Archivi tag: War

This War Of Mine – 1/5

Altro set fotografico. Dite: “Ma questo quanto cazzo scatta?”. In realtà ancora molto meno di quanto vorrei. E poi guardando le foto dite: “Ma questo scatta solo robe tristi?”. Eh non proprio, però… Se vai in un posto abbandonato non è che ti senti accolto proprio a casa! E Gintoki mi perdoni lo stile parafrasato.

Questo è “This war of mine”, set scattato a Modugno il 22 dicembre 2015 nel magazzino abbandonato di Aiazzone. Vi suggerisco di ascoltare mentre guardate le fotografie la cover fatta dagli Alchera di “Canzone dell’amore perduto”… credo sia un cadaunato sottofondo idoneo (cit.)
La trovate qui:

Le riflessioni che facevo mentre scattavo queste foto, in un’ala diversa da quella dello showroom, erano tutte differenti. Quasi sempre richiamavano al tema del “bellico”, che non è mai bello. Ispirato anche nel titolo dal videogioco indipendente “This war of mine” mi sono sentito un rovistatore alla ricerca di qualcosa che mi facesse sopravvivere. E mi sono scoperto a scattare sempre più desolato, spaventato, da quella realtà trasformata in rudere. Macerie e tracce di quotidiano… devastanti.

The Violator

Le sbarre tagliavano fuori in modo metallico e violento, eppure lasciavano intravedere all’interno, sfocate, tracce devastanti di desolazione, saccheggio, abbandono. C’erano queste sbarre e dietro le vene dell’edificio. Tagliate.

Welcome

Poi le parole, solite e beffarde, ad accoglierci in quella grande casa distrutta, in quel mondo incomprensibilmente sfatto eppure ancora ironicamente sorridente. Le parole sono importanti!

The basement

Alle volte scatti in modo banale. Vedi una galleria di colonne che si ripete e ti dici che c’è ritmo dentro. Poi scopri che più che il ritmo, a farti paura è l’effetto qi quel soffitto di cemento senza null’altro appiccicato sopra… quel soffitto che corre sempre uguale, a perdita d’occhio, incombente!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Radio Quindinononvatuttobene – Non l’ucronia…

Ma la malinconia stasera mi porta via. Ho provato a vivere non ucronicamente una giornata da blogger.
Non mi piace! Troppo senso di responsabilità. Troppa ansia di posterispost… Non mi piace.
Mi ha pure messo addosso enorme malinconia tanto che mi sono detto niente CD FRNCPL1… ma ancora una volta Natale. Sperando che questa canzone, che mi ha sempre fatto piangere… una volta tanto mi faccia andare in giro per casa nudo come uno stronzomerdone qualsiasi ridendo felice visto che sto uscendo per fare una cosa felice!

Aspetto… vi dico come va…
Altro che ucronia… live…

Happy Christmas – War is over (John Lennon e Joko Ono)


Ahsì… LASCIATEMI STARE I POOH!

Comunque… vabbè, non vale… questa fa commuovere sempre. Però mi ha fatto commuovere altro! E alla fine sono stati più i sorrisi… Dai, esperimento riuscito. E’ la prima volta che non ho cambiato canzone!

Si può ballare tipo lento? Un’idea!

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,