tante costruzioni. Da piccolo però non amava i Lego. Adorava i giornali. Quindi, palazzinaro e imprenditore edile ma ben ancorato al sistema dell’informazione del suo paese. Uno così, all’inizio, prima di sapere alcuni dettagli affascinanti, mi dicevo che doveva comprarsi il Milan, non l’Inter… per evidenti assonanze con la vecchia dirigenza. Amo il Gattopardo, del resto… e “Tutto cambi perchè nulla cambi!”. Invece no…

Ora sono contentissimo che Erik Thoir sia il nostro presidente. Per dire: uno così gli Juventini se lo sognano. Uno così: proprietario di tantissime cose tra cui pacchetti azionari di colossi dell’editoria multimediale niente male… come Brazzers e Naughty America. Mica roba da poco! Ecco perchè sono due anni che vi invoglio a fare account annuali a pagamento su quei siti: una pugnetta al giorno e contribuite al pagamento dello 0,0001% di persone come Icardi, Palacio e simili. Juventini cari non dite che non vi fate le pugnette! Juventini cari non protestate ignoranza dicendo “Io vado sui siti gratis…”. Quelli li ripagate con la pubblicità… spero non ignoriate che i proprietari dei siti gratis sono gli stessi dei siti a pagamento!

Bene: Erik Thor, abbreviato ET come il mio migliore amico di sempre, Erik Thoir è il santo da pregare prima di rivolgere la propria attenzione ad una qualsiasi intrapresa economica. Pregatelo forte, ogni mattina… Tipo Ganesh, quella specie di elefante col volto un po’ bloso ed il corpo antropomorfo! Ed offritegli libagioni spesso, molto spesso. Ne sarà felicissimo e le cose andranno bene. Perchè con l’Inter non funziona? Mai sentito parlare di Eccezione che conferma la regola?

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Gesummaria e Biondoddio… è successa una cosa drammatica!

Aiuto…
Huston, abbiamo un cazzinculogravissimo!

Questa cosa non può esistere… Mr. Brass, com’è possibile?! Tutto questo è non possibile. Vero Commendator Schicchi? Presidente, esimio, supremo Thoir… com’è stato possibile? Perchè? Perchè Biondoddio! Divino Vader, lei? Lei che ha sempre una risposta pronta tra un rimbotto di Bialetti ed un broncospasmo… nemmeno lei dice nulla?
Oh sì, lo capisco… ho testimoniato una volta ancora e per tutte di essere un prepotente stronzomerdone qualsiasi

darth_vader_by_erwebb.png

Vi giuro, dovete credermi… io non ne conoscevo l’esistenza. Lo ammetto: non pratico assiduamente il genere. No, il macrogenere sì… ma, lo sapete com’è il mondo no? Io peto (in ogni senso) venia, chiedo perdono…
Io quei generi tipo “rich girls” o “classy” o che vi devo dire “rich friend’s wife” non li frequento, cazzo!

Thohir6.png

Io ho sempre fervidamente ritenuto che il mondo del porno fosse un posto bello, un luogo dolce e ameno dove tutto, anche le differenze di classe, non esistevano più. Io ho sempre pensato che un luogo dove aveva addirittura dignità un sito idiota come orgazm, fosse quella Utopia (diversa dall’idiozia del comunismo) idealista dove davvero si credeva alle favole come il comunismo, il bianconiglio che non da dipendenza e non ti fa ammazzare di botte mamma e papà per i soldi per comprare la roba, le storie d’amore che iniziano progettualmente e non finiscono mai perchè sono a tenpo indeterminato con blindature molto più vere e reali dell’art. 18 (e per dire, al sicuro da fallimenti e tracolli economici perchè in una società ideale tutto e dico proprio tutto va bene e le imprese, che a quel punto sono tutte del popolo, non falliscono).

E quindi ho sempre fervidamente aborrito siti e prodotti che si propagandassero come forme – ancorchè seminali e confusionarie – di lotta di classe. Io alla lotta di classe nel porno non ci ho mai creduto. Nel porno c’è redistribuzione degli utili, c’è il condominio, ci sono le ammucchiate, ci sta la parità di genere, ci sta addirittura la equa distribuzione delle risorse e degli strumenti…
Il porno è un posto dove anche un nano deforme può essere il desiderio totale e totalizzante di una donna come Jessica Rizzo. Il porno è quel posto strano dove il marito della mia sufficientemente compianta Moana Pozzi è felice di dividere il suo “bene primario” con la assoluta consenzienza contenta e felice del suo stesso “bene primario” (cioè di Moana Pozzi) mica con un amico stretto o il compare d’anello (quella è roba da naughty weddings e quello è un sito che i in questo periodo proprio non voglio vedere) ma con “l’uomo della strada”, l’equivalente maschile della “casalinga di Voghera”.

Tinto-Brass-a-Venezia.jpg

Io ho sempre pensato che Naughty Rich Girls e roba simile fossero sordide sozzerie per consumatori tristi e drammatici come il signor Fassina – che c’ha sempre tanto da prendersela con lo “zipaperone” di turno senza rendersi conto che è quella sfigofaccia che porta in giro, assieme al benedetto bisogno ogni giorno di protestare odio sociale, che fa perdere la sinistra. Io ho sempre pensato che quella roba come “My rich friend’s wife” fossero sottoprodotti di resistenza non già per il sottoproletariato, ma per certa sinistra intellettualoide che odia, sa solo odiare, “gli si è rotta prestissimo la casina delle api” (come dice una delle persone che sono più orgoglioso di custodire gelosamente tra i miei affetti) e si fa le pippe guardando ‘ste robe e ripetendosi “Lo vedi? lo vedi che le femmine ricche so tutte zozze? ‘o vedi che fà la moje de zipaperone? Eh, a Civà… anvedi tu sta zoccolona altoborgese che je sta a fà… sempre detto che ‘ste riccacce vanno punite co ‘na patrimoniale niente male… guarda tu quanta robba c’hanno ne’ case loro!”. Perchè pure Civati secondo me apprezza ‘sti siti tristi!

schicchi.jpg

E invece, no… Mr. Tesla… com’è stato possibile? Me lo dica anche lei sommo signore dei Sith imperatore Palpatine (che il nome suo me piasce assai!)… com’è stato possibile? Posso essere stato così cieco?

Bene… la programmazione di “Biondoddio con quella che ci farei!” seconda stagione deve essere per forza di cose ricalibrata per il prepotente ingresso di una che solo dal nome mi aveva incuriosito mentre cercavo stronzomerdosissime zozzerie da schiaffare qua e là sul tema “Grinch fuck Christmas”. Perchè ho incontrato quella che probabilmente sarà la donna della mia vita quando uscirò di nascosto da Rachel Madori. Ho scoperto Bonnie Rotten. Una coniglietta putrefatta! E già il nome… voglio dire…

Tesla_Sarony.jpg

Agli innamoramenti ogni 10 secondi (cit. immeritato di una stronza!)

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Anche i pornodivi sognano ejaculazioni precoci?

Nell’era della precarietà, nell’era della flessibilità, nell’era in cui un pornodivo non può permettersi una defaillance erettile proprio come a Balotelli non è concesso di far brillare i tricketrack nella vasca da bagno della sua casa di Manchester, siamo tutti, tutti convinti di dover dare il massimo. Dipende tutto da noi. Da quando i sistemi panopticali – rileggetevi la teoria del Panopthicon di Bentham prima di fare domande stupide – inventati non tanto per guardoni bulimici quanto per sorvegliare meglio i sorvegliati da parte dei sorveglianti… anzi, a ben guardare, per eliminare i sorveglianti e convincere i sorvegliati che comunque le guardie non si muovevano dal posto loro…
In un mondo così che ha perso il bel vizio di delegare ad altri parti o frammenti del proprio futuro ma è costretto a provvedere per tutto a se stesso e sente ed avverte il peso di ogni singola scelta come LO e non uno snodo problematico della propria esistenza…

deen620

Può capitare che tusia interpellato per un consiglio sulle umane vicende di chiunque, soprattutto di amici vicini e lontani. E tu non sappia davvero cosa consigliare… perchè figurati se già senti il peso della responsabilità di scelte sbagliate sulla tua vita, se puoi anche solo lontanamente accettare di sopportare l’ansia di far sbagliare qualcun altro. No, non si può.

hjohnny castle272

Ed allora rifletti per esempio sulla carriera del buon Nando nazionale di Grande Fratello. Un burino cialtrone buono solo ad andare all’estetista ed a saltare il cantiere. Uno di qualche paesino vicino Frosinone… che avrà anche la squadra in A ma tra i suoi concittadini provinciali ci annovera pure ‘sto Nando… quindi…
E lui nel porno ci sera lanciato con rinnovato ed enorme entusiasmo, a differenza mia che mi dissero sì e io dissi “No! E a mamma chi glielo dice?!”. Il buon Nando cileccoò tre volte. Poi sparì. Per fortuna. Ma credo abbia tentato il suicidio sette volte dopo quelle tre cilecche. Perchè s’era bruciato l’occasione d’a vita mia!

4040_normal

Per un Nando che fallisce Brazzers ringrazia perchè si prende l’infallibile Valentina Nappi… e poi si carica in squadra una serie di big boys che di cilecche non ne vogliono sapere. Facce di bronzo, facce da galera, facce di puttana che davanti alla telecamera problemi non ne hanno perchè ansie da prestazioni ed ansie da geometra (capite a me) non ne hanno. E per fortuna. Quelli non sbagliano mai. Lo abbiamo detto… è dogmatico nella new wave of porn non sbagliare mai, non perdere vigore in nemmeno un secondo di montato. Prima a Bob Malone poteva anche succedere di tutto… non c’era problema. C’era ancora il Muro di Berlino, la mutua, l’imperialismo ed il sistema sanitario nazionale. Prima i pornodivi potevano fare vertenza. Avevano l’art. 18… mo non più.

20100122152040!Roberto_Malone_(Il_vizio_nel_ventre)

E quindi mi chiedo… ma tutti uesti cazzoni nel vero senso del termine, no, tutti lì a tirarsela e tenerlo in tiro, tutti lì a resistere per resistere… poi, a casa, con le mogli loro… non è che per caso, per allenatre la tensione, sognano ejaculaqzioni precoci? Mi sa di sì. Io sono onesto… io lo farei.

image_6_1024x1024

Ma ho la fortuna di avere pudore per mia madre… e non aver fatto il pornodivo. Ah, sì, quella su è la polo della Brazzers. Siccome Erik Thoir è proprietario del 12% dell casa di produzione di cui sopra… acquistate la polo con fiducia, siamo vicini al rinnovo contrattuale di alcuni importanti giocatori dell’Inter. Grazie!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Babbo Natale e storie simili…

… io ci credevo, come in Babbo Natale e nella giustizia sportiva di fronte al furto juventino del 1998…
… E pure il Pornografo Thoir ci credeva, lui che affermò: “Ragazzo, vuoi mettere la tua faccia e qualcos’altro a disposizione della mia azienda?” (e non erano i piedi)

… a fare l’attore di NaughtyAmerica. A noi piace pensarla così!

et pornografo

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

Allora tipo oggi è domenica… e che cazzo voglio scrivere di domenica?

Scriverò oggi di domenica cose diverse dai patemi d’animo di un interista medio a cui non è rimasta altra speranza che quella di vincere – con una squadra che viaggia su medie da retrocessione – l’intera parte dell’Europa League per poter ambire l’anno prossimo ad andare in Champions visto e considerato che anche qualificarci per la prossima Europa League pare impresa erculea! E tutto questo tecnicamente si chiama “Grazie menagramo   d’un filippino per averci acquistati!”.

0

Scriverò oggi che è domenica cose diverse da quelle che oggi, martedì che scrivo, vi vorrei scrivere circa la mia compulsiva dipendenza da inchiostro ipodermico che mi ha portato a continuare il lavoro sul braccio destro dopo aver riempito il sinistro con, nell’ordine di apparizione, una carpa, una maschera di Hannya, un Tanto (pugnale da suicidio rituale giapponese), un Samurai, un’onda stilizzata in perfetto Japan. Ora sul destro troneggiano già una tigre ed un dragone che si contendono il povero stronzo che sono (cercate i significati singolarmente, poi vi spiego, una volta finito tutto il braccio, cosa significano entrambe le braccia messe in relazione… che se uno si fa tatuare in modo serio studia, no le coccinelle le pennine i palloncini e i tribali che non sai che significano e vai lì tutto figo). Arriveranno altri due soggetti (le prossime due sedute) ed una chiusura generale del braccio che renderà armonici i 4 pezzi… come il braccio di un Tevez qualsiasi… mica quello stronzo di Icardi che non segna, non gioca bene, pensa al suo amore Wanda Nara e noi tanta carne a soffrire e far soffrire sortacci di giocatori quali un Podolski o uno Shaquiri (che si legge Giaciri) qualsiasi!

latest

Scriverò oggi che è domenica cose diverse da “Tedio domenicale quanta droga consumare“… perchè non vi meritate i CCCP… nel senso che non vi meritate tecnicamente la genialità di uno stronzo di anticomunista clericale di merda che ha convinto il mondo negli anni ’80 di essere il “compagno dei compagni” solo per avere la pagnotta assicurata dal PCI emiliano e dalle feste dell’Unità.

Scriverò oggi che è domenica cose diverse dal dire che oggi è un giorno triste perchè domani ricomincia la settimana e sono esposto ad un lunedì di merda come tanti di voi… ma chissà perchè, il lunedì, come le pene d’amore, è una malattia diffusissima ma “Dottore come sto male io… nessuno!”.  E io non sono Leopardi.

418343

Solo che, obiettivamente, di domenica che cazzo vuoi scrivere?

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Pensieri tristi, oscuri, insonni: di alcuni personaggi improbabili, menagrami indescrivibili, che hanno fatta Pazza e Beneamata l’Inter

Questo non è un post anti-juventini! Io non scrivo di calcio. Io non scrivo contro la Juve. Se non per ringraziare ogni singolo pippettaro bianconero che ci paga lo stipendio a Palacio, Shaquiri o Podolski o un Donkor qualsiasi. Io non ne parlo perchè non fa figo, è banale ma senza quarta di seno… come il culo sceso di tutte le bariste dei bar dello sport. Come tutti i bar dello sport. Come tutte le gazzette dello sport nel giorno del lunedì dei voti della gazzetta che sono cominciati bene di sabato coi gol negli anticipi e poi finiscono quasi sempre di merda. E tutto questo si chiama tecnicamente “Fantacalcio”.

zamorano-610x400

No, io oggi che è sabato voglio parlare di una cosa che rischia di succedere ancora se qualche ultras serio non prende provvedimenti. Qualcuno, tipo che so(?), il Massimo Moratti di turno. Il Massimo in più di dieci ani di Internazionale Football Club ha fatto del male alle casse familiari che la moglie stessa tipo in una intervista ha detto: “Ma perchè mi chiedete se mio marito non farebbe meglio a far beneficienza? Con tutto quel che spende per i tifosi dell’Inter… che di star male ne sanno più che qualcosa?”.

Papa-Giovanni-Paolo-II

Il problema è che un Ultras come il Massimo dovrebbe fare una cosa, una sola… lui che è già accostumato ad aver a che fare con menagrami di menagrami incredibili, portajella allucinanti, jettatori insonni e stakanovisti.Il problema è che un Ultras come il Massimo dovrebbe impedire l’accesso allo stadio ad un portaiella tipo il pornografo di Giacarta che s’è comprato l’Inter. Questo signor Filippino porta decisamente jella.

moratti_interna-nuova

L’ho capito ieri. Ieri che s’è presentato in tribuna d’onore a fianco al Massimo e il Massimo c’aveva una faccia molto più equina del solito, sapete? Già se lo sentiva… che lui, ripeto, è accostumato a gente del genere. Il Filippino quando viene allo stadio, l’Internazionale Football Club perde. Pure contro la selezione di Riscone di Brunico. Perde. Non ci sono cazzi! E ieri, tecnicamente domenica 25 gennaio, dopo una partita condotta all’attacco della palizzata granata di fattura Ventura – roba che lo sa anche mio cugino piccolo che Ventura gioca a difendersi sempre e pregare Gesummaria il goal in zona Cesarini di testa su calcio d’angolo – al 93′ goal del Torino e a casa andare.

963445610_20e79ba4b6

Avrei voluto farvi vedere il sorriso sul volto del pornografo nerazzurro. Avrei voluto farvi vedere la faccia equina del Massimo. Avrei voluto farvi vedere il movimento della mano destra del Massimo dentro la tasca destra del pastrano del Massimo.Ed il pornografo di Giacarta se la rideva… guardandosi intorno… tipo “Qui mi sa che la gente comincia a capire che il problema c’est moi!”.

Sì, proprio lui… al quale l’Internazionale Football Club dovrebbe interdire l’accesso a tutti gli stadi del regno. Proprio lui, al quale dovremmo pagare un abbonamento sky per vedersi la sua Beneamata da casa… che quando è a casa si vince e si pareggia – almeno. Proprio lui che… Gesummaria… ma perchè dopo Mr. “1+8” pure il presidente jettatore?!

article-0-000dfc2400000258-700_634x378

Io le Iene le odio da allora. Correva l’anno 1999 ed io avevo per le mani lo scoop del secolo! Avevo scoperto qual’era il male oscuro dell’Inter: lo jettatore “1+8” che qui non nomino perchè nell’ordine è stato capace di: nascere in costanza di un colpo di stato, far retrocedere in C1 in due anni non per sentenze ma per demeriti sportivi una squadra che dopo averlo visionato che era ragazzino disse: “Qusto a noi non serve a una sega!”, far rompere il femore al papa buono nella vasca da bagno mentre lui a Roma firmava il contratto che lo legava all’Internazionale Football Club, far investire i tre stadi dove la selezione nazionale del Cile giocava (e lui stava in panca) dall’Uragano Mitch durante Usa ’94, far perdere i capelli a Georgatos, far morire di ginocchite acuta Ronaldo e di borsite grave Vieri e di ustioni domestiche Baggio per giocare sempre titolare, far crepare Masinga ed Osmanovski del Bari per aiutare l’inserimento di due promettenti 16enni attaccanti cileni appena comprti dal Bari, annullare Cannavaro che affermò dopo esserselo perso al Mondiale di Francia: “Avevo i piedi incollati a terra quando marcavo quello lì!”, far crollare la porta dello Shalke 04 dopo i legni colpiti nella finale di coppa Uefa, far morire Ferrara e Del Piero l’anno 1998 dopo il furto compiuto ai danni dell’Inter nella famosa azione di atterramento di Iuliano su Ronaldo che ci stava rigore per l’Inter e invece no, l’azione continua, danno il rigore alla Juve e noi ci vediamo scippato lo scudetto… e Mr. 1+8 invoca la giustizia divina se quella rbitrale è fallace e dopo poche giornate patatrack tutti e due rotti a morte per una stagione.

avant-de-rejoindre-la-juventus-turin-fabio-cannavaro-a-evolue-a-l-inter-entre-2002-et-2004_51726_w460

Io raccolsi su “1+8” tutto il materiale documentale possibile ad incastrarlo e smascherarne la carica jettatoria. E le Iene controllarono tutto e non fecero il sevizio. Non autorizzarono nemmeno me a fare il servizio. Perchè avevano paura di poteri forti quali la jella e cose simili… che io ci credo… ma almeno trova una scusa che sia una scusa!

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,