Archivi tag: Uomini

Monologhi altrui

braga

“E niente, ce sta che alla fine me so pure ‘n tantinello rotto li cojoni! Cioè, nun je la posso fa più, me deve da crede a signò… tutti sti animalisti qua a dire che er bisnonno mio diceva questo e quello de le bestie e segnatamente de ‘sti zozzi pulciosi de sti cagnacci… Ma quanno mai, signò… mi zio che er cane era mejo dell’omo non l’avrebbe detto mai. E ce n’aveva de cani, signò, me deve da crede! Ce n’avrà avuti ‘n tutta a vita sua ‘na trentina… ma che sto a dì, che me possino… saranno state na cinquantina de bestie… Essì perchè je ne moriva uno l’anno bestia più bestia meno. Er più bello… guardi m’o ricordo… er più bello era ‘n cane tipo, che je devo dì, modello de Snupi, er cane che legge li libri sdraiato ‘n su a tettoia d’a casa sua. Ecco, c’aveva sto razza snupi che c’annava a caccia – sine era pure cacciatore alla faccia de ‘sti perecottari che je dicono che amava l’animali – ma j’è durato poco.

10848086_495891417245046_1848278195_n

Saranno state tutte que botte ‘n testa cor calcio d’o schioppo… che lui l’addestrava così sto razza Snupi. Bello na cifra signò, l’avrebbe dovuto vedè… er cane lì attaccato a’ cavija de sto bistrisavolo famoso che c’ho – che ce sta pure ‘n quadro a casa ma sti rosiconi de animalisti dicono che quelo nun è er bistrisavolo mio… che dicono ” er filosofo nun se mette a fa ste cose… visto pure quello che diceva sul conto de li cani…” – e sto Snupi se stava lì bono e se mi zio sparava e er cane se risentiva e se provava pure solo n’ fiato a movese je suonava sur cranio certe randellate. Saranno state ‘è botte ‘n capo… ma sto razza Snupi che se chiamava pure “Pjatelonterculo” nun è durato poi tutto ‘sto tempo. Me pare che je diede er prepensionamento a foco nemmeno l’anno dopo e se prese du cani razza Ispettorerex…
… che poi, pe dirle a lei, Signò… ce li vede quelli stivali? Sto bistrisavolo ‘mportante che c’avevo… che tutti vanno sparlando e dicendo che voleva più bene a ste bestie che all’omini… beh Signò quei stivali… nun me faccia dì bene cose zozze… ma je servivano che li faceva mette alla capretta sua personale… che senò ‘n certi frangenti quella je scappava…”

Blaisepascal

Dichiarazioni spontanee di Biagio de Pascale, sedicente discendente del più noto Blaise Pacscal, che una troiata come “Più guardo al genere umano, più preferisco il mio cane” non l’ha mai detta!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Guida x Neo-Single. Le dieci sedicenti “donne” che ti hanno convinto di essere “donne” e che tu massimamente non devi vedere per una “prima uscita emotivamente” esplorativa.

Lo so, lo sai, lo sappiamo. Hai ceduto di nuovoi alla benedetta tentazione di scorrere la tua rubrica in cerca di Adele, Beatrice e Carlotta. Io so bene che tu sei uno di quelli che si appiccicano su un elmetto con su scritto “Nato per uccidere” lo stemmino della droga e della pace. E quindi nella tua massima incoerenza hai affermato di rifuggere il genere femminile ed al primo martedì o mercoledì di ottobre, mentre i tuoi parigrado Juventini, Romanisti, Fiorentini, Napoletani o Laziali si sparavano i loro giorni di Coppa… tu eri lì a considerare che “con un milanista mai!” e che su Sky non passavano niente di bello.

Ed hai cominciato a scorrere la rubrica. Bene… cioè, qui di bene c’è soltanto che mi dai materiale per scrivere un altro passaggio di questa disordinatissima guida.
Male! Vabbè, tanto la cazzata l’hai fatta! Ti accorgerai da solo, più o meno a metà dei gironi di Champions ed Europa League e quindi in un tempo contenuto di due mesi che non serve a nulla.
Te ne accrgerai perchè ripeterai a te stesso, mettendo il profumo più sparviero e la camicia più “cool” del tuo armadio – che sempre e comunque ti ricorderà che lei ha lasciato più di due calamite da frigo a casa tua – che “Stasera si da la svolta, è quella giusta!”. Salvo poi, sotto casa di lei, non riuscire a dire altro che “ti avviso appena sono a casa”… che abbiamo detto è una cosa che deve far scappare te… e non che tu devi dire. Ma tu lo sai perchè la dici: occupa mnagicamente lo spazio di un imbarazzante “Dai allora ci sentiamo prestissimo” che non hai coraggio, voglia o fegato di dire.

2011_33837_95121

Io dei tanti tipi femminei da evitare te ne metto per terra tre, tre in croce. Tu poi comincia a memorizzare. Seguiranno istruzioni.

Sarai tentato dal contattare inizialmente tutte le tue ex “desiderata”, tutte quelle che al bar o per strada o alla Pasquetta o al mare ti sei sempre ripetute guardandole: “Biondoddio con quella che ci farei”… e non è nemmeno famosa quindi la cosa è tecnicamente possibile. Sta attentissimo. Tutte loro non appartengono ad una sola ed univoca categoria ma sono un insieme trasverasale di tipi umani. Qui le trattiamo tutte unite, chiuse nell’infantile recinto insiemistico, perchè prima di tutto devi imparare ad evitare le cazzate serie.
Per non si capisce quale regola aurea legata alla sequenza di Fibonacci, una volta ex o neo-Single, sei attenzionato da una serie di persone che, in un modo o nell’altro, avevi misteriosamente affascinato prima di diventare un LUI di coppia o mentre eri un LUI di coppia. Molto spesso questa azione è avvenuta in maniera inconscia. Dal momento che sei di nuovo su piazza, le femmine in questione si scopriranno incredibilmente ricettive ai tuoi stimoli. Sempre che non siano state delle LEI di coppia o non abbiano un orgoglioso e pronunciatissimo EGFO che fa loro proferire ad ogni piè sospinto: “Non sono il ruotino di nessuno”… senza avere la benchè minima competenza in pneumatici o coperture di scorta. Evitale, per una sola ragione: si accorgeranno immediatamente di essere il chiodo che schiaccia il chiodo senza tanto successo… ed andranno via consce del fatto che – di sicuro – non ci sarà un tuo definitivo Come Back. Non ti suggerisco di allontanarle sempre in maniera decisa. Tieni le suddette sulla corda. Lascia che cuociano. Mantieni le tue piste in caldo. Arriveranno giorni e tempi migliori e tu sarai pronto ad incontrarle proficuamente. Adesso, semplicemente, non è il momento.

singhnbk720p122903

Evita massimamente le femmine che assomigliano a quella che ti ha trasformato nello splendido Neo-Single che sei. Evita somiglianze fisiche, evita somiglianze caratteriali. Non ci interessa la loro reazione ma a nessuno, in questa situazione, farebbe piacere scattare per quei tick che rendevano bella, fantastica e speciale solo lei – quando tutto adnava bene. Fidati: espressioni cupe ti si disegneranno sul cuore quando scoprirai che beve Vino Moscato di Trani alle 22:30, decantando la dolcezza ed il velluto del prodotto. A nessuno farebbe piacere chiedersi, proprio nelo momento in cui stai cercando di soprassare a destra una pessima vicenda: “Perchè pure questa mette la borsa sulla panchina tra me e lei?”. Come, ne sono certo, al tuo inconscio non farà bene perdersi nei suoi occhi per poi ricordarsi com’erano quelli di quell’altra e ritrovarli identici. Spaesamento, rischio di errori madornali di tipo onomastico… sudorazione, perdita di coscienza del se… No, decisamente no. La crisi di panico è dietro l’angolo, tu vuoi “correre a casa per metterti a dormire” e mandi tutto in vacca. sta tranquillo: domani si parlerà di te come di uno spostato da TSO.

Evita come la peste di incontrare gente che non conosci, con la quale hai scambiato due chiacchiere, che hai aggiunto su FB (misteriosamente ricambiato) durante le prime notti di molesta ubriachezza post-singolanza. Non avrete niente da dirvi. Sarà certo incredibilmente eccitante la prospettiva di un ricominciare forzatamente tutto da capo. Potrà essere stimolante vedere come se sempre il solito vecchio marpione che le fa cadere tutte ai suoi piedi. Ma dovrai fare i conti con due problemi: tutto quel che dirai – l’uomo tende a muoversi su sentieri rassicuranti – sarà per te un già visto e già esperito… ti darà subito noia. Vorrai smetterla, ammutolirti. Ancora, stanne certo, le conversazioni ti risulteranno tediose. Come tediose ti sarebbero risultate le conversazioni con quella che ti ha trasformato in Neo-Single se tu non l’avessi fortemente desiderata. Alla fine siamo spesso degli idioti che non si rendono conto che di mezzo c’è tutta la chimica dei sentimenti. Fidati, anche una dottoranda in ingegneria termonucleare, braccata dall’ISIS e dai servizi segreti libici per farle fare Majorana 2 la vendetta, può rivelarsi barbosa. Come una paracadutista della Folgore, una pornodiva della 100% oppure una brillante revolucionaria tutta creste e piercing. Semplicemente, non è il momento.

images-2

In tutti e tre i casi, mio caro… evita queste stronzate perchè non ne hai bisogno e soprattutto rischi di rovinarti la piazza. Fra qualche settimana, giorno per i meno romantici, mese per i più disperati, sarai di sicuro molto più ricettivo.
Un consiglio? Quando sei tentato dal fare qualcosa che sia simile al “chiacchierare con un essere di sesso femminile per verificare che sono ancora disposto ad avere relazioni umane con l’altro sesso”… chiama la tua amica cui vuoi bene come una sorella. Per fare all’amore c’è sempre Federica, la tua mano amica… per annoiarti hai sempre e comunque i giochini scrausi del PC… per entusiasmarti le mille repliche del Trono di Spade o la nuova stagione di Leftovers… Parla, chiacchiera, ridi… che ti passa!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

Ontologia della MILF che è come dire esiste un tempo per ogni cosa… e non ho cugine che tecnicamente siano milf…

C’è molta confusione in materia… poche chiare parole per aiutare soprattutto la fauna femminile a districarsi nel mondo delle variegate definizioni di MILF… che tecnicamente è Mother Id’ Like to Fuck… che per i quadrumani bestie che non sannoi la lingua che si parla al paese della sterlina è Madre che Mi Piacerebbe Scoparmi.
Perchè sono troppe le mie amiche che si definiscono Milf… e perchè non mi va che in questa categoria alcuni amici ci inseriscano persone che non hanno alcuna ragione di starci, tra le Milf… Per dire… le mie care, no!
E, per dire, oggi non parliamo di Salvini!

Julia-Ann-58

Sul Fuck nessuna possibilità di dubbio: scopare va inteso in senso estensivo come ogni possibile pratica erotica a due che si possa compiere nella cornice di rapporti leciti e non leciti…
Sul Like nessuna possibilità di fornire una definizione univoca. Il mondo è bello perchè vario, dunque la donna in questione – non me ne vogliano i frocioni ma mamma può essere solo una donna e quando faranno i filmini Dilf parleremo di parità di genere esteso anche nel porno… mamma è slo F – può essere una nana storpia sordocieca e pure racchia oppure uno strafigone di femminazza… “S’ei piace, ei lice…” oppure dalle latitudini mie “Dove c’è gusto non c’è perdenza”… per cui non ragioniamo sul Like… quel che è Like per me non è Like, per dire, per il mio amico “Arrrrapapaj” ma questo è bello e si chiama libero arbitrio…

4d2e298814090_m

I problemi iniziano con la definizione di Mother/Mamma… con una divisione in almeno tre scuole di pensiero che rendono ingarbugliata e variegata la categoria e la vicenda.

Per la scuola Letterista-Waabita il termine Mother indica Mamma, dunque qualsiasi donna dotata tecnicamente ed incontrovertibilmente di prole propria o adottata. Ciò, se da un lato screma il campo a tutte le non mamme, rende estesa in avanti la categoria non escludendo le nonne. Testimonia credibilità a questa scuola la recente creazione ad uso e consumo di una cerchia ristrettissima di utenti, la nascita della categoria “Gilf come Grannies I’d Like to Fuck”, “Nonnine che Mi PIacerebbe Chiavarmi”… a limitare appunto a chi mamma è, ma nonna non è, la categorizzazione.
A me il genere Grannies non piace… al massimo Cougar o Mature, ma è una storia a sè…

Per la scuola Letterista Interpretativa il termine Mother va inteso in senso meramente indicativo e secondo un medio e comune sentire: qualsiasi donna sia potenzialmente nelle condizioni di divenire mamma, ed abbia dunque passato la soglia di età preposta secondo la comune morale, è potenzialmente, se vi piace, una Milf. Poco importa se sia dotata di prole o no. Questo pone problemi sociali imbarazzanti in India o nel mondo Arabo… ma non affronto senò voi mi bollate come intollerante… anche se poi dovete spiegarmi il vostro concetto di tolleranza verso le bambine o la vostra personale bilancia che tiene in equilibrio “altre culture” e “diritti dell’infanzia”… ma non divaghiamo, che è meglio!

Secondo la scuola Interpretativa Biologica va invece intesa come Milf qualsiasi donna sia capace di procreare, quindi sia potenzialmente una mamma. Il che taglia fuori dalla categoria per l’appena le bambine sotto i dodici/tredici anni. Scadendo in quel che si chiama pedopornografia. Questa scuola, con un numero risicatissimo di adepti, è anche conosciuta come “quelli che basta che abbiano una temperatura superiore ai 35°c.”… e per fortuna non trova enorme credito nella fauna maschile. Fino a quando si parla di vedere un filmino… perchè poi quando i filmini se li fannno in testa… certi maschi e certe femmine estendono od autoestendono la categoria in modo slabbrante!

Sciocca e fa riflettere, infati, la affermazione sempre più prepotente della scuola Interpretativa Biologica nel pubblico femminile… quel che non si riesce a capire è la curiosa inversione di tendenza secondo cui, se prima offendevi qualcuna a caricargli qualche anno in più, a dargli della signora, a lasciar intendere che credevi fosse una mamma… adesso sembra che dare della Milf a qualcuna sia fargli un complimento… il migliore che si possa fare… per cui capita che donne di meno di venticinque anni si chiedano e chiedano al proprio partner o ad una serie di amici a caso… o peggio a parenti: “Senti ma secondo te… cioè… io sarei catalogabile come Milf?”… il tutto in assenza di prole, di relazioni, di ogni ancoraggio letterista o interpretativo con la relatà.

sexy-milf-hottie-pantyhose

Le donne… che fenomeno affascinante!
Comunque informazione gratuita… il sottoscritto propende per l’interpretazione Letterista Waabita (e non ne avevate dubbi, vero?) per cui informo tutti i miei amici maschi che le mie cugine non sono catalogabili nella maniera più assoluta come MILF! 15047

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,